mercoledì 21 luglio 2021

Anni Luce




Vagabondavo senza meta, sebbene stessi percorrendo più o meno lo stesso itinerario di sempre. Le gambe andavano da sole, non era necessario che mi concentrassi, che gli dicessi cosa fare. C'è una memoria nel nostro corpo che a volte funziona meglio della mente stessa. In un certo qual senso l'affianca, fa da sé quando l'altra si perde nei suoi meandri.
E allora la mia mente era distante anni luce e il mio corpo, invece, sapeva dove andare. Mi conduceva con un passo che dal di fuori poteva sembrare spensierato, ma che in realtà nascondeva una dose di fatica distribuita equamente per ogni porzione di me.
Non mi piace la parola "fatica". Mi ricorda che c'è uno strato di sofferenza che tutti dobbiamo attraversare e che già da bambina osservavo sul volto dei miei genitori assorbendone una parte. In queste giornate la percepisco distintamente, in me e Fred, ma anche in mio cognato. Come se ci si fosse incollata addosso e faticassimo a ripulirla via al momento della doccia. Ci resta sulle vertebre, si accumula. Non la si può sudare via come una tossina.

Ieri ho compiuto 36 anni.
Diversamente dagli anni scorsi e nonostante gli eventi dolorosi degli ultimi giorni, l'ho vissuto in maniera quieta: senza amarezze, senza paranoie, senza quella solita paura del tempo che passa. E non è dipeso da una ritrovata saggezza o da una formula magica. Sono state le persone che ho nella mia vita. Quelle vicine, quelle lontane. Hanno saputo esserci tutti. Chi di più, chi di meno, ma tutti. In un abbraccio generale che mi ha fatto sentire amata, che mi ha sostenuta.
E' un periodo complicato e non voglio mentire affermando che tutto va bene. Il lutto mi fa sentire febbricitante, indolenzita e addolorata, e peraltro si è inserito in un momento già difficile di per sé.
Però ieri, nonostante il contorno gravoso, sono stata bene.
Che poi ho quasi solo lavorato, in realtà. Non ho guardato il tramonto gettarsi in picchiata sul mare come 366 giorni fa. Non sono andata a cena fuori con Fred o con gli amici. Però non ho neanche pensato a tutte quelle cose che penso sempre nel mio genetliaco. C'era una dose di euforia in me, come una piccola scintilla capace di scaldarmi il cuore e regalarmi un raro senso di pace.
Le persone, le relazioni, i rapporti umani...sono davvero tutto quello che abbiamo. E dobbiamo prendercene cura ogni giorno perché non c'è pianta che produca fiori coloratissimi in un terreno arido e desertico. L'amore va dissetato con costanza.

28 commenti:

  1. La vita è un attimo che vola via. L’essenziale sta negli affetti che ci circondano e nelle cose più semplici. Anche se per te non è un bel periodo, ti lascio gli auguri per il tuo compleanno e son felice di sapere che lo hai trascorso serenamente. Un abbraccio a te.

    RispondiElimina
  2. Quanto mi è piaciuta la tua riflessione finale! È qualcosa di così scontato che però ormai in pochi vedono...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Magari non ci pensano, ma sono sicura che ogni tanto se ne rendano conto e tornino a pestargli attenzione ed importanza ;)

      Elimina
  3. Che bello sentirti dire queste cose.
    Tu che sostieni di non dare (più) importanza all'amicizia, ad esempio.
    "Le relazioni sono tutto quel che abbiamo". L'hai detto tu. E sai benissimo che per me vale esattamente così.
    Un abbraccio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per questo li definisco "rapporti umani", perché le Amicizie sono rare, le relazioni no. Anche un conoscente o un cliente può farmi sentire felice il giorno del mio compleanno, non è necessario essere amici nel vero senso del termine.
      Un abbraccio.

      Elimina
  4. L'amore va dissetato con costanza.

    Verissimo. E sono contenta di sapere che le tue persone care hanno fatto la differenza :)

    Un abbraccio, e carissimi auguri per il tuo compleanno :)

    RispondiElimina
  5. beh, per intanto di nuovo buon compleanno

    belle quelle ultime tre righe, le condivido pienamente

    RispondiElimina
  6. Sai, quelle piccole scintille, che entra improvvisamente nella nostra anima, senza una precisa ragione, un preciso tempo, non sono calcolate e per questo ci fanno stare bene. Forse ultimamente io ho usato il temine amico troppo spesso, è più giusto conoscenze umane come dici tu. Ho avuto delle belle batoste e ne ho sofferto molto. Sei dieci anni più giovane di me, un fiorellino, ma sai che fin da subito io la differenza d'età non l'ho percepita. Forse i miei discorsi sono un po' da vecchietta, mentre tu scrivi sempre dei post così belli. Non posso passare li da te se no ti avrei portato un rametto di lavanda. Una cosa semplice, te l'avrei lasciata sul bancone mentre mi preparavi un cappuccino. Solo per dirti auguri. I lutti sono ferite dure da rimarginare, spesso dopo anni non si sono ancora chiuse. Ma oggi sono certa che avrai ricevuto i tuoi clienti con un sorriso e spero qualcuno l'abbia ricambiato. Hai ragione tu non amici ma conoscenze umane, un saggio consiglio grazie e buona giornata con un abbraccio e un rametto di lavanda virtuale. Valeria

