domenica 25 marzo 2018

Pezzi di Silenzio

Avevo accumulato tensione. Mi succede sempre quando ho il ciclo e non so mai dove sbattere la testa per sentirmi meglio.
La chiamano sindrome pre-mestruale ma a me viene durante ed è un po' come desiderare di buttarsi dal balcone ma non averne il coraggio.
Camminare mi ha aiutato molto, anche se ho preso troppo vento per tutta la settimana e la pelle si è seccata ancora di più. Ora mi ritrovo con una zona completamente scrostata, come uno di quei muri vecchi e stanchi che vedi nei quartieri più poveri. 
Sapevo che mi stavo squamando la faccia ma neanche per un istante ho pensato che avrei dovuto rinunciare alle mie sedute di camminata. Che sono state meravigliose all'inverosimile. Merito di una primavera appena accennata, di un sole timido ma persistente, di gambe buone e di energie giuste.  Mi è sembrato persino di respirare meglio, come se avessi boccheggiato per giorni e poi finalmente fosse entrata aria nuova e pulita. 

Fonte: all-free-download. com

Avevo accumulato tensione.
E allora ieri ho discusso con Fred. Poi oggi ho pianto. Ed ho anche preparato un pranzo disastroso che è andato a finire nella pattumiera. E Dio solo sa quanto mi costi sprecare il cibo, sapendo quanto duramente ce lo sudiamo e quante famiglie ne sono prive. 
Allora Fred mi ha portato al mare. A lui non piace particolarmente, per cui deve averlo fatto unicamente per me, perché sapeva che mi avrebbe fatto sentire meglio. Sapendo di dover passeggiare e non camminare ho indossato i miei tacchi preferiti ed ho calpestato il mio lungomare in modo diverso, felice come sempre, ma come un ospite in casa propria. Vestita carina le onde non mi riconoscono, mi trattano da estranea, una turista come tanti. 

Nel primo pomeriggio il sole ricopre ogni cosa e l'acqua diventa cristallina. Una brezza leggera ci accarezzava le narici, ed io ho mangiato un dolce per sopperire al mancato pasto. Era buono, zuccherino, è andato a colmare un po' di vuoto. 
Ho preso Fred per mano ed abbiamo scherzato un po' ma dopo una lite è tutto più delicato, sembra quasi di camminare sui vetri. Bisogna far piano, muoversi appena. 

Dopo un litigio pezzi di silenzio giacciono sparsi qua e là 
e i suoni del mondo non osano passarci 
sopra per paura di farsi male.

(Fabrizio Caramagna)

20 commenti:

  1. Nei momenti di tensione le persone che ci sono più vicine sono quelle colpite per prime, ma sono anche quelle con cui facciamo pace più volentieri. Spero che la tensione sia passata come la pelle secca :) Un abbraccio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Pier, tensione passata, pelle secca no :)
      Un abbraccio, grazie.

      Elimina
  2. Lo so bene quanto è precario l'equilibrio dopo una lite...
    Una parola non pesata e si ripiomba in un baratro ancora più profondo

    Ma tu sarai carina anche la mattina, appena sveglia e senza tacchi

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Esatto, bisogna muoversi con leggerezza. E non sempre ci si riesce.
      Grazie :)

      Elimina
  3. Tutto dolce, femminile+, solo un piccolo dettaglio che è un errore.
    Come fanno le onde del mare a non riconoscere una come te?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Perché in certi orari si diventa uno dei tanti.
      Al mattino, invece, siamo solo noi.

      Elimina
  4. Insomma, una bella giornata alla fine

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bah, un po' si e un po'.
      C'era un bel sole, per fortuna.

      Elimina
  5. Una giornata difficile ma se si ha la persona giusta vicina si riesce sempre a venirne fuori.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bisogna venirne fuori in ogni caso :D
      Ma che sia la persona giusta non ho dubbi.

      Elimina
  6. Capisco quell' "accumulo di tensione". Capita spesso: poi alla fine si "esplode" magari per una cosa che agli occhi degli altri sembra insignificante. Comunque paradossalmente sono questi i momenti in cui avere una metà è fondamentale. E' vero, dopo il litigio ci si sente in colpa, perché ci si rende conto che magari si potevano evitare litigio e sfuriata in presenza della persona che amiamo..ma quest'ultima ci conosce benissimo e comprende il momento, comportandosi poi in modo da farci stare bene. Tanto più che, torniamo alla premessa, sicuramente il tutto è avvenuto per un accumulo di tensione dovuta a fatti precedenti e - immagino nel tuo caso - completamente avulsi dal contesto familiare in senso stretto (in senso lato no, perché immagino ci fosse anche della preoccupazione per il trasferimento dei genitori!).

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche lui non era al top, non sta bene e si accumulano frustrazioni sia a lavoro che a casa.
      Il trasferimento non c'entra nulla, invece. Mio padre ancora non si è deciso...del resto non lo vedo da due settimane. Vediamo che succede a Pasqua.

      Elimina
  7. ...il vento, le onde il tempo, spazza via tutto fino al presente..e la primavera rigenera tutto ...al presente più bello!!🌞Buona settimana!..così per caso!!☺

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La primavera rigenera e rende tutto più bello, sono d'accordo :) grazie. Buona settimana.

      Elimina
  8. Con un complice tutto diventa tutto più semplice^^

    RispondiElimina
  9. Le discussioni e i litigi capitano anche nelle coppie più affiatate...
    ...dipende poi dalle persone venirne fuori. Se vi siete scelti vicendevolmente, se date valore al vostro stare insieme, riuscirete a passare ogni tempesta...
    Conta molto, secondo me, la stima, l'affetto, l'importanza che si da' all'altro.

    Il fatto che ti abbia portato al mare anche se a lui non piace particolarmente depone bene... :)

    Nuvola

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si, abbiamo fatto pace, siamo tornati quelli di sempre.
      Però ammetto di sentirmi sempre più sfibrata dalle discussioni, forse ho semplicemente meno pazienza di quanta ne avessi anni fa.
      Baci.

      Elimina
  10. Per molte donne il ciclo mestruale é fonte di disagi,disturbi dolorosi e problemi. Due mie amiche addirittura dovevano stare a letto 5 giorni per via degli atroci dolori che provavano. PoverinE, tutti gli analgesici erano inefficaci. Una ha poi scoperto che si trattava di problemi legati alla tiroide.
    Un abbraccio Sara, spero che la settimana sia più tranquilla.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Irene.
      Effettivamente il ciclo mestruale è problematico per molte di noi. Pure io soffro di dolori non indifferenti, anche se si sono mitigati da quando cammino così tanto. Baci.

      Elimina