sabato 28 agosto 2021

Riviera

fonte: chiamamicittà. it


Sono in una camera d'albergo a guardare la pioggia cadere copiosa al di là della finestra. 
Siamo qui da sei giorni, domani si riparte. Due di essi li abbiamo trascorsi un po' arrabbiati con questo tempo balordo che ha falciato via un paio dei nostri programmi, ma siamo grati per gli altri quattro in cui abbiamo potuto annusare, assaporare, esplorare, vagare, immergerci nelle suggestioni di questo luogo che ci resterà nel cuore insieme a numerosi altri.
C'è molta vita qui, a qualunque ora del giorno e della notte.
Solo uscendo all'alba ci si può immergere in un'appagante solitudine. E io abbandonavo la mia stanza ancora prima che il sole sorgesse, così da potermelo poi gustare sulla spiaggia, vederlo uscire dal mare e poi sollevarsi rossiccio in cielo innaffiando il mondo di raggi.
Sono stati momenti speciali, di completa comunione con quello che avevo intorno e con il vero centro di me stessa. Come se per trovare la mia anima dovessi andare a cercarla nella purezza, nel silenzio, nella bellezza di un nuovo giorno che prende vita, da sola. Senza parlare, senza condividere, senza sentire altro se non le mie sensazioni esplodere violente dentro di me.
Mi sono sentita felice in quei momenti. Autenticamente felice. 
Poi c'era tutto il resto. Che era comunque bello, forte, potente. Ma mai così, mai come quell'ora e mezza in cui il mio corpo macinava chilometri senza quasi accorgersene.

Qui i locali hanno una marcia in più e la gente vi si riversa già dopo le dieci del mattino, per poi farli letteralmente esplodere alla sera. C'è gente ovunque, un fiume di persone. Gente che viene da ogni parte d'Italia ma anche dal nord Europa e dall'Asia. E' un mondo variegato, affascinante, ma pure turbolento. Non vi si potrebbe vivere in mezzo e riuscire anche a pensare. Ci si può immergere solo per un po', lasciarsi avvolgere da quel fiume, camminargli attraverso, navigare a vista senza perdere d'occhio la riva.

Sto collezionando nuovi ricordi. Cartoline di posti che ho visitato, diari interni di sensazioni che ho provato. Non voglio perdere niente, sento l'esigenza di tenerli qui con me. E allora scatto. Guardo. Annuso. Assaporo. Gioisco. Rido. Scrivo. 

20 commenti:

  1. Ti leggo serena. Sono contenta, spero queste belle sensazioni ti accompagnino ancora per un bel po'.
    Ti abbraccio,
    Nuvola

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, spero anche io di riuscire a portarle con me il più possibile.
      Baci.

      Elimina
  2. Fai bene a non voler perdere un solo istante, né un ricordo.
    Annota tutto nel taccuino del tuo cuore, così come in quello che si può portare in borsa.
    Goditi questa vacanza fino alla fine.
    Ti abbraccio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Proprio come hai detto Claudia ;)
      Grazie. Ricambio l'abbraccio.

      Elimina
  3. >Non vi si potrebbe vivere in mezzo e riuscire anche a pensare.

    Ti comprendo, avendo vissuto (per motivi di lavoro) in un posto simile per oltre vent'anni. E comunque, la ruota panoramica che si vede nella foto mi pare di conoscerla :-)
    Buon rientro.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Probabilissimo che tu la conosca ;)
      Grazie Andrea. Spero anche tu abbia fatto delle buone ferie.

      Elimina
  4. Non perdere nessuna emozione, nessuna sensazione, nessun ricordo. E' bello vedere che sei serena. Buona giornata

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie :) ma del resto a questo servono le vacanze.
      Buona domenica.

      Elimina
  5. Nonostante il tempo, mi sembra che tu stia passando ina piacevole vacanza

    RispondiElimina
  6. ti meritavi riposo e vacanze, ottimo direi :-)

    RispondiElimina
  7. Sarai ritornata al lavoro , riposata , serena e con dei bei
    ricordi di questa vacanza . A proposito di folla , la mia
    amica finlandese che vive in una cittadina silenziosa , anni
    fa è stata in vacanza alle Canarie . Mi ha scritto " Bello ma ,
    non potrei mai vivere lì" . La posso capire perchè sono stata
    a trovarla , tanto verde e tanto silenzio . Un altro mondo .
    Un abbraccio settembrino . Laura

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si Laura, sono tornata ma felice per i giorni trascorsi in giro. Ci voleva proprio.
      Un abbraccio grande e grazie per la visita.

      Elimina
  8. .."Sogno un'intera settimana di sole. Un'intera settimana di allenamenti all'aria aperta, con la mia musica alle orecchie, le gambe felici e scattanti, il cuore allegro."
    La felicità fatta persona.
    Il mio abbraccio forte
    Maurizio

    RispondiElimina
  9. Le vacanze rigenerano, specie quando ci si approccia con passione, curiosità, voglia di bellezza. Le albe adriatiche una chicca speciale, per noi tirrenici, affascinanti.. anche se poi, a me personalmente, la frenesia di quei posti non fa impazzire.. ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Una frenesia che invece io ho apprezzato. Mi piaceva tutta quella vita. Saltuariamente la posso ben volere ;)

      Elimina