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Valeria, non sai quanto avrei apprezzato quel ramoscello di lavanda! immensamente. Sia per il bel gesto/pensiero, sia perché è una pianta che adoro e che mi fa sempre pensare a mia cugina.
      E' vero, non si dovrebbe abusare della parola amico. Ma a me non piace abusare neanche di altre parole che oggi si sentono sulla bocca di tutti...tesoro, amore, cara, e neanche ti conoscono. Incredibile.
      Un abbraccio grande e grazie di tutto.
      PS= non scrivi affatto cose da vecchietta, non dirlo nemmeno ;)

      Elimina
  7. E io , dalla Liguria , ti avrei mandato una pianta di ulivo ...
    Buon Compleanno anche se in ritardo e felice tu abbia trascorso
    una giornata serena .
    Amici , sono pochi e si perdono , forse le buone conoscenze
    resistono di più . Comunque cerca di vedere e prendere il
    meglio da chi frequenti , e poi non sei sola , ci siamo tutti
    noi . Ti sembra poco ?
    Abbraccio , oggi caldo . Laura

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E pensa che nella mia Sabina di ulivi è pieno :D ne abbiamo una quarantina anche noi in famiglia, un tempo erano di più.
      Grazie per il pensiero.
      E no che non mi sembra poco. La vostra vicinanza è sempre un grande conforto per me. Grazie davvero. Un abbraccio.

      Elimina
  8. Mi unisco con piacere ai tanti auguri per i tuoi anni...che poi il fatto stesso che io continui a leggerti e a scrivere un commento sentito da qualche anno ,ormai...dimostra che anche contatti simili hanno un certo valore e continuano a dispetto di chi mette in dubbio l'identità di una persona e ciò che possa rappresentare.L'amore unisce sempre e comunque e non si concede a dubbi,ma sa rivelarsi da sé se non si sopprime l'attesa e non ci si limita ad aspettative che sono fuorvianti per l 'amore stesso !Spesso è proprio piu vicino di quanto pensassimo se non addirittura dentro di noi...altrimenti con quale chiave riusciremmo ad aprire il contatto con gli altri vicini e lontani?

    Buona serata e grazie per i tuoi post



    L.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E a me che tu venga qui, mi legga e mi lasci un commento fa sempre un gran piacere. Grazie di cuore, dico davvero.
      Contatti simili per me hanno un valore ed un peso. Se per qualcuno non è così, forse non dovrebbe aprire un blog :D
      Buona serata.

      Elimina
    2. " Se per qualcuno non è così, forse non dovrebbe aprire un blog :D"

      Oddio bastasse solo che non diventi una sorta di "abuso di potere":D ,sorrido anche io e ancora ti ringrazio...


      L.

      Elimina
    3. Questo è un bloggerino di pensieri scossi :D
      Non c'è potere di cui poter abusare, qui.

      Elimina
  9. Gli auguri qui in ritardo, ma in tempo altrove.. il tuo regalo è quella scintilla che distingui e preservi, e che riesci a sottolineare in ogni post. Delicatamente. Ecco, io ti ringrazio e ti auguro di mantenere sempre delicatezza e scintilla. Ma so che riesci già da sola e anzi, discretamente, insegni. Un abbraccio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Franco, hai usato parole molto belle :)
      Non credo di insegnare alcunché, non sono abbastanza saggia. Sono io stessa in divenire.
      Buona giornata e ancora grazie.

      Elimina
    2. Un gran bel divenire, che fa tesoro del passato.

      Elimina
    3. Spero vivamente che sia sempre così. Per me ma anche per tutti, diciamo a livello globale.

      Elimina
  10. Una giornata per stsccare con la testa senza fare nulla di particolare ma avendo cura della tua anima Ps Bion compleanno di cuore

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi sembra di non poter trovare mai quella giornata...
      Sembra impossibile.

      Grazie per gli auguri :)

      Elimina
  11. Auguri è una grande età 36
    La tua descrizione poi è incoraggiante per i miei prossimi compleanni sempre un po' in attesa e spesso delusi poi parli di fatica, non ne parliamo.
    Il mio lavorare pesante e con il caldo ti puoi immaginare ti farò una confidenza: il più delle a volte mi levo gli scarponi e faccio il mio spuntino con i piedi nel ruscello vicino dove lavoro mi sento riavere perché senza un'adeguata attrezzatura è bene non lavorare, ma questi giorni è pesante

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Immagino le difficoltà di lavorare all'aperto con questo caldo allucinante. Io sicuramente non resisterei più di 2 giorni :)
      Grazie per gli auguri.

      Elimina
  12. È bello ricevere gli auguri il giorno del compleanno, da vicino e da lontano. L'intero creato si rallegra per la tua vita, poiché tu sei parte di esso.

    RispondiElimina