venerdì 14 dicembre 2018

Finalmente...Anastasio

E così ha vinto Anastasio e un grido di gioia mi si è levato da dentro.
Ogni sua parola una stilettata nel cuore.
Tutta quella rabbia messa a disposizione di menti altrettanto incazzate.
Quella dialettica che giunge fino alle sinapsi e le accende.
Non ero così felice dalla vincita di Marco Mengoni, ormai tanti anni fa.

Fonte: rapstatic. it

"Io sogno i led e i riflettori alla Cappella Sistina
Sogno un impianto con bassi pazzeschi
Sogno una folla che salta all'unisono
Fino a spaccare i marmi
Fino a crepare gli affreschi
Sogno il giudizio universale sgretolarsi 
E cadere in coriandoli
Sopra una folla danzante di vandali" 

Mi piace il suo viso da furbetto, da guaglione di periferia. Mi piace il modo in cui riesce ad incastrare le parole e disegnare quadri perfettamente funzionanti.

"E la tua pelle era un tessuto
L'avrei sempre indossata
Che fosse seta,
Velluto,
Che fosse carta vetrata
Ma sono nudo,
Sono muto,
Le tue mani di fata
Mi hanno annodato la gola
Ed ogni parola è sbagliata".

Forza Anastasio, vai e fammi tremare di nuovo. Voglio riflettere, battere i piedi, urlare, liberarmi. Voglio seguire i tuoi versi e riconoscermeli addosso, di nuovo.

50 commenti:

  1. Anastasio, cavallo vanesio.
    Di cosa stai parlando?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ieri sera c'è stata la finale di X Factor, questo è il vincitore, ragazzo 21enne di Napoli, che scrive i suoi testi e fa rap.

      Elimina
    2. Adoro il rap ma non ci appartiene, come il rock and roll , country, rhythm and blues, jazz , hip hop, rap,
      Forse l'unica musica italiana è quella napoletana. La mia preferita?


      'I Te Vurria Vasa'

      Ah! Che bell'aria fresca...
      Ch'addore 'e malvarosa...
      E tu durmenno staje,
      'ncopp'a sti ffronne 'e rosa!
      'O sole, a poco a poco,
      pe' stu ciardino sponta...
      'o viento passa e vasa
      stu ricciulillo 'nfronte!

      I' te vurría vasá...
      I' te vurría vasá...
      ma 'o core nun mmo ddice
      'e te scetá...
      'e te scetá!...
      I' mme vurría addurmí...
      I' mme vurría addurmí...
      vicino ô sciato tujo,
      n'ora pur'i'...
      n'ora pur'i'!...

      Tu duorme oje Rosa mia...
      e duorme a suonno chino,
      mentr'io guardo, 'ncantato,
      stu musso curallino...
      E chesti ccarne fresche,
      e chesti ttrezze nere,
      mme mettono, 'into core,
      mille male penziere!

      I' te vurría vasá...
      I' te vurría vasá...
      ma 'o core nun mmo ddice
      'e te scetá...
      'e te scetá!...
      I' mme vurría addurmí...
      I' mme vurría addurmí...
      vicino ô sciato tujo,
      n'ora pur'i'...
      n'ora pur'i'!...

      Sento stu core tujo
      ca sbatte comm'a ll'onne!
      Durmenno, angelo mio,
      chisà tu a chi te suonne...
      'A gelusia turmenta
      stu core mio malato:
      Te suonne a me?...Dimméllo!
      O pure suonne a n'ato?

      I' te vurría vasá...
      I' te vurría vasá...
      ma 'o core nun mmo ddice
      'e te scetá...
      'e te scetá!...
      I' mme vurría addurmí...
      I' mme vurría addurmí...
      vicino ô sciato tujo,
      n'ora pur'i'...
      n'ora pur'i'!...

