venerdì 18 ottobre 2019

Le Macchie Addosso

Ho lividi ovunque, in ogni ordine di posto.
Sulla schiena, sugli avambracci, sui gomiti, sulle gambe.
Sono diventata come una di quelle ballerine che a furia di allenarsi si dipingono il corpo di macchie bluastre, quasi fiere di averne. 
Io non amo i miei lividi, preferirei che sparissero un attimo dopo la loro comparsa.
Ma nonostante tutto continuo a provare le posizioni yoga che non mi riescono bene al primo colpo. Lo faccio perché mi piace, perché mi fa sentire bene, perché allenarmi mi consente di arrivare a lezione più consapevole delle mie potenzialità.

Fonte: gaia. com


Questa disciplina, a cui mi sono approcciata quasi per caso e per curiosità, mi piace sul serio.
La nostra versione è molto dinamica e non ci si annoia mai. Scopriamo di volta in volta muscoli che neppure sapevamo di avere ed è come se ogni parte del nostro corpo reagisse agli stimoli, venisse coinvolta. 
So che dovrei dare la giusta importanza anche al resto: la respirazione, la spiritualità, la calma, la ricerca della pace interiore. Solo che al momento, per quanto questi argomenti possano suscitare la mia curiosità, mi rendo conto di seguire il corso con una spinta diversa, quella di fare bene alle mie gambe, alle mie braccia, ai miei addominali, a quei disturbi al collo che mi hanno portata fin lì.

E allora a volte, anche mentre sto cucinando o pulendo, stendo improvvisamente una coperta a terra, vi appoggio la schiena, faccio leva sulle gambe e mi alzo in verticale. Premo su quei lividi già presenti, stringo i denti fingendo che non facciano male, e mi sento felice di quella comunione di intenti tra un muscolo e l'altro. 
In quegli istanti penso solo al mio corpo, che è forse la parte di me che ho più trascurato fino a qualche anno fa ma che ormai sento in modo tanto forsennato da non poter proprio fingere che di lui non mi importi.
E' il mio. Non è perfetto, non ho mai preteso che lo fosse, ma posso amarlo di un amore "matto e disperatissimo", che è forse l'unico tipo d'amore che io sia davvero in grado di comprendere.

34 commenti:

  1. Qualche macchietta, dai i lividi sono esagerati!

    RispondiElimina
  2. Qualche livido vale per una flessibilità maggiore, va bene così. Buoni esercizi:)
    sinforosa

    RispondiElimina
  3. Caspita!
    Non credevo che lo yoga potesse comportare addirittura dei lividi.
    Mi fai pensare davvero alla danza classica.
    Visto da fuori sembra "facile e rilassante", quasi noioso.
    Comunque fai bene ad impegnarti se ti rende felice ed appagata.
    Ma non esagerare.
    Un abbraccio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Claudia,
      tutt'altro che noiose le nostre lezioni :) sono belle vive per fortuna. In caso contrario, non mi sarebbe piaciuto neanche un po'.
      I lividi comunque mi vengono a casa per quello che faccio da sola :D
      Baci.

      Elimina
  4. Cara Sara, ho letto attentamente e ti confesso che ti ammiro, sono sacrifici che danno il vero valore alla vita.
    Ciao e buon fine settimana con un forte abbraccio e un sorriso:-)
    Tomaso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono felice che il post ti sia piaciuto e ti ringrazio per queste belle parole :)
      Buon sabato.

      Elimina
  5. certo che farsi venire i lividi con lo yoga.... :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ho la pelle di un bambino Fra.
      Ho lividi 365 giorni l'anno, mi vengono anche lavorando o facendo le pulizie, per dire.

      Elimina
  6. Bravissima, continua a provare...e cerca di accettare i lividi, fanno parte del percorso che stai facendo! Complimenti!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si, li accetto da anni :)
      Diciamo che ho un tipo di pelle sul quale si formano lividi ad ogni contatto un poco più energico.

      Elimina
  7. Wow!
    Sono contentissima di leggere questo post: pieno di entusiasmo ed energia :)
    Sono contenta che ti stia appassionando allo yoga :D

    A me quando ho provato mi ha lasciato un po' freddina, al momento sono più per cose tipo zumba etc.

