martedì 30 novembre 2021

Mare d'Inverno

 
Fonte: una penna spuntata


E' tornato il sole, almeno per oggi.
E' incredibile quanto le giornate possano apparire diverse quando la luce invade stanze intere, quando ti viene a cercare ovunque ti trovi.
A dire il vero, prima ancora che lo facesse, ero già fuori di qui. 
Gli sono andata incontro.

Mi mancava il mare, il fluttuare leggero delle onde, quell'odore salmastro. 
Mi mancava il suo abbraccio.
Il freddo mi è entrato ovunque, non c'era modo di arginarlo. E' stato come muoversi con le gambe di cemento. E le mani erano così ghiacciate da non poterle aprire.
In spiaggia non c'era nessuno ad eccezione di un giovane pescatore che riparava le reti. 
Quell'uomo aveva uno scopo per sottoporre la sua schiena a quel clima ostile.
Il mio invece qual era? perché me ne stavo lì tutta sola col vento che mi frustava la faccia e i riccioli che svolazzavano ovunque, impigliandosi come le reti che lui teneva in mano?
Proseguendo ho fotografato stabilimenti balneari spezzati dalle maree, cabine con le porte spalancate, assi di legno gettati alla rinfusa sulla sabbia, giochi rotti per bambini. 
Cumuli di vita in sospeso, sentimenti divelti e spazzati via. 

D'improvviso ho sentito l'esigenza di andarmene, di essere lontana da lì, di trovare riparo da qualche parte. E invece ho camminato ancora un po', con le scarpe che affondavano nella sabbia troppo umida, pregna d'acqua piovana. Avevo la musica alle orecchie ma era un sottofondo lieve e stonato che percepivo appena. Gli occhiali scuri coprivano occhi smarriti, meno vitali di giorni simili a questo.

Dunque sono arrivata al mercato, che anche stavolta era pieno di colori e di gente che mi osservava passare. Mi guardano tutti le gambe e il sedere, chissà perché. Li vedo percorrere il mio corpo per intero e poi fermarsi lì, ogni volta.
Ho parlato con i miei amici. Il signore di Napoli che abita a Cisterna. Un indiano che vende vestiti. Bulgari col suo pane di segale. Laura e Claudio. Flavio e Santina, a cui ho chiesto di Giovanni che non vedo mai. Ho incontrato anche mia suocera con la sua fidata amica. 
Mi sono fatta incantare da un Babbo Natale ballerino che ho comprato per il negozio.
E dopo aver fatto tutto me ne sono tornata a casa, ho attraversato di nuovo il vento gelido per la strada ed ora che sto scrivendo queste poche righe penso che forse mi ammalerò, che da tempo non mi sentivo così stanca e giù di corda.

42 commenti:

  1. No, dai.
    Spero proprio che non ti ammalerai, anche se sei stata incosciente ad andare in spiaggia con quel freddo.
    Qui oggi ci sono circa 8 gradi. Pochissimi per noi che siamo abituati ai 12 anche in pieno inverno. E piove. Piove ininterrottamente da tre giorni. Non se ne può più.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io sono spesso incosciente, a dire il vero.
      Magari non conosci questo lato di me - come tanti altri, ci mancherebbe - ma una vera e propria prudenza non mi è mai appartenuta.
      Stamattina i gradi lì in spiaggia erano giusto 2 o 3. Un tempo prendevo il treno alle 6 del mattino con -7 gradi e riuscivo a sopportar tutto molto meglio di ora.
      Baci.

      Elimina
  2. Come sempre mi piace perdermi tra le tue righe. È come se leggessi un libro. Non pensare che ti ammalerai, in fondo avevi bisogno di respirare un po’ di sole e un po’ di mare. Anche da me oggi è il primo giorno di sole dopo una settimana di pioggia incessante. Il tempo grigio infiacchisce anche me. Buona giornata, un grande abbraccio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non mi sono ammalata, a quanto pare.
      Quantomeno non ancora.
      Ma ho avuto sempre freddo oggi, come se lo avessi immagazzinato e non fossi riuscita a liberarmene per ore e ore.
      Un abbracci e grazie di cuore.

