domenica 15 novembre 2020

Al Buio

 

Fonte: PadovaOggi

La via è completamente deserta, non si sente volare una mosca. 
I primi suoni arrivano dalla strada principale ma sono anch'essi attutiti, lontani, quasi del tutto assenti. C'è un silenzio che non ti aspetteresti, che sembra provenire dalle case stesse, come se tutti i loro abitanti tenessero la bocca chiusa. Come se i cani avessero simultaneamente voluto smettere di abbaiare. Come se i fuochi non crepitassero più all'interno dei camini e la nebbia scendesse fitta ma taciturna.

Mentre stendo sul filo il mio maglioncino mi attardo ad osservare il buio. Le automobili parcheggiate, i fiori quasi stecchiti all'interno delle fioriere, i lampioni accesi, il nero del cielo e dell'asfalto, le imposte sprangate quasi ovunque. E soprattutto osservo questo silenzio irreale, come se fosse anch'esso qualcosa da vedere, come se avesse una sua forma, una sua dimensione, come se fosse sostanza e presenza. E mi accorgo che il buio è più nero quando non ci sono forme di vita a rallegrarlo, quando resta da solo a dominare il mondo. Ne è padrone indiscusso, come Lucifero all'inferno.

40 commenti:

  1. guarda, dovresti vedere come è stata la mia nuova ridente località oggi, vista questa mattina per 90 minuti mentre correvo e oggi a fare la spesa

    semplicemente spettrale

    RispondiElimina
  2. Ieri sera torniamo da casa del mio papà prima delle ventidue, in ottemperanza al DPCM che riguarda il Lazio. Silenzio totale, sì, ma ho voluto coglierne il fascino, la quiete, l'irrealtà tangibile, un anomalo buio, come se si trattasse - e la cito para para da un'immagine presa dal web che mi ha colpito molto - "di luce con la mascherina".

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Chi sa vedere il bello anche in questo buio che ci avvolge, merita un applauso :) dunque eccoti il mio, Franco. Complimenti.

      Elimina
  3. Non è solo il buio in quanto tale ma, come hai detto anche tu, l'assenza di vita che lo rende ancora più tetro ed inquietante oltre che triste.

    RispondiElimina
  4. E penso sia un buio che fa riflettere, di quello (citazione) che quando lo guardi, anche lui ti rivolge lo sguardo.
    Padrone di questo mondo, in questo preciso momento.

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si Moz, bellissime parole che definiscono la realtà.

      Elimina
  5. Tornerà anche il tempo della luce e dei rumori :)
    Ieri davanti casa son passate pochissime auto (io sono affacciato sulla Marecchiese, la strada principale).
    Sensazione davvero particolare..
    La sera è da tempo un mortorio per il coprifuoco (ma va bene così)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Certo, ora è giusto che queste misure, visto che ci sono, vengano rispettate.
      Sperando che portino a qualcosa di buono per tutti.

      Elimina
  6. Hai ragione nel definire surreale questo limbo in cui stiamo vivendo.
    Spero di rivedere la luce al più presto. Ne ho un bisogno fisiologico enorme. 😔

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti auguro - e lo auguro a tutti noi - di rivederla quanto prima. Anche più splendente di quanto fosse già.
      Un abbraccio.

      Elimina
  7. A me pare sempre che di rumore ce ne sia ancora troppo, che non basti ancora, che si sorvoli e si soprassieda da troppe parti.
    A dirla tutta, pur comprendendo perfettamente il tuo stato d'animo e le motivazioni, vorrei un po' di silenzio ragionato e di crescita.
    Come tutti sono di pessimo umore, perdonami.
    Ti abbraccio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Saretta,
      sicuramente viviamo la cosa con due punti di vista differenti; ma del resto se anche parlassimo con 100 persone, ne avremmo altrettanti, a ciascuno il suo.
      Mi dispiace tu sia di pessimo umore, purtroppo mi sa che lo siamo un po' tutti. Tesi, nervosi, sul chi va là. Non potrebbe essere altrimenti.
      Un caro abbraccio.

      Elimina
  8. Io , da tempo, preferisco restare in casa quando è buio, a meno che non sia estate o che non sia in vacanza. Anche perchè io abito in un piccolo paese e, quando è buio, non c'è in giro più nessuno, la mia via è sempre deserta. Forse questa assenza di macchine e persone si nota di più nei centri più grandi, quando la sera, erano molto animati e , ora, mostrano solo il nero delle assenze. Grazie per essere passata da me, buona settimana.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beh, anche io non è che faccia chissà quale vita sociale in inverno, di solito :D anche perché lavoro fino all'ora di cena e torno sempre a casa stremata.
      Tuttavia un silenzio così un po' confonde...
      Buona serata.

