martedì 22 giugno 2021

Scende La Sera

 

Fonte: soloscuola. com


Scrivo in terrazzo questa sera, le tende tirate giù a regalarmi una sensazione di isolamento e di privacy provvisoria. Il sole è tramontato da un pezzo ma il cielo offre ancora un pallido chiarore.
Questo sarebbe il momento perfetto per pensare, per riflettere, per discutere con sé stessi. 
In fondo sono sola e gli unici rumori che avverto sono qualche rara automobile e l'abbaiare instancabile dei cani del vicinato. 
E invece di pensare non mi va. Coltivo l'idea di poter resettare il cervello, metterlo in stand by per un po', tenerlo chiuso in cassaforte almeno fino a domani mattina.
Non c'è pensiero che non possa essere tenuto in freezer almeno per una notte.

Sono stata al mare questa mattina ma mi sono limitata al marciapiede, senza scendere sulla spiaggia. 
Ci sono i turisti ora, anche al mattino presto.
E quella striscia di sabbia che fino a maggio mi apparteneva come se ci fossimo reciprocamente scelti, ora va condivisa anche con tutti gli altri.
Li guardo senza realmente vederli, come se fossero tutti uguali, come se si trattasse di sagome senza volto di cui percepire la forma ma non la sostanza. Per me non sono che semplici comparse.
Non provo vero fastidio, è più una percezione di distacco. Mi manca la comunione con il mare, la solitudine di quei momenti un po' speciali che a raccontarne le sensazioni per filo e per segno non ci crederebbe nessuno.
E' come quando vorresti parlare con qualcuno ma la stanza è piena di gente e non hai un solo minuto per poterlo prendere da parte e dirgli ciò che devi.
Siamo stati insieme ma eravamo separati, divisi, emotivamente distanti. E allora ad un certo punto me ne sono andata, interiormente insoddisfatta, come se non avessi preso nulla di quello che ero andata a cercare.


24 commenti:

  1. È normale, non saresti tu se non avessi scritto queste sensazioni, tu ami il mare ma lo ami, come recitava un famoso brano di Ruggeri portato al successo prima dalla Bertè, d'inverno, quando il rapporto con "lui" è diretto, silenzioso, senza altri sguardi indiscreti ed impiccioni a disturbare il vostro dialogo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il mare lo amo in tutte le stagioni, non credere.
      Ma lo amo meglio e di più quando siamo soli, indisturbati :)

      Elimina
  2. Già il mare, anche io lo amo quando non ci sono turisti, meno in estate. I miei soci mi mandano le foto, perchè sono spesso in Liguria per lavoro e sanno che mi manca. Vorrei vederlo verso sera, al tramonto, ma vorrei soprattutto stare ad ascoltarlo. Sono sicura che tornerai a trovare il tuo mare, magari cercandoti un posticino tutto per te. Buona giornata Valeria

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma si Valeria, io al mare ci vado continuamente lo stesso, non aspetterò che si svuoti. Magari alcuni giorni riuscirò comunque a provare quelle sensazioni, anche con la gente intorno.
      Buona giornata anche a te.

      Elimina
  3. Mi dispiace che sul "tuo" tratto di spiaggia ci sia gente già dal mattino presto.
    Qui, per fortuna, prima delle otto non c'è quasi nessuno, e riesco a scegliere con Lorenzo l'angolino migliore.
    Un bacio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh si, qui son mattinieri anche altri oltre me :D quantomeno in estate.
      Felice per il vostro bel tratto di spiaggia solitaria. Baci.

      Elimina
    2. C'è una cosa che non ti ho mai chiesto, o forse non ricordo. Nel caso, bloccami.
      Non credo di aver mai letto di lunghe nuotate, o di tintarella sul bagnasciuga.
      Tu che ami così tanto il mare, non adori viverlo anche da bagnante?

      Elimina
    3. Faccio la lucertola al sole solo quando sono in ferie.
      Tutti gli altri giorni dell'anno ho una vita molto attiva, stendermi da qualche parte, ferma, per di più sotto il sole...sinceramente è l'ultimo dei miei pensieri e mi piace anche poco :D
      Riesco a fermarmi solo quando so che poi non devo lavorare, ergo...agosto.
      Baci.