      Elimina
  3. Le buone idee sono sempre fonte fi energia vitale
    Un abbraccio forte
    Maurizio

    RispondiElimina
  4. Il "giù di corda" finale stride un pochino con le piacevolezze del mare d'inverno, che diventa davvero nostro, come la spiaggia che dopo le mareggiate rigurgita di tutto, dai rifiuti a meravigliose conchiglie; fa freddo vero, nonostante i cieli limpidi e l'aria lucida, il sole è poco più che una luminaria, ma quella sabbia dove camminiamo come Armstrong sulla luna, è davvero un paesaggio che mi estranea dal mondo, e riesco a non sentire fatica, ne' la malinconia che ti ha portato altrove invece, a farsi spazzare via da quattro chiacchiere amichevoli e un Babbo Natale ammaliante. Ecco, c'è pure Natale che incombe e non l'ho mai visto prematuro come quest'anno, in fondo siamo ancora a Novembre.. di cosa ha paura la gente? Che tra venti giorni ci si barrica di nuovo a casa? Allora sarà davvero mare d'inverno, l'unico a fregarsene di ogni virus, e di ogni cambio di stagione... scusa le chiacchiere, magari ti distraggono da un po' di stanchezza.. ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Siamo a novembre ma a livello commerciale il Natale pare essere iniziato già a fine settembre/inizio ottobre. Purtroppo sembra sempre di non poter avere il tempo di gustarsi il presente, questo dannato sistema ci porta sempre avanti.
      Anche basta, direi :D

      Elimina
  5. Bevi un bel thè caldo od una bella tisana, tanto riposo e tanta vitamina C...

    Spero passi presto :)
    Un abbraccio,
    Nuvola

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mai riuscita a bere tè, tisane, infusi, camomille :D
      La vitamina C invece si, ne assumo abbastanza perché la frutta nella mia alimentazione non manca mai.
      Un abbraccio e grazie mille.

      Elimina
  6. "Quell'uomo aveva uno scopo per sottoporre la sua schiena a quel clima ostile.
    Il mio invece qual era? perché me ne stavo lì tutta sola col vento che mi frustava la faccia e i riccioli che svolazzavano ovunque, impigliandosi come le reti che lui teneva in mano?"

    Ma certo che lo avevi anche tu uno scopo:)...nessuno potrebbe scrivere tutto questo al tuo posto ,e perfino il pescatore è entrato in questa dimensione,in questa "rete" a sua insaputa ,senza conoscere il tuo scopo che cattura ogni immagine con un occhio fisso nell'obiettivo e l'anima dentro al senso che solo a te rivela.

    Già questo è un farmaco preventivo e curativo da non permettere che ti ammali :)

    Buonaserata a te e anche ai tuoi lettori


    L.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao L.
      Buonasera anche a te.
      Che poi, il mio scopo, quando si tratta del mare lo conosco sempre. So perché vado, so anche quando è il momento di tornare.
      Un abbraccio.

