giovedì 8 novembre 2018

Disincanto

Mi piace Neffa, molto.
Mi piacciono le sue melodie disincantate e decadenti, le parole che raschiano solchi, il fiorire di sentimenti spesso cupi che sembrano toccare qualcosa dentro di me. Non posso dire che sia il mio cantante preferito ma certamente, in questi anni, le sue canzoni hanno fatto da sfondo ad alcuni miei momenti di solitudine o anche solo di riflessione e contemplazione. 
Certe canzoni, talvolta, sembrano capirti. E poi descriverti, illuderti, ammaliarti, anche un pochino commuoverti. Mi piace quando la musica diventa poesia, quando trasmette un'emozione che vada al di là di essa; e quando magari travalica ricordi o sensazioni che si sono vissute, come un profumo che all'improvviso ti riporta alla mente attimi ormai sfuggiti.

Fonte: James Houston

Dammi passione 
Anche se il mondo non ci vuole bene
Anche se siamo stretti da catene
E carne da crocifissione
...
Abbracciami e non lasciarmi qui
Lontano da te
Abbracciami e fammi illudere
Che importa se questo è il momento in cui tutto comincia e finisce
Giuriamo per sempre però
Siamo in un soffio di vento che già se ne va.
(da "Passione")

Qui la melodia diventa straziante e a tratti le parole sembrano uscite da un pianto. L'idea di questi due esseri umani che si amano, che non sempre vengono compresi e che poi la vita separa e distrugge annega l'anima. Forse i momenti, tutti, andrebbero vissuti sempre con la massima intensità. Ogni istante diventa irripetibile, incerto, un terreno che si apre e che in qualunque momento ti può risucchiare via.

Non riesco a non pensare a te 
Anche quando non vorrei
Una via d'uscita anche se c'è
Sembra sia introvabile
...
Ma la notte tardi vieni qui e mi prendi le mani
Il tuo sguardo si fa serio e poi
Mi guardi e dici
Questa volta io ritorno per restare per sempre
Ma finisce che era un sogno e al mio risveglio io ti cerco e non so dove sei
....
I tuoi occhi non li scorderò finché avrò da vivere
Stai sicura che li troverei fra altri mille intorno a te
La tua voce suona dolce musica però
Quando ti sento e metto giù mi dico di non farlo più.
(da "Dove sei")

Un amore finito, una storia spazzata. I ricordi che si rincorrono, una voce che diventa martellante nella testa, due occhi che ti seguono ovunque vai. L'aria che spezza il respiro, il cuore che diventa pesante come piombo, una ricerca incessante che non porta a niente, una nostalgia che inquina ogni notte ed ogni giorno.

Entra nel mio mondo così vuoto
Fatti un giro nella mia oscurità
Se per me c'è già un destino nuovo
Un giorno prima o poi si mostrerà.
(da "Sigarette)

Chiedere a qualcuno di entrare nella nostra oscurità è forse l'atto di fiducia più grande che si possa concedere. E infatti, direi, non fatelo. Che tanto nessuno lo capirà. Più facile che venga calpestato, maltrattato, in qualche modo respinto. 

Ma finché al mondo c'è qualcuno che ci tiene a te
Ricorda, se puoi: 
Quello è il bene più grande che hai.
(da "Quando sorridi")

Verità assoluta, nulla da aggiungere. 

36 commenti:

  1. Risposte
    1. Certe volte ci cominciamo di avere chissà quale fitta oscurità dentro noi quando invece magari è una debole penombra. Ma se mai nessuno entra mai nessuno ce lo verrà a dire.

      Elimina
    2. A volte è penombra, a volte è oscurità.
      A volte sono pieghe di pelle sotto le quali non entra la luce.
      Ci sono zone che secondo me non andrebbero fatte esplorare ad altri. Sono nostre, qualcosa dobbiamo pur tenerci.

      Elimina
  2. Ti piace nella misura in cui tu lo interiorizzi, vale a dire, comprendi le ragioni del perché lui ti rappresenta in particolari stati d'animo.
    In altri stati d'animo ci sarà qualche altro cantante.

    RispondiElimina
  3. In effetti è un artista interessante, io aggiungo al tuo elenco "Prima di andare via" e "molto calmo". Bella anche "Lontano dal tuo sole".
    Anche "Dove sei" e "Quando sorridi" sono pezzi molto validi. "Passione" devo ammetterlo di non conoscerlo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Passione fu scritta per fare da colonna sonora al film "Saturno Contro" di Ferzan Ozpetek.
      Molto intensa.