      Elimina
    3. Ci appartiene quello che ci piace e ci emoziona, secondo me. Il resto sono chiacchiere.
      Una canzone napoletana che amo tanto è "Tu si na cosa grande":

      u si'
      'na cosa grande pe' mme,
      'na cosa
      ca me fa 'nnammura',
      'na cosa
      ca si tu guarde a mme,
      me ne moro accussi'
      guardanno a te.
      Vurria sape'
      'na cosa da te,
      pecche' quann'io
      te guardo accussi',
      si pure
      tu te siente muri',
      nun m''o dici
      e nun m''o fai capi'
      ma pecche'?
      E dillo
      'na vota sola
      si pure
      tu stai tremanno,
      dillo ca me vuo' bene
      comm'io, comm'io,
      comm'io voglio bene a te.
      Tu si'
      'na cosa grande pe' mme',
      'na cosa
      ca tu stessa nun sai,
      'na cosa
      ca nun aggio avuto mai,
      nu bene accussi',
      accussi' grande!
      E dillo
      'na vota sola...
      si pure
      tu stai tremanno,
      dillo ca me vuo' bene
      comm'io, comm'io,
      comm'io voglio bene a te.
      Tu si'
      'na cosa grande pe' mme',
      'na cosa
      ca tu stessa nun sai,
      'na cosa
      ca nun aggio avuto mai,
      nu bene accussi',
      accussi' grande!
      Accussi' grande,
      accussi' grande!

      Elimina
  2. Ammetto che questa canzone è una boccata d'aria fresca in radio :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Qualcosa di bello e di nuovo.

      Elimina
    2. grazie per le bellissime parole che hai speso altrove, ma credimi, sono molto peggio di quello che possa sembrare :)

      Elimina
    3. Tranquillo Riccardo, siamo tutti molto peggio di così :D

      Elimina
  3. Io devo ancora ascoltarla... poi ti dico...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quando vuoi :)
      Comunque a me è piaciuto anche tutto il resto, non solo l'inedito.

      Elimina
  4. Non seguo i reality, e non conosco questo ragazzo, ma sono pronta a scommettere che la radio mi tartasserà al punto che dovrò presto amarlo o detestarlo.
    Un po' come questa Marlena che non si decide a tornare a casa.
    E no..... Loro non li sopporto. :P

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io li trovo fantastici.
      E parlare di peccato in una canzone, in modo non gretto né volgare, per me è meraviglioso.

      Elimina
  5. È io che pensavo che fosse il cugino delle sorellastre di Cenerentola. ..con questo nome:)!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No, è il suo cognome :) Si chiama Marco Anastasio.

      Elimina
  6. Un altro terrun!!!
    Malafemmena non è male. Ascoltatela e fatemi sapere

    RispondiElimina
    Risposte
    1. @Sotuknang preferisco la versione di Massimo Ranieri, però. E' un'eresia?
      In ogni caso hai ragione, la canzone è bellissima e struggente. Odio e amore, aveva ragione Catullo.

      Elimina
    2. Non è un'eresia ma non hai ascoltato la mia di versione :)

      Elimina
    3. Se la tua versione è quella di Murolo, l'ho ascoltata. Ma è troppo triste, per me. Quella di Ranieri la preferisco perché ha una dose di pathos che comprendo di più.

      Se invece parlavi di una versione cantata da te...beh no, non l'ho ascoltata :D

      Elimina
  7. Cara Sara, io non lo conosco sai avevamo altri idoli alla mia età.
    Ciao e buon fine settimana con un forte abbraccio e un sorriso:-)
    Tomaso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tom, a te piaceva Claudio Villa?

      Elimina
    2. @Tomaso è anche normale, dai :)
      Un bacio e buon week end.

      @Gus Claudio Villa è il cantante preferito di mio padre :D

      Elimina
    3. Il cantante preferito di mio padre era Modugno.

      Elimina
  8. Io non seguivo il programma ma il mio fidanzato mi ha fatto sentire questo Anastasio e mi è piaciuto molto; sicuramente testi interessanti e qualcosa di nuovo tra tutti sti pseudo rapper nati da poco.
    Infatti mi chiedo che cosa abbia pensato Fedez (che a me non piace per niente e mi fa antipatia, quindi leggi l'acidità che ho lasciato in questa ultima riga per lui :))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Meglio l'arsenico che Fedez.
      Il rap è una cosa seria.
      Buffoni!

      Elimina
    2. @Paola Fedez ha sempre avuto parole di stima per Anastasio, fin dalla prima audizione. Lo ha definito "l'unica penna degna di nota nelle varie edizioni di X Factor", il che è anche vero. Interpreti tanti, parolieri pochi. E con questo talento, forse nessuno.