      Elimina
  7. Sai tesoro, in questo ultimo mese dopo il ricovero, prendo dei farmaci che mi indeboliscono molto, io donna attiva che teneva sempre la casa in ordine, stiravo, lavavo pulivo e lo facevo volentieri, Ora mi pesa, ma i miei figli mi spronano ad alzarmi dal divano e a fare tutti quei lavori, hanno ragione così penso di meno. La mia casa l'hanno allestita per natale, non importa se l'usanza era del 8 quest'anno glielo concesso volentieri, hanno tirato fuori persino i lavoretti che avevano fatto al asilo, è una cosa bellissima. Il mare mi manca, ho appeso due quadri in ufficio con il mare, hanno le cornici dorate, per niente moderne, ma li ho trovati in soffitta di mia madre e li ho appesi. Qui c'è la neve, fa freddo i panni fuori non asciugano più nemmeno quando arriva il sole. il sei sarò di nuovo ricoverata spero per pochi giorni, giusto per capire la terapia che dovrò seguire. La neurologa mi ha preparata, abbiamo passato più di un ora e mezza e prima di uscire i miei occhi bagnati lei mi ha detto che erano bellissimi e anche se le norme per il Covid non lo prevedono mi ha abbracciata. Probabilemnte non potrò più guidare la macchina, addio indipendenza, addio centri diurni, addio ricoveri, ma io sarò in mezzo a loro ho mandato gelatine di caramelle per tutti da un operatrice. Poi forse questa patente non me la toglieranno dipende da cosa diranno dopo il sei. Essere una donna indipendente è sempre stato il mio forte. Ora mi dovrò adeguare. Non essere triste, goditi il mare d'inverno, vai più spesso al mercato. Io comunque ho il sorriso... lo vedi da laggiù io c'è l'ho anche per te. Una abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Valeria,
      non sai che darei per guardare un po' le belle decorazioni dentro casa tua. Quest'anno ho già messo qualcosa anche io, ma il resto lo devo tirare fuori, magari nei prossimi giorni. Ma stavolta ho voglia di Natale, di famiglia, di affetti sinceri. Credo che ci scriverò un post.

      Un grande immenso in bocca al lupo per il 6. Io sono dalla tua parte, ti voglio sentire serena, voglio che tu riesca ad essere ancora indipendente, voglio che tu sorrida e sia felice. Averti conosciuta è un onore immenso e lo dico con il cuore. Ti penserò il 6 e nei giorni successivi. Certo che ho il sorriso, assolutamente, e lo mando anche a te. Un mega abbraccio.

      Elimina
  8. No non ti ammalerai nonostante lo stato d'animo possa essere importante per avere più alte le difese immunitarie. Giù di corda forse lo siamo in tanti, l'importante è non impiccarsi a quella corda ma aggredirla per risalire la china e tornare a vedere con spirito indomito, nostalgico ma al contempo sereno per quanto possibile, il mare d'inverno.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No no, che corda :D
      Io non voglio impiccarmi in nessuna corda. Ci stanno momenti in cui si è più giù, poi sicuramente il freddo nel mio caso non aiuta, non ho mai potuto soffrirlo.

      Elimina
  9. Ma perché dovresti ammalarti? Il freddo è salubre, basta coprirsi bene. Io spero che il termometro vado sotto zero per poter assaporare il freddo pungente sulla faccia e nota che vado sempre e comunque in bici a tutta birra.
    Ciao Dama, coltiva solo pensieri positivi e caccia via quelli melanconici e negativi che non portano a nulla. Evviva la vita e la vitalità.
    sinforosa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il freddo è salutare ma non lo amo, mi sono ammalata più volte in realtà :D comunque per fortuna stavolta non è successo.
      Ben riletta Sinforosa e un abbraccio.
      PS= coltivo ogni giorno pensieri positivi, ma se non vengo qui a sfogarmi ogni tanto, dove? :D se poi vi tedio mi dispiace, ma continuerò ;)

      Elimina
  10. Io le donne le guardo negli occhi. E' di cattivo gusto soffermarsi sul lato B.
    Se portano gli occhiali neri, allora mi soffermo sulla bocca. A me piace quella di Scarlett Johansson.
    Una volta hai lasciato il tuo Pin di Instagram. Ho guardato solo una foto e poi, per rispetto, l'ho cancellato.
    Ciao.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai il vizio di metter sempre qualche parola a sproposito.
      Una delle ragioni per cui non tornerò sul tuo blog.
      Ciao a te.

      Elimina
  11. Sarebbe bello vedere qualcuna delle foto che hai scattato...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Qui no, non compariranno mai temo :)
      Ma grazie per la tua genuina curiosità.

      Elimina
    2. Controlla il testo di questo post e leggi bene.

      https://pensieriscossi.blogspot.com/2018/01/la-folle-corsa.html

      Elimina
    3. Sei pregato di fare i tuoi giochetti altrove Gus, a me non interessano :)
      Addio.

