lunedì 4 maggio 2020

La Prima Uscita

Fonte: Tregione. it

Riguardo quando avrei rivisto il mare avevo un'unica certezza.
Ero sicura che avrei pianto.
E non un pianto normale, pacato, di quelli che fanno tenerezza.
Lo immaginavo come un pianto osceno, disperato, convulso, che sconquassa le spalle, dà dolore alle reni, preme forte sugli addominali.
E invece, quando sono entrata sul lungomare deserto, quelle lacrime che pensavo di versare non ne hanno voluto sapere di scendere dagli occhi.
Se ne stavano quiete al di là di essi, forse addormentate, forse rispettose di quel momento che volevano lasciare a me sola.
Ero felice. Entusiasta. Allegra. Piena di una gioia incontenibile che sentivo vibrarmi addosso come il titillo delle corde di un'arpa.

Ero lì, finalmente. Nel mio posto.
L'emozione che anziché salire leggera e crescere pian piano, scoppiava dentro come un boato. Un cataclisma. Un rumore assordante. Una paralisi di sensazioni che mi lasciavano completamente riempita dopo tanto vuoto e tanta prostrazione.

E quando sono tornata a casa, quando sono riuscita a violentare me stessa per staccarmi di lì, sentivo ancora addosso le lingue di quell'adrenalina un po' pazza e un po' meravigliosa. Ero ancora preda di tutto quel rumore che m'aveva riempito le orecchie ed ogni fibra. C'era ancora tutto, non se ne andava, mi è rimasto appiccicato addosso, colla inestinguibile.
Neanche l'aggressione verbale di una tizia che da lontano mi aveva appellata in malomodo era riuscita a scalfire quel senso di benessere, quella pienezza.
Perché in casa posso fare tutta l'attività fisica di questo mondo - e ne ho fatta tanta in questi due mesi - ma camminare velocemente è tuttora la migliore meditazione che io possa fare.

40 commenti:

  1. Ma che voleva quella stupida?!?!
    Comunque ti capisco bene, ed ho provato la stessa emozione varcando la soglia di casa di mia madre, anche se il mio posto speciale è su una panchina a strapiombo sul mare. Presto andrò anche lì.
    Un abbraccio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi ha vista da lontano che praticavo.
      Si è messa a gridarmi contro in malomodo, a urlare, a dire che sono una stronza, che se tutti quanti non mettiamo la mascherina allora non se ne uscirà mai e tutte ste robe qui.
      E' stato un attacco solo verbale ma è stata molto aggressiva. Io le ho risposto male, anche perché NON si può fare attività motoria con la mascherina, si rischia di collassare per l'eccesso di anidride carbonica. Ma niente, continuava con la sua invettiva.

      Elimina
    2. Se eri da sola non hai fatto male a nessuno.

      Inoltre qui dove sono (non in Italia) le mascherine non le mette nessuno.

      Se uno è malato sta a casa e fine.

      Nuvola

      Elimina
    3. Se sei in un posto chiuso la mascherina la devi mettere ed è giusto.
      Ma se stai facendo sport, peraltro in perfetta solitudine, se metti la mascherina rischi di intossicarti e basta. Infatti il decreto non la prevede.
      E' stata una stronza e basta, detto senza mezzi termini.
      Baci.

      Elimina
  2. Cara Sara, è giusto iniziare ma sempre con molto attenzione!!!
    Ciao e buona giornata con un forte abbraccio e un sorriso:-)
    Tomaso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dici bene Tomaso, bisogna stare molto attenti adesso. E' una fase cruciale.
      Un abbraccio.

      Elimina
  3. Immagino le tue emozioni. Pensa che io lo desidererei tanto vedere, chissà quando potrò farlo, pazienza, salutamelo.
    sinforosa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sinforosa io spero che accada prestissimo :)
      Vorrebbe dire che le cose sono migliorate di molto. E poi son sicura che ti farebbe un gran bene anche a livello personale. Baci.
      PS=Te lo saluto domani.

      Elimina
  4. Wao.
    Bellissimo, ed è bello anche che non ci siano state lacrime, ma solo gioia spensierata.
    Vi siete ricongiunti, tu e il tuo posto speciale.

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vero. Bello che alla fine quelle lacrime non ci siano state.
      Il mio posto speciale ed io siamo stati insieme in allegria :)

      Elimina
  5. Ero felice. Entusiasta. Allegra. Piena di una gioia incontenibile che sentivo vibrarmi addosso come il titillo delle corde di un'arpa.

    Che bello rileggerti così!!

    Questo lunedì, con sole e temperature estive, ha rappresentato una piccola rinascita per tutti. Io sono uscito dal mio comune per raggiungere un comune limitrofo e ritirare giacchetti in lavanderia, era da fine febbraio che non guidavo per un quarto d'ora di fila...senza allungare il percorso per fare qualche metro in più :D.
    Poi nel pomeriggio ho trovato in cantina una cosa molto bella...ne parlerò mercoledì da me :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' stato un lunedì perfetto anche per il clima, per quello scoppio di primavera. Ci voleva indubbiamente.
      E ora mi tocca aspettare il tuo post di mercoledì che son curiosa ;)

      Elimina
    2. Come è andata la settimana post "serrata"?
      Spero bene, a parte questo incidente della "signora"

      Elimina
    3. Lavorativamente parlando è stata molto dura Riccardo. Proprio a livello mentale. Sai che non parlo volentieri del lavoro e delle sue difficoltà da quando è successa quella cosa col dipendente a inizio anno e non riesco a "sbloccare" questo tipo di emozioni. Quindi, senza entrare nello specifico, ti dico che è stata sfiancante.