      Elimina
  4. Non amo molto Neffa e non conoscevo questa canzone.
    Effettivamente, il significato è intenso.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono più canzoni, ho messo qualche stralcio di alcune tra quelle che preferisco :)

      Elimina
    2. Hai ragione. Solo adesso mi rendo conto dei vari (Da...) tra parantesi.
      Non amando lui, avevo dato uno sguardo veloce, soffermandomi sulle tue considerazioni.
      Chiedo venia. ;)

      Elimina
  5. Neffa mi ha accompagnato in periodi interessanti della vita... "Aspettando il sole" andava alla grande in quella che probabilmente è stata la mia migliore estate per esempio, e poi "Io e la mia signorina" qualche tempo dopo e "Prima di andare via".
    Non conosco nulla della sua produzione recente, ma dopo questo post andrò ad ascoltare qualcosa :)
    Tu hai sentito la versione dal vivo di Torna a casa che è uscita qualche giorno fa? Se la versione in studio penetra questa lacera.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se parli della versione in piazza del Popolo si, l'ho sentita. Ho sentito anche quella di X Factor.
      Mi strazia e mi eleva allo stesso tempo. Adoro quei ragazzi, amo quella canzone.

      Elimina
  6. Ho ascoltato qualche canzone di Neffa. Ha uno stile tutto suo. Un po' naif. Molto gradevole, comunque.
    Ti auguro una buona giornata.

    RispondiElimina
  7. scrivi tu, lascia perdere neffa. tira fuori il neffa che c'è in te. (e tanti vaffa a neffa)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma io scrivo sempre :D non ti sei stancato di leggere le mie tribolazioni interiori?

      Elimina
    2. affatto. e secondo me non sei assolutamente centrata nel tuo potenziale. ma evito di dirlo ad alta voce, ché i giudizi mi fanno ca__re

      Elimina
    3. Questo vero, te lo sottoscrivo anche io.
      Ma fondamentalmente mi sa che io sono poco centrata in generale...

      Elimina
  8. Questa è veramente bella e intensa.
    sinforosa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Immagino ti riferisca alla prima, in realtà sono pezzi di diverse canzoni. Baci.

      Elimina
  9. Da sempre non ho mai fatto caso ai testi delle canzoni ero e sono attratto dalla melodia e in base al mio stato d'animo mentre ascolto immagino pensieri, situazioni e parole. Giuro non sono bipolare.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beh ma allora meglio ascoltare musica da camera che è fatta per quello.
      Le canzoni hanno componenti diverse che coesistono e sono ugualmente importanti, magari nel contrasto tra loro.

      Elimina
    2. Mai detto che non sono importanti è una cosa strana mia che ti devo dire. Ascolto musica da camera, celtica...
      Beh poi ci sono canzoni assurde altro che contrasto.

      Elimina
    3. Io non riesco a farmi bastare la melodia, per me musica è l'insieme di diversi elementi.
      Solo nel caso di canzoni che posso ballare evito di soffermarmi sulle parole. In quei casi ballo e basta :D

      Elimina
  10. Di Neffa non amo la voce, ma in effetti hai scelto dei pezzi dei suoi brani molto intensi che, letti così, secondo me, rendono anche più che musicati. Sembrano davvero poesie.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono bei pezzi e avrei potuto sceglierne anche molti altri.
      Comunicano qualcosa.

      Elimina
  11. tu sapevi che Neffa ha un passato punk?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si, lo so.
      Ma io lo preferisco nel periodo successivo, fino ai giorni nostri.

      Elimina
  12. Non sono sicuro di conoscere quel pezzo ma lo andrò ad ascoltare, il testo arriva al cuore.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se ti riferisci al primo, è anche molto triste, soprattutto nella melodia.

      Elimina
  13. Neffa è un po' che non si sente, ultimamente o me lo sono persa io? Comunque anche a me qualche pezzo suo piace molto (per esempio alcuni di quelli che ha citato Riccardo); ha fatto uscire delle belle melodie e poi la sua voce è particolare ma molto pulita, come quelle che generalmente mi fa piacere ascolare. I pezzi che hai scritto tu non li conoscevo, dovrei ascoltarli pure se ultimamente sono in fissa con l'ultima canzone di Ermal Meta, strappalacrimeee, bellissima!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io fatico a mandare giù Ermal Meta, lo trovo troppo lagnoso persino per me.
      Dell'ultima canzone mi piace una strofa: "Spegni quella luce amore, fa un casino di rumore".

      Elimina
    2. Voi donne vedete sempre il lato romantico di una frase. Tra le righe io leggo:"Spegni la luce svampita, la fattura del prossimo bimestre farà un casino di rumore".

      Elimina
    3. Caro Sotuknang tu si che vai dritto alla questione :D
      Ma insomma, mica si può pensare sempre e solo alle bollette.

      Elimina