      Elimina
    4. Chiedendo scusa a Sara per questa mia intromissione,adesso sono io a risponderti Gus:qual'è il tuo problema?

      Non contento in quel lasso di tempo sei corso su altri blog a "disturbare" manco avessi preso in parola Sara dicendo di fare certi giochetti altrove...

      Tra i tuoi post verbali scritti nel tuo spazio e le tue azioni devi far pace ,te lo dico con tutto il cuore,e adesso cerca di farti una tisana,di riposare e di lasciare tranquille le persone,vedrai gioverà anche a te,buonanotte!


      L.

      Elimina
    5. Io sono intelligente e la mia parola corrisponde alla verità.
      Sara è furba e dialoga con la menzogna.
      Io sono tranquillo e lei non può parlare di giochetti quando sul post citato c'era un link che conduceva a Instagram e a damina85.
      Una sciocchezza. Volevo solo avvertila di togliere il link per salvaguardare la sua privacy.
      Dato che non è intelligente, ma solo furba non ha capito niente e dopo avermi offeso ha cominciato a cancellare.
      Ti saluto anonimo.

      P.S.

      Non cancellare e bevi una camomilla.

      Elimina
    6. @L grazie mille per aver capito ;) ho dovuto cancellare anche un paio di suoi post dal momento che trova gusto a venir qui a scrivere dettagli del mio profilo instagram. Sa che mi dà fastidio e come un ragazzino ha piacere a farmi innervosire. Fortunatamente non ci riesce, non accetto gesti simili da una persona adulta. Inizia solo a farmi pena.

      @Gus non sta a te fare un distinguo tra la mia mancata intelligenza e la mia furbizia (così dici). Ti ricordo che non sono mai venuta a cercarti, sei tu che sei tornato qui, non chiamato.
      Tornatene a casa tua, qui non sei benvoluto né bene accetto. Sei una pianta infestante, e io apprezzo ben altro tipo di piante.
      Fatti una vita e pensa a quella. Adios. Se ci saranno altri messaggi tuoi cancellerò senza neanche prendermi la briga di leggere, questo è l'ultimo che ti concedo.

      Elimina
    7. Ciao Sara ,grazie a te che ci onori sempre con i tuoi bellissimi e profondi "pensieri scossi",in un certo senso rappresentano anche delle coraggiose rivelazioni del tuo animo e personalmente ritengo vadano "difese".

      Quando seguiamo delle persone ascoltandole davvero è sempre un piacere quel soffermarsi ,quel passaggio da loro ,che può essere testimoniato attraverso un commento scritto o il silenzio e l'incanto per ciò che riescono a trasmetterci.Ho sempre ritenuto questo spazio sereno e aperto alle osservazioni e agli scambi che che rilascia la nostra vera essenza.Ho sentito quindi di motivare il mio grazie a te :)


      -@Gus

      Hai un animo molto tormentato Gus ,mi dispiace ,ma non trovo giusto che questo vada ad influire negativamente in spazi dove entri con una rosa scusandoti e poi la strappi di mano ,dalla parte superiore, alla persona a cui l'hai donata ,facendo cadere a terra la bellezza racchiusa nei suoi petali sparsi,e lasciandole in mano lo stelo spinoso.È un paradosso non trovi ?Non hai cercato di capire e accettare perché Sara avesse "accolto" e ringraziato per il tuo tentativo di riappacicazione ma motivatamente e dimostrabilmente (purtroppo per te)restia a compiere dei passi indietro .Ti sei sentito offeso e hai usato la stessa arma dell'offesa per violare apertamente tu per primo la sua privacy.È una contraddizione un comportamento simile con i temi sull'amore che spesso tratti nel tuo blog,questo mi ha sempre rimasta perplessa sai,da anni.Onestamente in tarda motte avevo letto anche l'altro commento (cancellato )dopo il mio e ho pensato e osservato la tua "solitudine",ti avrei portato a raccogliere le olive con me se avessi potuto,a farti entrare in contatto vero con quella parte di vangeli di cui spesso ti fai interprete numerandoli,senza poggiare piede sul terreno o forse un po smarrito dalle vicissitudini della tua vita.Ciò che mi dispiace davvero Gus è che hai sprecato nuovamente una bella possibilità anche se solo quella di aver mancato ad una mia speranza di pace tra te e Sara ,ammetto che mi avrebbe fatto molto piacere...anche se coi tempi che corrono spesso gli animi si rigenerano più nelle liti e nelle offese che alla consolazione di un autentico sorriso o "grazie".Un problema mio,chissà ...Un Saluto!