      Per il resto invece è andata bene :) sono andata al mare 4 volte, ci sono rimasta a lungo, ho scattato qualche foto, sento che mi ha fatto molto bene. Anche a livello fisico non sono mancate le soddisfazioni: gambe presenti, l'allenamento a casa ha dato i suoi frutti.

      La tua settimana, invece? spero tutto ok.

      Elimina
  6. Che bello. Mi sembra di vederti lì...

    RispondiElimina
  7. sei stata bene? questa è la sola cosa che conta

    RispondiElimina
  8. Bene , dai!
    Il mare ti stava aspettando.
    È te non l’hai mai dimenticato...penso manco lui.
    Buona rinascita allora.
    Ciao

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie. Una buona rinascita anche a te. Che ne abbiamo tutti bisogno :)
      Un caro saluto.

      Elimina
  9. Dai, spero che potrai fare la tua camminata sempre da oggi in poi :)

    Un abbraccio grande :)

    Nuvola

    RispondiElimina
  10. Sicuramente queste irripetibili emozioni ti rimarranno dentro.
    Buona serata
    Rakel

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' quello che conto di fare, trattenerle :)
      Buona giornata.

      Elimina
  11. Finalmente la tua attesa è finita e la tua gioia, la tua emozione di sono manifestate in modo dirompente.

    RispondiElimina
  12. Immagino sia stato emozionante, come fosse la prima volta e forse in qualche modo lo è stato ^.^
    Io ancora non sono uscita lo stesso, mi è bastato rivedere i bambini :)
    Anche perché PARE che i lungomari siano stati presi d'assalto quindi sicuramente almeno per ora non sarebbe il posto cui penserei per prima. Settimana prossima invece dovrei tornare a lavoro; quello per me sarà sicuramente emozionante *.*
    Comunque davvero contenta per te e la libertà ritrovata, immagino che ora ci stia tornando tutte le mattine (senza la signora urlante -.-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ci sono andata 3 mattine su 4, si :)
      Mi mancava tanto e adesso va recuperato il tempo perduto.
      Sono felicissima tu sia riuscita a vedere i bambini dal momento che ti mancavano tanto.
      Un abbraccio.

      Elimina
  13. Come ho scritto da Claudia: io vi invidio (un'invidia buona).
    Ma assai assai! A me è cambiato poco :(
    Voglio un pezzetto di mare... Chi mi regala una goccia di mare?...
    Ti abbraccio tantissimo, Sara! <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Guarda le mie foto ora che mi segui su instagram. Non potrai sentire il profumo del mare né il suo rumore, ma quantomeno potrai vederlo.
      Un abbraccio grande :)

      Elimina
  14. La dimostrazione che molte volte l'attesa ripaga, facendo apprezzare doppiamente il valore che offre quella libertà ritrovata con il ricongiungimento ad una parte di natura come il mare, in cui ci si specchia, donando e accogliendone il riflesso.

    Saper cogliere un certo tipo di bellezza tra te e il mare ,tra te e il tuo post ,tra te e i tuoi cari commentatori che si sono soffermati sul vero aspetto di tale bellezza senza dare adito a "scalfiture" che restano ombre di passaggio ...

    Buona giornata a te e a tutti i tuoi lettori...


    L.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beh, c'è da dire che io il mare non l'ho mai dato per scontato né ho mai dato per scontate queste sensazioni, tant'è che ne ho parlato mille volte anche qui :)
      Questa quarantena può esser servita ad altri per riscoprire "il piacere delle piccole cose", ma non a me che lo conoscevo già molto bene.
      Buona giornata anche a te :) grazie.

      Elimina
  15. Che bello questo post, sembrava di essere lì con te. Una buona giornata.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi fa piacere aver trasmesso questa sensazione.
      Buona giornata anche a te ;)

      Elimina
  16. Ciao,
    che bello! mi hai fatto immaginare quel momento. Forse le lacrime in quel momento non servivano, hai provato tante altre emozioni più forti. Ne sono contenta.
    Laretta

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao, benvenuta :)
      E si, davvero non c'era posto per le lacrime. Ho vissuto tutto il resto e l'ho fatto anche nei giorni a venire.
      Un caro saluto.

      Elimina
  17. Io abito a cinquecento metri circa dal mare, ma durante la clausura obbligatoria guardarlo dal terrazzo e non poter raggiungere le sue sponde è stato un supplizio.
    Ciao fulvio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lo immagino, sai?
      Io vivo a circa 700 metri di distanza ma da casa mia non si vede. A volte, durante la notte, ne ho sentito il forte rumore.

      Elimina