    Però qualsiasi cosa che sia buona per il corpo vale la pena praticarla!

    Un abbraccio,
    Nuvola

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A me piacque già la prima lezione, ma è pur vero che ci sono diversi tipi di yoga e quelli poco dinamici anche io non li avrei apprezzati.
      Ma ad esempio lo yoga vinyasa (il mio) o lo yoga ashtanga, sono tutt'altro che statici e quieti.
      Baci.

      Elimina
  8. Risentirti tua, anche grazie al dolore (sopportabile).
    È vero, forse, che i lividi ci vanno sentire vivi.
    E lo yoga fa anche bene :)

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. "È vero, forse, che i lividi ci vanno sentire vivi."
      Hai proprio ragione :) credo tu abbia colto nel segno.

      Elimina
    2. A te :) e grazie ancora per la tua arguzia.

      Elimina
  9. Anche una mia amica proprio un paio di giorni fa mi diceva che lo yoga l'ha stupita davvero, pensando che avrebbe iniziato così per gioco o per fare una cosa che poteva piacerle. Continua così :)
    Buona domenica!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono felice che anche la tua amica abbia iniziato questo percorso e che le piaccia :)
      Buona domenica.

      Elimina
  10. Sulla pelle delicata apriamo un capitolo, io ho qualcosa di simile alla dermografia (o è la dermografia stessa). Tipo qualche giorno fa leggevo un fumetto in una posizione strana nel letto (facendo pressione sulle spalla sinistra), poi quando mi sono alzato per andare a lavarmi, avevo su quella porzione di pelle tutto il segno della canottiera e della cucitura della t-shirt XD, sembrava che mi avessero frustato (sì, spiegarlo è difficile, vederlo era più significativo).

    RispondiElimina
  11. Credo che sia uno dei modi per autopremiarsi,nella certezza di farsi male vi è soprattutto quella di farsi del bene ,di amarsi e rispettarsi non solo psicologicamente ma anche fisicamente.La determinazione poi è l'anticipo del risultato che ne consegue.

    Buona serata.


    L.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono due lati della stessa medaglia, credo :)
      Mi alleno, mi faccio anche male, però poi sto meglio e sono più felice.
      Buona serata anche a te :)

      Elimina
  12. Ti ci stai appassionando molto e quindi passi sopra al dolore dei lividi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si, è così.
      Il dolore e la bruttezza dei lividi mi sembrano elementi secondari rispetto alla bellezza di quello che provo mentre lo pratico.

      Elimina
  13. Prova col Tai Chi scoprirai nuove dimensioni.
    Tu e Fred come siete messi con il francese?
    Sotuk

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Sotu :)
      Non conosco né il Tai Chi né il francese.
      Che persona ignorante che mi sento in questo momento!

      Elimina
    2. Cerco due collaboratori da portare qui...avevo pensato a voi.
      Per il Tai Chi pensaci è fatto per te. Alla prossima.
      Sotuk

      Elimina
    3. Il pensiero che hai avuto mi commuove nel profondo.
      Grazie Sotu, di cuore.
      Un abbraccio grande e buon lavoro.

      Elimina
    4. Per dirla tutta è stata Abigail a suggerirmelo. Quando parliamo di dimensioni,vibrazioni e altro (niente new age per carità) porta come riferimento oltre ad alcune persone di famiglia anche te. Adesso ti lascio tra poco arrivano ospiti dal Belgio.

      Elimina
    5. E questo mi onora immensamente :)
      Grazie ad entrambi, è una fortuna avervi conosciuto.
      A presto.

      Elimina
  14. Mi consola leggere il tuo post sui lividi, ieri bakasana e oggi ho tumefazioni su avambracci e stinchi 😂. Ma condivido ogni parola, mi ritrovo a pensare allo yoga praticamente in ogni momento della giornata e soffro a non poter praticare dove e come voglio. Che belle le passioni folgoranti!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Verissimo :)
      io purtroppo ho dovuto sospendere a marzo per la chiusura del covid. A casa l'ho praticato per un altro mese e mezzo ma poi sono passata al cardio fitness. Lo yoga e il benessere che mi stava dando mi mancano molto. Spero che il corso riprenda a settembre :)

      Elimina