      Buona giornata a tutti e a te Sara.



      L.





      Elimina
    8. Sara, in questo post ho capito chi sei e sicuramente non ho nessun interesse a commentarti.
      Logicamente devi impedire che altri, qualche utile idiota, venga a farneticare sul mio conto.
      E' troppo comodo offendere e negare la risposta all'offeso.

      Elimina
    9. -Logicamente devi impedire che altri, qualche utile idiota, venga a farneticare sul mio conto.
      E' troppo comodo offendere e negare la risposta all'offeso.

      Gus aprimi a casa tua e non inquinare più questo spazio pacifico,apri ad un "idiota" e assumiti la responsabilità dei tuoi errori e delle tue di offese!

      Leggiamo un passo del vangelo assieme se non hai tu " paura della verità" non chi cancella ripetutamente e giustificatamente i tuoi commenti ,qui come altrove .


      L.





      Elimina
    10. come ho fatto bene a smettere di scrivere.....

      Elimina
    11. @L ti ringrazio di apprezzare i miei pensieri scossi :) un abbraccio e buona giornata.

      @Gus hai cominciato tu e adesso ti lamenti che qualcuno voglia risponderti? è inconcepibile. :D
      Comunque io chi sei l'ho capito anni fa, per cui tu sei certamente in ritardo. Buona vita.

      @Francesco dici? a me invece piaceva venirti a leggere ;)

      Elimina
    12. Secondo me uno che va a spulciare i blog di chi gli ha scritto chiaramente di non volere ulteriore interazioni ha tanto tempo a disposizione e una predisposizione a invadere la privacy altrui.

      Inoltre, non sono sicura se sia legale o meno divulgare (o rendere accessibili) dati riguardo altri utenti, soprattutto quando questi hanno fatto esplicita richiesta di astenersi.

      @Dama: secondo me, cancella i commenti dell'utente che non ti stanno bene (in quanto contenenti dati che non vuoi essere leggibili in chiaro).

      In fondo questo è il tuo blog.

      Non farti problemi, tu non stai perseguitando nessuno, stai solo tutelandoti.

      Un abbraccio,
      :)

      Elimina
    13. Questo sicuramente. D'accordo al 100% con te ;)
      Un abbraccio, a presto.

      Elimina
  12. sai che capita anche a me di girovagare per le strade senza una meta precisa: in genere lo faccio in pausa pranzo e in questo periodo mi piace stare al sole per mitigare il freddo che anche a Verona è molto intenso in questi giorni. Ovviamente le mani sono la prima cosa che si gela!!!
    Un sorriso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Le mani sembrano proprio cadere, che sensazione orribile :D
      Un abbraccio Luigi, grazie.

      Elimina
  13. Ho letto fra i commenti che alla fine non ti sei ammalata, per cui bene così. Il mare d'inverno e il freddo mi danno energia, ma il rischio di ammalarsi c'è sempre. Ti abbraccio comunque, è sempre piacevole navigare fra questi tuoi pensieri che condividi con noi

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te di aver voluto navigare un po' insieme a me :)
      Un caro abbraccio. A presto.

      Elimina
  14. Sei andata a mare perchè sentivi che era un valido interlocutore al di là del clima. Il freddo, l'umido sono ottimi punti di riferimento dopo, quando ti muovi in contesti diversi...e ricordi il mare d'inverno.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Verissimo il fatto che il mare sia un valido interlocutore.
      Per me uno dei migliori, sicuramente.
      Grazie per la visita :)

      Elimina