giovedì 14 gennaio 2021

Cacofonia

 

Fonte: La Repubblica

La pesantezza della sindrome premestruale.
Di quando il mondo sembra caderti addosso tutto insieme e non riesci a stendere neanche le braccia per parare i colpi. 
Le palpebre cadenti, un palloncino gonfio e dolorante all'altezza del basso ventre, il cuore che si agita convulso dentro la gabbia toracica.
E quel vorticare di pensieri, il clamore che suscitano agitandosi tutti nello stesso momento, come voci che si sollevino dal silenzio nel medesimo istante, fino a diventare cacofonia. 

E vorresti solo chiudere gli occhi. 
Metterti a letto a pancia in giù.
Sentire il calore di una coperta sulle spalle, sulla schiena, sui piedi.
Ma la vita ti chiama, non ti aspetta, non ha pietà del tuo malessere. Devi restare sveglia, all'altezza della situazione. Devi fare tutto quello che fai sempre anche se non sei la stessa di ogni giorno, anche se senti che ogni respiro diventa faticoso, anche se le ore che ti separano da una nuova notte ti sembrano eccessivamente lunghe.

Vorresti un giorno di tregua.
Di quiete.
Da sola.
Senza dover aprire la bocca per parlare.
Senza doverti preoccupare delle mille cose di cui ti preoccupi ogni giorno.
Vorresti semplicemente sparire, non farti trovare, sbarrare la porta e non aprire a nessuno. E non doverne uscire, soprattutto. Lasciarti cullare dal buio di una stanza vuota, con le ginocchia al petto, un silenzio perfetto che t'avvolge.

26 commenti:

  1. Nel mio giorno di riposo mi connetto al mondo (e anche ai blog), poi poi stacco tutto e mi riposo. A volte non faccio proprio nulla...ed è bellissimo così.
    Serve lo scarico della mente, fa bene anche al corpo.
    Faccio fatica però a tenere la bocca chiusa XD e infatti dopo un po' mi attacco al telefono...ahah

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Riccardo,
      io sono un tipo molto attivo quindi per me è anche strano desiderare di staccare da tutto.
      Ma se sono stanca, se sono malata o, come in questo ho il ciclo, vorrei sul serio non dover fare nulla.
      Al contrario di te, preferisco il silenzio :D

      Elimina
  2. Ah quanto ti capisco!
    Ieri mi è venuto il ciclo, la sera ho ricevuto una pessima notizia lavorativa, e oggi sono a terra in tutti i sensi.
    Per fortuna passa in fretta, però.
    Il malessere emotivo. Quello fisico dura almeno sei giorni. E in che misura, visto che soffro di ipermenorrea. ��������

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi dispiace per la cattiva notizia lavorativa :(
      Ti mando un forte abbraccio e spero si possa risolvere al meglio. Baci.

      Elimina
  3. Noi maschietti viviamo il ciclo mestruale solo di rimbalzo, spesso facciamo da cuscinetto, da "coperta sulle spalle", cerchiamo di comprendere, chi più chi meno chi per niente. Ora ho a che fare con le vampate, altro fenomeno tutto vostro.. ma per ora non te riguarda proprio.. ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beh, spero non mi riguardi per tanto tantissimo tempo ancora ;)
      Il ciclo me lo tengo ben stretto, nonostante tutto.

      Elimina
  4. Posso capire come in quei momenti la tregua ed il riposo siano fondamentali, e come quando si sta male, in questo caso per una causa che riguarda solo voi donne, si vorrebbe solo tenere il mondo fuori da noi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Almeno un giorno al mese, si, lo vorrei.
      E non mi vergogno di dirlo.

      Elimina
  5. Noi donne siamo resilienti.
    sinforosa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si, ma bisognerebbe avere anche il diritto di non esserlo, ogni tanto.

      Elimina
  6. Questo post da voce alle donne, a me, alla mia Michelle a tutte le donne. Si sia io che mia figlia conosciamo questi dolori, forse è una delle cose che non avrei voluto tramandare a mia figlia. Si continuiamo a svolgere i nostri compiti, lei va a scuola e spesso a anche vomitato. Mi piace che un post del genere sia stato scritto da una donna. Ti ringrazio per aver in modo eccellente, affrontato questo problema. Un abbraccio Valeria, farò leggere il tuo post anche a mia figlia. Grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se tua figlia vorrà passare di qua sarà sempre la benvenuta :) un grande abbraccio ad entrambe.

      Elimina
  7. Non so se sono sola io ma dopo ogni mestruazione, quando sono passate da pochi giorni il ricordo di quello che per me è una vera e propria possessione demoniaca con perdite ematiche sparisce di modo che quando tornano ecco lo shock e la meraviglia (e i dolori e la voglia di non esistere etc etc) .

    RispondiElimina
    Risposte
    1. :D mi fa sorridere che tu ne abbia parlato come di una "possessione domoniaca". Sul serio, mi hai strappato un sorriso.
      Comunque spesso è così anche per me. Ci penso solo mentre le ho, poi me ne dimentico.

      Elimina
  8. quando è così secondo me devi prenderti quel giorno

    RispondiElimina
  9. La pensavo anch'io così quando ancora ero mestruata .
    Oggi ho talmente tanti disturbi che il periodo mestruale
    è niente al confronto , al massimo una settimana ,
    i miei disturbi ; finchè vivo .
    Prenditi un giorno di riposo , stai a letto ben coperta
    (o scoperta) , una pastiglietta x il pancino e sonnecchia
    tranquilla . Domani è un altro giorno . (Via col vento).
    Abbi cura di te . Laura

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il primo giorno è andato, non ci penso già più.
      Almeno fino al prossimo mese.
      Ma prendere un giorno di riposo, beh, non si può.
      Un bacione.

      Elimina
  10. Io non soffro della sindrome premestruale, perché giorni così neri me li creo da sola :-P
    Comunque ti capisco lo stesso perché mia sorella sta malissimo esattamente così ed anche lei poi ha un lavoro molto pesante e che le richiede molto impegno e fatica fisica.
    Ma siamo donne, ci tocca questo e siamo più belle anche per queste cose :-*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ci tocca e ce lo teniamo, sicuramente.
      Però un po' più di solidarietà dal mondo, per noi che siamo donne e certi malesseri non ce le siamo cercati, a mio avviso sarebbero indice di grande civiltà.

      Elimina
  11. Ovviamente non posso sapere né immaginare.
    Sicuramente momenti duri, pallosi.
    Dovrebbero garantire quel che chiedi.

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Solo un giorno di tregua dai soliti doveri.
      Non sarebbe male ;)

      Elimina
  12. posso solo aggiungere che ti comprendo e spero che non sia così con tutte le donne, ma a qualcuna deve toccare altrimenti le pillole per superare la cosa perché le pubblicizzano e le fanno?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No, non è così.
      Ciascuna donna è diversa. Per qualcuna più pesante, per altre così soft da accorgersene appena.

      Elimina