giovedì 27 dicembre 2018

Incanto

E' il 27 dicembre ma è ancora un po' Natale, qui.
Sono in ferie per qualche giorno, sono a casa dei miei genitori e mi godo un panorama spettacolare che ai miei occhi, probabilmente, non ha eguali. 
Le colline che si rincorrono in vallate di erbetta coperta di brina. Gli alberi alti ed imponenti che si tingono di toni caldi, il sole che svetta in un cielo azzurro e cristallino. Non ci sono nuvole, è tutto così vivido ed intenso che il cuore sembra non riuscire a contenere tanta bellezza.
Una ballerina bianca si appoggia con le sue esili zampette su una panchina di legno. Mi guarda, si muove come in una danza. Poi fugge, vola altrove, è già scomparsa. 
Il silenzio è così pieno che solo di rado viene spezzato da un'automobile in lontananza. E sembra quasi un sacrilegio, l'interruzione di una meditazione. A tanta meraviglia non ci si abitua mai, si rinnova ogni giorno. E chi non vede nella natura un po' di inspiegabile, forse non riesce a penetrarla appieno. 

Fonte: tonykospan21 .wordpress. com

Mi manca il mare, certo. Mi manca sempre quando me ne allontano. E' come se un filo invisibile ci legasse e io mi sentissi tirare sugli arti quando sono via. 
Però sto bene, è una nostalgia quieta che so gestire. Domani mattina torno a casa, con me ci saranno Fred e mio fratello. La mattina dopo sarò di nuovo in spiaggia e allora si, allora si che sarò tornata a casa. 
Però sono a casa anche qui, su questa terra che mi ha accolto bambina e che mi riprende con sé ad ogni mio ritorno. Quello che vedo mi riempie gli occhi, regalandomi emozioni che non saprei spiegare neanche se mi impegnassi.
Nel freddo gelido della sera di Natale ho goduto di un tramonto ineguagliabile, di rosa e di arancioni e di viola che spezzavano il fiato e lo sguardo. Ho avuto la sensazione che la mia terra mi stesse salutando, che mi dicesse:"guarda, tutto questo è ancora tuo. "

34 commenti:

  1. Una bella sensazione di pace :).
    Niente rotture, tanta tranquillità e l'affetto dei tuoi cari, cosa puoi volere di più? :P

    RispondiElimina
  2. Quando la mente non è turbata da pensieri ostili la Natura si spoglia tutta per farsi ammirare.
    Tra qualche giorno inizia il:" Buona fine e migliore inizio" e io vorrei rifugiarmi in qualche posti nascosto o diventare invisibile.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vai in montagna Gus e fregatene di tutta quella baraonda di auguri.

      Elimina
    2. Se non ci fosse mia figlia andrei alla mia casa di campagna.

      Elimina
    3. Si preoccupa per te, è naturale. Ma a volte bisogna staccare un po' anche dagli affetti, forse dovresti farglielo comprendere...senza ferirla.

      Elimina
  3. Mi sa che sei davvero fortunata, un paesaggio come quello che descrivi non è da tutti e neppure il mare, che non vedo dal 2010, quindi goditi questi attimi e i futuri e salutami colline e mare. Ciao e buona continuazione di festa, siamo ancora in pieno festa, che si concluderà il 6 gennaio, quindi...
    sinforosa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La mia festa si conclude il primo, ma per me va bene così :) non ho bisogno di ferie troppo lunghe.
      Un abbraccio.

      Elimina
  4. Cara Sara, è vero che anche il mare attira e ci si innamora, ma penso che se guardi bene la montagna rimarrai per sempre affascinata.
    Ciao e buon pomeriggio con un forte abbraccio e un sorriso:-)
    Tomaso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tutta bella la natura Tomaso, io ne resto sempre completamente affascinata.
      Un abbraccio.

      Elimina
  5. Belle le ferie nel periodo natalizio.
    E bello tuo fratello, il mare, Fred e la tua casa d'origine.
    Bello anche che per te sia ancora un po' Natale.
    Io, invece, attendo trepidante il 26, ogni anno, per lasciarmelo alle spalle.... ;)
    Baci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dai, che oggi è già il 28...
      Un abbraccio grande.