      Elimina
  4. È vero, quando sei in completa solitudine, il mare assume tutto un altro significato e le emozioni che trasmette sono indescrivibili. Ti trasporta quasi in una dimensione eterea, almeno è quello che succede a me. Quando ci sono altre persone, è bello lo stesso, però tutto quel rumore un po’ destabilizza.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' un altro tipo di comunicazione, di simbiosi.
      E' sempre mare, ma ha tutt'altro sapore.

      Elimina
  5. Di certo la tua non sarà gelosia ma un forte senso di possesso sì e ti capisco.
    In gioventù ho trascorso quasi un anno in Liguria per lavoro, da gennaio a settembre e ai primi di marzo, all'arrivo dei turisti, vedere quelle persone che si godevano il "mio stesso mare" mi dava alquanto fastidio. A parte che il mare lo adoro in inverno quando non c'è nessuno, appunto, il carnaio dell'estate mi sgomenta e lo rifuggo volentieri per raggiungere le Dolomiti.
    sinforosa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In realtà, cara Sinforosa, non mi sento né gelosa né possessiva.
      Solo egoista :D in certi momenti lo vorrei solo per me, tutto qui.
      Un abbraccio.

      Elimina
  6. Risposte
    1. Fine di settembre, si.
      Comunque non fa nulla. Nel frattempo mi godo l'estate.

      Elimina
    2. Ma ci mancherebbe.
      Mica mi stavo lamentando ;) semplici constatazioni.

      Elimina
  7. Stamani ero a Nettuno, quattro giorni il mio papà ed io, soli nella casa comprata due anni fa per mamma..in spiaggia un sacco di gente, cielo corrucciato, qualche goccia di pioggia ma destinata a passare. A fare il bagno solo noi, ed ecco riappropiarci di quel mare, calmo e quieto, "egoisti" anche noi, nel volerlo tutto per noi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono contenta che tu possa trascorrere questi bei giorni da solo con tuo padre :) sarà una bella esperienza, ne sono sicura. Godetevi il mare.

      Elimina
  8. Conosco bene la sensazione, sono parecchi mesi che non vado al mare, l'unica cosa che faccio è ascoltarne la voce da lontano. Mi manca ma non sopporto le spiagge luride, mi fa male il cuore. All'inizio la pulivo ma ogni giorno la ritrovavo più sporca di prima... Lo ammetto mi sono arresa e questo mi fa sentire pure codarda e delusa...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non sei codarda...sei stufa per come vanno le cose lì, per la poca cura che hanno delle spiagge e di molte altre cose.
      Vorrei proprio che tu riuscissi a trasferirti. Un abbraccio.

      Elimina
    2. Ormai l'avete capito tutti che non ne posso più vero? 😉
      Purtroppo ora non posso ma passerà anche questo periodo! Ho dei bei progetti lontano da qui, prima o poi ti racconto!
      Grazie del sostegno e della pazienza!
      Ti abbraccio forte! ❤️

      Elimina
    3. Aspetterò di sentirti parlare di questi progetti, intanto inizio ad incrociare le dita che male non fa ;)
      Baci.

      Elimina
  9. Anch'io amo il mare d'inverno , è tutto mio . Usciamo nel pomeriggio
    e ci godiamo il sole che tramonta e si nasconde sotto il mare .
    In Estate usciamo dopo cena e il sole sparisce dietro il monte
    di Portofino lasciandosi dietro una scia rosseggiante .
    E' sempre uno spettacolo . Dai , tornerà l'inverno e il mare
    sarà nuovamente tutto tuo . (e mio).
    Buona Domenica . Riposati . Laura

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per carità, l'inverno per me non è assolutamente una condizione desiderabile :D e penso di poter godere dell'estate a 360° nonostante io debba condividere il mare con tutti gli altri.
      Certo, mi mancano quelle sensazioni, ma questa rimane una stagione speciale per me, nonostante tutto.
      Un caro abbraccio e buone passeggiate serali ;)

      Elimina