domenica 23 dicembre 2018

Insieme

Sassi e pietre dappertutto. 
Sulle scale, sui muri, sulle torri, su ogni strada, in tutte le case.
E poi alberi di arance e di limoni messi a dimora presso ogni spazio verde. Frutti grossi, tanti, già maturi. 
Ti tenevo il braccio per non cadere nell'andirivieni di ripide discese e allo stesso tempo assaporavo la gioia di averti così vicino; lasciarmi investire, ogni tanto, da un lieve refolo del tuo profumo.
La tua barba di pochi giorni, la carnagione chiara di chi preferisce starsene al chiuso. Le mani calde, l'andatura sicura. 

Fonte: lazionascosto. it

Forse oggi avresti voluto restare a dormire, e invece ancora una volta hai fatto contenta me, che voglio sempre mordere la vita e che in questo incessante brulicare investo te per primo. E allora dopo un'ora e dieci di auto siamo arrivati a Sermoneta. Io felice come una bambina nel giorno della gita scolastica; tu ancora un po' incerto ma curioso.
Ancora una volta hai riso di me e dei miei tacchi alti su quelle strade impossibili di pietra e di nuovo ti ho dimostrato di come possa, sui tacchi, fare qualunque cosa. Purché tu mi sia accanto, pronto a raccogliermi se metto il piede in fallo. 
Il sole andava e veniva, si nascondeva dietro nuvole scure che a volte scappavano e poi tornavano, e poi fuggivano di nuovo, incerte. Ci siamo lasciati assorbire ed affascinare dai vicoli, dalla quiete, dalle montagne silenziose ed immense tutt'intorno, da quegli scorci pittoreschi così uguali e poi così diversi. 

Abbiamo mangiato guardandoci negli occhi in un posticino delizioso, con un titolare e due ragazzi adorabili che ci hanno coccolati come si fa con la gente di famiglia. Le pacche sulle spalle, la ricotta con le noci ed il miele, il prosciutto crudo di Bassiano, tu e le tue pappardelle di grano duro che divoravi affamato. 

Ho pensato che un giorno, tra mille anni, mi tornerà in mente questa giornata a Sermoneta io e te, in mezzo alle pietre e ai sassi. A quanto sia stato bello starsene lontani dal caos, mano nella mano, e poi ridere con le facce rivolte al sole provando a fare una foto decente e scartandole tutte perché tanto non venivano mai. 
A questo sentimento scosso e turbato dalla quotidianità, dal lavoro, dalla tua salute spesso precaria, dalle preoccupazioni che radono al suolo la tua pazienza e fanno di me un essere distante. Eppure, nonostante tutto, scordarsene. E vivere, solo vivere. Insieme. Il bello e il brutto, le risate al pari della rabbia. 

28 commenti:

  1. davanti a certe cose, a certa brada bellezza, i silenzi sono d'oro. sono passato, ho letto, lascio un 🌹

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie per il fiorellino.
      Ma soprattutto per il tuo passaggio e la tua attenzione. Un abbraccio.

      Elimina
  2. Questo è amore, quello vero.
    Buon Natale.

    RispondiElimina
  3. cara Sara, un grazie dal mio cuore, e auguri di buon Natale anche a te!
    Ciao e buona settimana delle feste natalizie, con un forte abbraccio e un sorriso:-)
    Tomaso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tomaso, infiniti auguri a te e Danila. Un caro abbraccio.

      Elimina
  4. Una vera poesia. Buon Natale, Sara.
    sinforosa

    RispondiElimina
  5. Che belle le gite improvvisate.
    Ne facevo molte fino a qualche anno fa. Poi ho smesso.
    Voi non fatelo. Non perdete l'entusiasmo di essere due fanciulli adulti che conservano un po' di sana incoscienza.
    E amatevi sempre forte, come tu sai fare.
    Il mondo ha bisogno di coppie così.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Spero davvero di non perdere quella voglia e quell'entusiasmo di fare le cose anche senza averle organizzate al dettaglio, solo per il gusto di gettarmi all'avventura.
      E a dire il vero spero che anche tu riprenda a fare queste gitarelle. Ogni tanto aprono il cuore. Un abbraccio e mille grazie per le tue parole.

      Elimina
  6. no però, su tutto mi rimane l'immagine di te che scarpini con i tacchi.... :-) che io dico sempre che Fred è fortunato ad averti.....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Francesco ti rivelo in segreto.
      Per l'inverno ho SOLO scarpe e stivali con il tacco, tranne quelle da ginnastica con cui vado a camminare al mare. Stop. Io non compro scarpe basse, per me avrebbero la stessa utilità di un papillon: non le indosserei ami.

      Elimina
    2. Mi proporrò al Papa.
      Non so se prima o dopo morta.

      Elimina
  7. Un omaggio all'amore che riempie di gioia... grazie!

    RispondiElimina
  8. Che belli gli alberi di agrumi: sono i miei preferiti!
    Anche io con i tacchi ovunque! ;)
    Riguardo al resto: "ma questa gente intorno a noi, che cosa fa?!"
    Buon Natale carissima! Un abbraccio e tante buone cose

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Kitty,
      anche a me piacciono gli alberi di agrumi, ne ho anche in giardino dei miei perché mio padre li cura con amore.
      Benvenuta nel team "tacchi dappertutto", vedi che abbiamo diverse cose in comune io e te ;)
      Buon Natale anche a te ed un abbraccio grande.

      Elimina
  9. Mi ha fatto sorridere questo post perché nel precedente commento avevo suggerito del relax-cazzeggio e tu, dopo il sabato di lavoro, mi avevi preannunciato un periodo di ferie. Ecco, pensavo, per iniziare, a una bella giornata passata al calduccio del letto, invece ti sei rimessa subito in moto. Comunque vi hanno trattato come gente di famiglia..perché come si può trattar male una coppia bella (dentro e fuori) come la vostra?
    Visto che siamo a Natale, ti auguro di conservare per sempre questa tua capacità di vedere il bello, di emozionarti e di vivere in modo così intenso; di ridere al sole, insieme, perché la vostra luce le nuvole le dissolve.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Riccardo, è davvero bello questo tuo commento.
      Ma credimi, preferisco di gran lunga fare qualcosa di bello che oziare al letto. Paradossalmente, stacco la spina molto meglio.
      Il tuo è un augurio fantastico, che certamente ricambio con affetto. Un abbraccio e mille auguri.

      Elimina
  10. Auguro a te e a Fred tanta serenità e un buon Natale. Ci leggiamo tra un paio di giorni. Continua così. Ciaooooo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Auguri, di vero cuore.
      E' stato bello conoscerti, seppur virtualmente, quest'anno.
      Buon Natale a te e alla tua famiglia. A presto, Sara.

      Elimina
  11. Vivere perfettamente nella quiete non è possibile, forse non sarebbe neanche perfetto come potrebbe sembrare. Il vero amore è vivere tutto, le cose belle e quelle brutte soprattutto, il divertimento ed anche la noia. Per questo serve trovare una persona davvero speciale altrimenti diventa un incubo! Sono contenta per te che hai il tuo pezzo mancante al tuo fianco :)
    Ti auguro tanti auguri per delle buone feste. Un abbraccio :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai ragione da vendere e il tuo discorso non fa una piega :)
      Ti auguro un sereno Natale e ti mando un forte abbraccio.

      Elimina