sabato 26 maggio 2018

Gente

Lo so, lo so. Non aggiorno da più di una settimana.
A mia discolpa posso dire che la primavera è esplosa in modo tanto sublime da trascinarmi completamente dentro di essa. Al mattino sono un garbuglio di gioia che aspetta solo di mettersi le scarpe per uscire. Il mare è così incantevole che fa quasi male.
C'è un solo inconveniente: la gente. Che prima si contava sulle dita di una mano ed ora si moltiplica a vista d'occhio riempiendo sia le spiagge che il lungomare. E allora a volte vorrei far sparire tutti, chiedergli di andarsene, di lasciarmi in pace. Poi mi rispondo che ciò che ho custodito gelosamente per tutto l'inverno non è roba mia, ma di tutti.
Anche di quelli che gettano le bottiglie ovunque e non si sforzano di raggiungere i cestini.
Anche di quelli che bevono birra sulle panchine prima che vengano le otto del mattino.
Anche di quelli che fanno sega a scuola e fumano di nascosto per sentirsi grandi.
Anche di chi porta i cani dappertutto e poi non raccoglie i loro bisogni.
Potrei continuare all'infinito, ma a che servirebbe? meglio mettere gli occhiali da sole, alzare la musica e fingere che siano solo delle figure di cartone sullo sfondo. 

Grovigli e grida di Anna Santinello

Certo ci sono anche le persone a cui rivolgo un sorriso o due parole di cortesia. 
La donna di mezza età con il pastore tedesco, il signore che si occupa dell'immondizia, quello in bicicletta, le due vecchine un poco zoppe, la nonnina con la stampella, i gestori del chiosco, l'indiano degli ombrelloni, il nonnino distinto con il barboncino. Un microcosmo di persone che popolano il mio lungomare, che ne fanno parte in modo genuino. Persone gentili cui dare il buongiorno con allegria. 

21 commenti:

  1. Anch'io a volte vorrei far sparire tutti. Ci sono dei luoghi che non vorrei condividere con nessuno, perché credo che da sola me li godrei decisamente di più.

    RispondiElimina
  2. Io vedo il mare tutti i giorni. Nella mia fantasia. Vivo di mare, di isole, di viaggi e poi di ricordi. A breve mi aspetta Procida, ad agosto Naxos... ma nel frattempo passeggio sulla riva, sono di quelli che non ti ingombrano il passeggio, sono un fantasma che respira la brezza mentre tu lasci orme. ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io lascio orme, dici.
      Non saprei. Spero di essere il più lieve possibile.

      Elimina
  3. È uno dei motivi per cui non amo l'estate. Ci pensavo proprio di recente quando ho visto affollarsi il "mio" posticino in cui mi rifugio quando ho bisogno di tranquillità. Ho sperato piovesse così sarebbero scappati tutti, ma non è piovuto e sono scappato io :D

    RispondiElimina
  4. Un bello spaccato di incivilità e irresponsabilità italiana, tra canne, bevute di prima mattina, sporcaccioni. Comunque goditi lo stesso questi splendidi giorni. Questo è il sole e il caldo che vogliamo :)

    RispondiElimina
  5. La gente purtroppo è quel che è

    RispondiElimina
  6. Ogni anno arriva il mese di giugno e il caldo è sempre lo stesso, come il mare e la gente che passeggia sul lungomare.
    Sei fortunata di emozionarti di qualcosa che è ripetitivo che vale più di un compagno con l'amore a tempo, mentre l'amore per il mare è per sempre.

    RispondiElimina
  7. Due mondi diversi di persone, uno incivile e figlio di questo tempo, l'altro costituito da perle rare. E come sfondo, il mare, la spiaggia ed i profumi che si colgono.

    RispondiElimina
  8. È una grande cosa poter vivere il mare come puoi fare tu. Non da pico. 😊

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' una fortuna immensa, della quale mi sento grata ogni giorno.

      Elimina
  9. In questa stagione comincio ad essere più insofferente. Troppe persone, troppo rumore, troppa confusione, troppo sole, troppo tutto.
    A me il mare piace in inverno quando si arrabbia ed è spuma e cavalloni sugli scogli: quello è il mio mare. Qui ce l'ho ma è località turistica e spiagge, con tutto quello che ne consegue.
    Diciamo che in estate è amore appannato ecco :P

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per me è amore sempre, a maggior ragione in primavera. Però quando arrivano le persone sento l'esigenza di uscire ancora prima, al mattino, così da doverne incontrare il meno possibile :)

      Elimina