mercoledì 29 luglio 2020

Jacques Prevert

Poi ci sono le serate in cui una persona come me può aver bisogno di Prevert. E non di una poesia qualunque, ma proprio di quella, quella lì, la mia preferita.
E allora che Prevert sia. 
Che mi inondi, che mi sovrasti, che mi incendi le ossa e gli occhi e l'anima tutta.
Fintanto che questa poesia saprà fare questo, io saprò di esser tutta intera. 



E i bicchieri eran vuoti
la bottiglia in pezzi
Il letto spalancato
e la porta sbarrata

E tutte le stelle di vetro
della felicità e della bellezza
risplendevano nella polvere
della stanza mal spazzata

Ed io ubriaco morto
ero un fuoco di gioia
e tu ubriaca viva
nuda tra le mie braccia.

26 commenti:

  1. La poesia deve saper fare tutto questo, e di più. Deve allontanarsi da chi la scrive, accostarsi e abbracciare chi la legge, chi la interpreta, chi ne trae linfa vitale. Il più insulso dei versi, può animare mondi pazzeschi, il più delicato dei versi, squarciare l'anima, il più contorto dei versi, renderti semplice e trasparente la via.
    Buon incendio Sara..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. "Deve allontanarsi da chi la scrive, accostarsi e abbracciare chi la legge, chi la interpreta, chi ne trae linfa vitale."
      E' proprio così come hai scritto Franco :)
      E grazie per l'augurio. Baci.

      Elimina
  2. Non conoscevo questa poesia, ma trovo che ti rispecchia parecchio.
    Goditela, allora.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Me la godo spesso. Tra tutte le poesie del mondo, e ne leggo tante, è ancora la mia preferita.
      Un abbraccio.

      Elimina
  3. Il lato sensuale dell'amore..così forte e appagante..ci permette di chiudere fuori ogni preoccupazione e pensiero (la porta sprangata).

    Anche il sesso ha una sua purezza quando è espressione del vero amore di coppia!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beh, io non trovo che il sesso debba necessariamente essere espressione di purezza o d'amore.
      Il sesso è bello in quanto tale, anche fine a sé stesso. E questa poesia non mi trasmette necessariamente amore, mi trasmette complicità, gioia, appagamento. Il resto è un contorno che non scorgo: né l'amore, né l'amicizia, né qualcosa di passeggero. Vedo solo il momento, loro due, quella gioia.

      Elimina
    2. Sai cosa diceva Carlo Petrini, il calciatore scrittore? Che il sesso è espressione di vita, di gioia...e per questo avvicina ugualmente a Dio, all'Amore!
      Purché ovviamente non sia qualcosa di rubato. Vero: magari quel rapporto tra le due persone, nella poesia, non è tra persone legate da una relazione sentimentale o dall'amicizia. Ma in quel momento sono legate da un sentimento. Un sentimento che può essere comunque puro, perché limpido, senza secondi fini..
      Scusa se ho vaneggiato un po' :)

      Elimina
    3. No, perché scusarti? :)
      Come diceva Franco poco più su, la poesia appartiene al lettore e al suo sentire. Tu hai provato questo e a me fa piacere aver avuto modo di conoscere una lettura diversa dalla mia :)

      Elimina
  4. come mai questo angolo poetico?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Leggo poesie ogni giorno Fra ;)
      Oggi mi andava di scriverne una qui. Ma non è la prima volta che lo faccio, è capitato anche in passato.

      Elimina
    2. nuda fra le mie braccia mi piace :-)

      Elimina
  5. Bellissima e conosciuta. La poesia è e deve essere uno strumento per convogliare nell'animo di chi legge le emozioni che il poeta vuole condividere con gli altri facendo coloro che la leggono, veicoli a loro volta unici e partecipativi di quei sentimenti contenuti bei versi che si leggono

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E tu lo sai bene, visto che ne scrivi :)
      Un abbraccio.

      Elimina
  6. Non conoscevo questa poesia ...ma sento che ogni commento si sia avvicinato tanto alla poesia come metafora di Amore in cui ci si perde...

    Buona serata


    L.

    RispondiElimina
  7. Penso anche io che il sesso sia bello indipendentemente dal sentimento che lega i partner e fatico un po' a comprendere l'amor cortese, il bisogno di legarlo alla purezza a tutti i costi. Anzi questa seconda versione mi trasmette un che di asettico che ha poco a che vedere con la realtà. Ed anche con l'Amore a dire il vero.
    Come sai non amo la poesia forse perché emerge prepotente la mia spiccata parte maschile e pragmatica, ma non c'è dubbio che questi versi trasmettono forza e pienezza in un crescere di emozioni.
    Ecco, amo molto la poesia ermetica forse perché in quelle ogni parola ha un peso specifico enorme e si riveste di significati ed anche una singola sillaba riverbera tra testa e stomaco.
    Qui il contrasto tra lui ubriaco morto e lei ubriaca viva è così efficace, così intenso!
    Grazie Sarina per avermela fatta conoscere.
    Un bacio grande :*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Saretta,
      a me il tuo lato maschile e pragmatico piace, non è affatto male. Anche io ne ho uno, che magari qui non trapela, ma esiste e ne vado abbastanza fiera :)
      Molto bella la poesia ermetica. Poche parole, senza giri inutili e senza fronzoli. Concisa, che va dritta al punto.
      Un grande abbraccio.