      Elimina
  9. Mmm. Pure mio marito ha seguito X Factor... Io di striscio, solo per sbirciare Lodo :D, perché il programma in sè non mi piace molto. In ambito musicale (e forse non sono lì) sono una maledetta snob!
    La mia canzone napoletana preferita (in generale, una delle canzoni che mi fa venire la pelle d'oca) è "Tu ca nun chiagne" (spero d'averlo scritto bene!).

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lo snobismo non è necessariamente una brutta cosa.
      Io però non guardo mai tv, tant'è che non conosco nessuna delle serie tanto in voga tra i giovani e non.
      Ma X Factor lo adoro da sempre, è l'unico programma che riesca a seguire bene senza distrarmi troppo. E per me è un piccolo record :)
      Baci.

      Elimina
  10. Io non ho seguito quest'anno il programma, solo le audizioni. E lui già mi piaceva dall'inizio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A me è piaciuto proprio dalle audizioni, mi colpì istantaneamente. Mi capita di rado ma quando succede è "wow".

      Elimina
  11. Io come immagini non ho seguito da qui...
    ...nemmeno mi piace troppo il rap (eccetto alcuni brani, tipo uno di tantissimi anni fa, quando ero giovane :D, non so se hai presente Freestyler di un gruppo finlandese).

    Non posso giudicare come canti Anastasio, ma dall'aspetto il ragazzo sembra molto, molto, molto meglio di Fedez (che a me, se devo giudicare dall'aspetto, proprio non piace, non è il mio tipo): ha un bello sguardo vivido e pulito.

    Gli auguro buona fortuna!

    Un abbraccio a te,
    Nuvola

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Nuvola,
      ricordo bene Freestyler ma quello non è rap, è una dance elettronica :D tutt'altra roba rispetto a ciò che fa Anastasio. Lui crea "racconti". Diciamo così.
      Un abbraccio.

      Elimina
    2. Oh! Sono proprio un'analfabeta musicale :D

      Nuvola

      Elimina
  12. Risposte
    1. Che razza di paragone Franco :D

      Elimina
    2. Paragone tra musica di ieri (si fa per dire..) e musica di oggi... coi Fedez, gli Sfera Ebbasta, sti rapper strani... posso sentì Jovanotti allora, che ci mette un minimo di armonia almeno...

      Elimina
    3. I tipi che hai nominato non piacciono neppure a me.
      Ma Anastasio, devo dire, scrive in un modo che riesce a catturarmi. E se son rose fioriranno...io sinceramente glielo auguro :)

      Elimina
    4. Quando mia madre era ragazzina mio nonno era piuttosto contrariato perché lei ascoltava i Beatles. Lui diceva che erano dei capelloni che facevano un sacco di rumore.
      Non posso fare a meno di ricordarlo ogni volta che si paragona la musica di ieri e quella di oggi :))

      Elimina
    5. E' sempre così, credo :D un classico.

      Elimina
  13. La musica Italiana la ascolto solo in radio per compagnia .
    Guardo poca TV e non conosco i giovani cantanti . Mi incuriosisci,
    devo ascoltare Anastasio . Lo troverò su you tube ?
    Le canzoni napoletane citate mi piacciono molto.
    Vivevo a Londra quando i Beatles e Rolling Stones erano al top.
    Bei tempi , bella musica , bella Londra . Maledetta nostalgia...
    Buona giornata . Laura

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Laura, cosa facevi di bello a Londra? :)
      Su youtube trovi pochissimo, solo il video del suo primo inedito.
      Eccolo: https://www.youtube.com/watch?v=sPIwnlFEAMk&start_radio=1&list=RDsPIwnlFEAMk

      Buona domenica pomeriggio :)

      Elimina
    2. Cara Dama , è una lunga storia , prima ancora avevo vissuto
      a Berlino al tempo della "Guerra fredda". Ho visto anche
      JFK quando a detto "Ich bin ein Berliner" .
      Ho scritto anche "Racconti di Vita Vissuta" Ti basta ?
      Abbraccio . Laura

      Elimina
    3. Mi basta si, altroché :)
      Grazie mille per aver soddisfatto la mia curiosità. Un abbraccio.

      Elimina
  14. Risposte
    1. Dal momento che scrivi versi anche tu, questo commento mi fa proprio piacere :)

      Elimina