      Elimina
  6. Beh... Fino a stamattina ero dai miei... E stavo bene perché ho visto cose belle e sono stato con i miei cari.... Oggi e domani lavoro e poi altri nove giorni di riposo e.... Luoghi belli !

    RispondiElimina
  7. se poi riesci a fonderti con le sensazioni e con il panorama, è come se levitassi in un limbo metafisico, dove tutto è perfetto e l'io diventa irrilevante. è una sensazione che wow

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' proprio così, una sensazione wow. Che spero non mi abbandoni mai, in certi posti.

      Elimina
  8. la fortuna è avere occhi che sanno guardare la bellezza ovunque sia.
    Non è da tutti.
    massimolegnani

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' una grande fortuna, hai ragione.
      Sarebbe un peccato perdere il senso della bellezza.

      Elimina
  9. "Or dunque intenso il sentimento poetico è di chi trova la poesia in ciò che lo circonda, e in ciò che altri soglia spregiare". Pascoli, Il fanciullino

    RispondiElimina
  10. Certo che è ancora tuo e lo sarà sempre. È il saperlo cogliere in modo così autentico e intimo che lo rende tale :)

    RispondiElimina
  11. Certo che è ancora tuo e lo sarà finché lo vorrà il tuo cuore... Spero per sempre.
    Filippo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' la prima volta che ti firmi col tuo nome. Questa cosa mi fa un piacere immenso.
      Buon pomeriggio :)

      Elimina
  12. Buon fine 2018 e che tu possa avere un 2019 degno della tua sensibilità. Stiamo preparando oltre le solite cose del lavoro, la zattera per i fuochi (tutti legali, quasi tutti...).
    Abbiamo ospiti che vengono appositamente per vederli. D'altra parte solo la Korea del nord ci tiene testa ahahahahah.
    Se sopravviviamo al lancio del primo dell'anno a Salerno ci riscriviamo e rileggiamo il 2.
    Memento audere semper!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quel "quasi tutti legali" mi ha fatto sorridere :)
      Mi aspetto che tu esca vivo da questa baraonda di fuochi d'artificio e ti aspetto qui nel nuovo anno. Un caro abbraccio ed un milione di auguri, oltre che buon lavoro.

      Elimina
  13. Risposte
    1. La sopravvivenza era riferita al lancio col paracadute ;).
      Abbraccio forte a tutti e due. All'anno prossimooooooooo

      Elimina
    2. E allora sono tarda, perché non l'avevo mica capito :D
      grazie per aver spiegato meglio. Ci si legge nel 2019.

      Elimina
  14. Bellissime e ben descritte le tue sensazioni del "Ritorno a casa".
    Sono le stesse che provo io quando ritorno al mio paese natio
    nel Veneto . Rivedo la "mia" casa che Papà costruì e non è più
    mia da tanti anni . La mia scuola , La chiesa dove sono stata
    battezzata e comunicata , le discese dove d'inverno con la neve
    facevamo lo scivolo e per finire, il cimitero dove riposa Papà
    e la sorellina accidentalmente annegata . Sensazioni molto
    forti che si rinnovano ogni qualvolta ritorno a "casa" e mi dico:
    "E' l'ultima volta" ma poi , non è mai l'ultima , finch'è avrò
    vita . Sono molto raffreddata e quindi incline al sentimentalismo.
    Scusa. Spero tu ti sia riposata come ti avevo suggerito e torna
    al lavoro fresca come una rosa di Maggio del tuo paese natio .
    Abbraccio . Laura

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sai Laura, mi sembra di vederti mentre ti aggiri per il luogo in cui sei nata e cresciuta. La commozione, il sentimento, quella voglia di guardare tutto, guardare il più possibile...tutte cose che ben capisco.

      Si, tra una cosa e l'altra sto anche riposando. Il 2 agosto si avvicina e con lui il momento di tornare a lavoro.
      Un caro abbraccio.

      Elimina
  15. Il "2 Agosto ? Forse hai ancora bisogno di riposo !!!
    Scusa ma , mi è scoppiato da ridere ....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oh mamma. Intendevo il 2 gennaio :D
      Ma si, ho bisogno di riposo. Stanotte Fred non è stato bene e l'abbiamo trascorsa da insonni ;)

      Elimina