      Elimina
  8. Conosco Prèvert e anche questa Poesia che mi piace moltissimo .
    Leggendola mi trasmette emozione e un frullio d'ali nello
    stomaco . Forse , per un attimo , provo quello che leggo....
    Un forte abbraccio . Laura

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Laura,
      ricordo che di Prevert ne parlammo già.
      Incantevole.
      Un abbraccio.

      Elimina
  9. Se non sbaglio ne avevi già scritto in passato?

    È una poesia molto "efficace", oserei dire. Decisamente suggestiva.

    Mi riallaccio ad un commento sopra, di Alahambra, riguardo al sesso indipendentemente dal sentimento che lega i partner.

    Non so, in passato probabilmente c'è stato un periodo in cui avrei quasi detto lo stesso. Ultimamente mi trovo a pensare che, invece, io non ne sarei capace, di sesso senza sentimento. O meglio: potrebbe anche darsi che uno si lascia prendere dall'"urgenza" del momento, specialmente se non ha un partner consolidato, e si lascia trasportare dalla "magia" che in quel momento si crea con un altra persona, cui non è legato da sentimenti.

    Per quello che mi riguarda, attualmente sono dell'avviso che non ne valga la pena. Perché da parte mia il sentimento si potrebbe anche sviluppare, ma va a cozzare poi con la mancanza di sentimento dell'altro.
    È più consono al mio carattere di aspettare per qualcuno che i sentimenti, per me, li provi, e poi se è il caso si esplorano risvolti più passionali.

    Al momento penso che davvero ha un senso non concedersi alla prima. Le volte che l'ho fatto, è andata a finire molto male. Non mi interessa se sembra una visione antiquata, alla fine, io faccio quello che per me ritengo sia giusto :)

    E se mia figlia si troverà in una situazione simile, le dirò il mio parere antiquato! :)

    Un abbraccio,
    Nuvola

    RispondiElimina
    Risposte
    1. "io faccio quello che per me ritengo sia giusto"
      Infatti! Il senso è proprio questo io credo, ovvero fare le cose che riteniamo giuste e che vanno bene per noi, per come siamo.
      Pensando prima a come agire in modo da non trovarsi poi a fare i conti con il rammarico di scelte sbagliate od avventate. In tutta coscienza posso dire che conto davvero sulle dita di una mano cose che non rifarei e nessuna legata a questo ambito specifico.
      Mia madre l'ha sempre pensata come te ed è quello che mi ha trasmesso senza darmelo nè come consiglio nè come insegnamento (e non la ringrazierò mai abbastanza per avermi lasciata sempre libera di seguire la mia strada!).
      Io, forse proprio per quel lato maschile che dicevo, ho considerato e considero tuttora il sesso come un bel gioco, da portare avanti con un partner consapevole e che la pensi nello stesso modo, mettendo ben in chiaro da subito quali siano le reciproche vedute a riguardo. Quando a questo si associa l'amore, beh, cambia di certo il coinvolgimento ed il legame emotivo senza dubbio ma per me questo non significa sia migliore o superiore.
      My Two Cents, come sempre :)

      Elimina
    2. Mia madre l'ha sempre pensata come te ed è quello che mi ha trasmesso senza darmelo nè come consiglio nè come insegnamento: ne terrò conto per il futuro. In effetti, anche mia madre mi ha sempre lasciato libera. Nel mio caso, ho finito per pensarla come lei...

      [..] considero tuttora il sesso come un bel gioco [..]
      In Scandinavia (dove vivo), per quello che leggo, è così: le persone come standard non hanno alcun problema a fare sesso con perfetti sconosciuti, mentre sono molto più restii a includere persone nella loro vita. Uno strano mondo... per me, almeno. Mi dicono che qui fare sesso con qualcuno non significa "essere insieme". Prima si fa sesso, poi, se la cosa diventa regolare, forse le persone pensano che si sta instaurando un legame...
      Detta così, sembra il massimo della liberalità. Non è il mio ideale però. Almeno, nessuno mi costringe ad adeguarmi, perché comunque sono abbastanza rispettosi delle libertà personali.

      Nuvola

      Elimina
    3. @Nuvola è probabile che ne abbia già scritto in passato ma non lo ricordo con precisione. E' la mia poesia preferita, dunque è possibile che l'abbia già citata.

      Comprendo il tuo pensiero, credo anche che tra le donne sia il più ricorrente. Comunque penso che si faccia spesso confusione tra "fare sesso con una persona per la quale non si prova sentimento" e "fare sesso con uno sconosciuto". Sono due concetti diversi. Puoi fare sesso con una persona che ti piace e con il quale ci sia una buona chimica anche senza amarlo o esserne infatuata, ma è diverso dal farlo con una persona che non si è mai vista prima. Io non giudico neppure la seconda scelta, perché nella vita ciascuno fa quel che ritiene migliore per sé, ma mi sembra giusto sottolineare che sono due cose diverse.

      In ogni caso se quello è il tuo modus operandi nulla da dire, sono cose talmente intime e personali che non c'è davvero bisogno di commentare. Ciascuno vive secondo i propri bisogni, le proprie esigenze, il proprio carattere. Un bacione.

      @Alahambra abbiamo una visione simile, ma come hai detto giustamente tu, ciascuno deve fare ciò che ritiene giusto per sé. Siamo tutti diversi ed è bello così.
      Un abbraccio.

      Grazie ad entrambe per questo bello scambio :)

      Elimina
  10. ho letto diverse poesie di Prevert ma ammetto di non conoscere questa...bella intensa forte!!!!! grazie Lory

    RispondiElimina