      Elimina
  9. Ciao Dama , l'importante è che il buio non sia dentro di noi ,
    di te soprattutto , sei così sensibile e dolce...
    Qui , finchè è giorno c'è ancora movimento . Quando chiudono
    i negozi il buio è totale . Non esce più nessuno ed è :silenzio.
    Passerà e a Dicembre , in prossimità del Natale , aria di festa
    e allegria totale . Poi si vedrà , viviamo giorno per giorno
    e cerchiamo di non stare male .
    Un "strucon" dalla tua sempre amica virtuale . Laura

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Laura,
      dentro di me no, grazie al cielo non c'è. Sono impensierita e preoccupata, ma non depressa, questo no per fortuna.
      Un abbraccio e a presto.

      Elimina
  10. qui da noi alle cinque viene buio e io come se avessi un orologio fisico faccio sempre gli stessi movimenti, chiudo le persiane e accendo il caminetto. La mia bambina anche se non va a scuola alle cinque studia ancora e io le preparo la merenda. Soffro in modo particolare il buio, mi mette nostalgia. Io di solito arrivo alle sette e mezza quando chiudo il negozio e adesso mi manca anche questo rito.
    Bellissima la tua descrizione del buio.
    Buona giornata Valeria

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche qui fa buio presto ed io non lo amo, mi piace la luce.
      Che bello pensarti mentre prepari la merenda alla tua bimba, un gesto molto dolce. Chissà che mangia di buono alle 5 del pomeriggio :)
      Baci.

      Elimina
  11. Oggi sentivo che nelle città sono diminuiti drasticamente i reati.
    Almeno una cosa positiva in tanti drammi.

    RispondiElimina
  12. Sono entrata davvero dentro al cuore del post e di questa tua reale descrizione e non saprei dirti il perché a me ha dato un forte senso di quiete ...una sorta di richiamo e inchino al "silenzio"!

    Il " buio "è la tentazione che cede alla paura di un comprensibile stato interiore che stiamo vivendo ed esprimendo attraverso il commento .

    ...serena notte a tutti noi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il silenzio fa questo effetto, spesso.
      Di doversi inchinare adesso e non scalfirlo, non disturbarlo in alcun modo.

      Elimina
  13. Il silenzio è il buio hanno un fascino particolare quasi un ancestrale bellezza, peccato, forse a causa di questo infausto periodo non tutti sanno apprezzarlo.
    Ciao fulvio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Può essere affascinante, certo.
      Ma talvolta è solo inquietante.

      Elimina
  14. Ciao, il buio oltre che nelle strade ci vive dentro.
    Comprendo!
    Buon fine settimana
    Rakel

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Spero non sia un buio totale per nessuno. Ma che esista sempre uno spiraglio, più o meno grande, attraverso cui guardare.

      Elimina
  15. Non amo il buio, in qualche modo mi inquieta, soprattutto quando è avvolto nel silenzio del nulla...
    Buon sabato, Stefania

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A me piace quando devo dormire.
      Ma quando sono sveglia, lo trovo solo inquietante.
      Buona giornata anche a te.

      Elimina
  16. Ne è padrone indiscusso, come Lucifero all'inferno.
    Beh Lucifero non è padrone ma prigioniero. Sta espiando una colpa.
    Noi non abbiamo nulla da espiare sta a noi decidere come e quando squarciare il buio e farci guidare dalla luce.
    Ti vogliamo bene
    Sotu & C.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sotu, che bello che tu sia passato :)
      Un caro abbraccio a ciascuno di voi, sapete che vi penso e vi voglio bene.

      Elimina
  17. C'è buio e buio. C'è quello in cui riusciamo a vedere le stelle più luminose dell'universo, quello in cui invece non scorgiamo nulla, quello che ci fa paura e ci terrorizza come bambini.
    Dipende sicuramente anche dai nostri occhi, da quello che, in quel determinato momento, decidono di cercare.
    Spero che tu sia adesso nella fase "ricercatrice di stelle". In quel caso il buio sarà un importantissimo alleato :-*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La ricercatrice di stelle sei tu ;) io l'ho fatto molto da bambina, anche da adolescente a dire il vero, in aperta campagna. Ma qui dove vivo ora ne vedo assai di rado. Un peccato.
      Baci.

      Elimina
  18. siamo cos' abituati al frastuono e alle luci artificiali che il silenzio e il buio, naturali, ci mettono ansia ... ma forse è solo il nostro stato d'animo ..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io però sono nata e cresciuta in campagna, quindi al silenzio ero e sono già abituata, stesso dicasi per il buio.
      Quindi che dire, è una sensazione che ho sempre avuto.

      Elimina
  19. A volte il silenzio ci vuole, anzi è proprio necessario, mentre altre volte si cerca il contatto con gli altri come cosa di cui non si può fare a meno. In questo momento, vista la situazione di molti, quello che ci manca è il contatto fisico con gli altri, soprattutto con i parenti e gli amici. Però il Silenzio ha sempre il suo valore, almeno per me che vivo in un posto dove ci sono sempre troppi rumori. Il problema è che i rumori ci sono ugualmente :-) Un saluto buona nuova settimana e serena fine del mese di novembre

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Elfa,
      io in realtà non disdegno il silenzio. Sicuramente lo preferisco al rumore e al caos.
      Mi inquieta più il buio.
      Buona settimana anche a te, grazie.

      Elimina