giovedì 7 dicembre 2017

Non E' Tardi

Quattro anni fa, per il nostro primo Natale in questa casa, trascinai Fred ad acquistare albero e decorazioni con largo anticipo ed il cuore in festa. Avrei voluto poter comprare tutto quello che mi passava sotto gli occhi. Avrei voluto far entrare in casa nostra ogni piccola luce, ogni piccola pigna innevata, ogni festone rosso mi capitasse a tiro. Senza contare che in questa piccola dimora sarebbe stato complicato anche passare. Lui non mi aiutò nella preparazione ma io cercai ugualmente di mantenere alti sia la gioia che l'entusiasmo. Guardavo il mio alberello rosso e argento con un'euforia che mi usciva dagli occhi. Mi bastava passarci accanto per essere felice e pregustare tutte le meraviglie che di lì a poco avrei vissuto. 

L'anno successivo decidemmo di preparare l'albero presso un altro angolo della casa. Risultò altrettanto scomodo, tuttavia Fred mi aiutò con le palline e per tutto il tempo sorrisi come una bimbetta allegra. Era bello essere lì con lui, dentro la nostra casetta calda, a pensare alle feste. Se lo avessi avuto avrei messo su uno di quei cd di canzoni natalizie che mi piacciono tanto. 

L'anno scorso, il terzo, l'albero rimase in soffitta. La sola idea di dover stare un mese intero con quell'ingombro tra i piedi mi fece desistere dal cominciare. Appesi solo la ghirlanda sul portone, una ghirlanda che per altro non ho mai davvero amato perché tutte quelle che realmente mi piacciono costano troppo oppure sono eccessivamente ingombranti.  

Quest'anno abbiamo deciso di prendere un albero piccolo, il più piccolo che si possa trovare. Ma no,  tra una cosa e l'altra ancora non c'è stato il tempo di andarlo a cercare, e per il momento ho deciso di non nominarlo più, perché magari se non è quest'anno sarà quello prossimo.
Però l'idea di non avere qui dentro un po' di Natale mi rende triste e cupa. 

Fonte: vivodibenessere. it

Ora come ora penso quello che ho sempre pensato. Ovvero che una casa senza addobbi natalizi sia una casa un po' triste, un luogo dove si punti solo all'essenzialità, dove il sogno venga relegato in un angolo, possibilmente fuori dalla porta.
Eppure la magia l'ho sempre voluta e cercata. Dev'essere ancora qui con me, da qualche parte, forse sotto gli strati di abiti che il freddo mi obbliga ad indossare. 
Penso in fondo di essere ancora in tempo, che nulla sia perduto. Posso ancora trovare l'alberello che desidero. Posso ancora spingere Fred a decorarlo insieme a me. Posso ancora pensare ad un angolo dove inserirlo senza inciampare o farlo cadere. 
Posso ancora finire quest'anno con gli occhi pieni di gioia, insieme a quest'uomo che amo da impazzire e che merita di riconquistare la serenità. Insieme a me. 

20 commenti:

  1. Fidanzato insiste sempre per farlo
    E quest'anno mi mette tristezza, più degli altri anni...

    RispondiElimina
  2. Se ti farà stare bene, fallo....per te e per lui....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si, spero sul serio di trovarlo delle giuste dimensioni stavolta.

      Elimina
  3. Cara Sara, io sono sucuros

    Coraggio Sara, io sono sicurissima che lo troverai. Magari non sarà convenzionale, magari non sarà come ti aspetti, ma sarà quell'oggetto che il tuo cuore riconoscerà intimamente come tuo non appena vi poserai lo sguardo.
    Fred ti ama, anche se questo non è un bel periodo.E vedrai che anche lui non potrà che amare quell'angolo di Natale che, seppur piccolissimo,.gli parlerà della sua Sara. Coraggio. ..un abbraccio forte!:)


    RispondiElimina
    Risposte
    1. Spero proprio di trovarlo, i giorni passano, il tempo di andare a cercarlo diminuiscono. Male che vada lo cerco su Amazon. Baci.

      Elimina
  4. Porca paletta quando scrivo dal cell.sembro un'analfabeta! :) ma son sempre di corsa. .soltanto a reperire tutto ciò di cui la bimba necessità per i vari saggi mo ha preso un sacco.di tempo! Abbraccio cara!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tranquilla, pure io col cellulare faccio solo disastri di scrittura :D

      Elimina
  5. Cinnamon Kitty7 dicembre 2017 14:11

    Quanto ti capisco! Io lo farò sabato! Anche se sono triste, voglio provare lo stesso a sentire la magia del Natale! Un bacione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi spiace tanto saperti triste cara Kitty. Se hai voglia scrivimi una mail. Un caro abbraccio.

      Elimina
  6. Che dire, mi sono un po' commossa.
    Lo farai, devi farlo.
    Il nostro sarà come ogni anno parecchio grande, ma qui siamo in tanti e ognuno deve mettere i suoi addobbi...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sarà splendido il vostro grande albero :) ne sono sicura. Quasi mi sembra di vederlo.

      Elimina
  7. Apprezzo le buone intenzioni degli altri ma io mi sono quasi sempre sottratto a questa usanza.
    E' bellissimo, invece, andare in parrocchia per la messa della notte di Natale, con il freddo e anche la neve. Un amore che arriva bisogna incontralo immediatamente.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Alla messa di mezzanotte sono stata una sola volta. E hai ragione, è stato bello. Ne conservo un bel ricordo.

      Elimina
  8. Se trovate il tempo tanto meglio,effettivamente la tradizione rende affascinanti le feste natalizie,c'è chi va matto per il presepe,ma oltre ai costi il tempo per organizzarlo e smantellarlo si dilata.

    Esistono delle soluzioni a fibre ottiche,lontane dalla tradizione,ma assolutamente comode,basta accendere.

    Ciao e buon fine settimana

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il presepe non l'ho mai particolarmente amato. Mi piace guardarli ma l'idea di farlo di persona non l'ho mai accarezzata. Lo facevo da bambina ma non ne ero troppo contenta, era più che altro per far felice mio fratello. L'albero invece mi piace da sempre, mi mette allegria.
      Spero di trovare qualcosa prima che sia troppo tardi.
      Buon week end.

      Elimina
  9. a me piacciono le decorazioni ma non ci viene più nessuno a casa mia a condividerle: non ha più senso farle! Fede

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ha senso nel momento in cui ti piacciono.
      Non serve che ci siano altri a condividerle. Falle per te stessa.
      Un abbraccio.

      Elimina
  10. La magia del Natale è dentro di noi, sta a noi 'concretizzarla' e farla venire fuori: non è un albero di Natale a fare la differenza. Anzi, l'albero può diventare un simbolo vuoto.

    La cosa più bella sarebbe sprigionare e far vivere l'atmosfera di Natale 365 giorni l'anno. Ma è un'impresa sovraumana :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A volte anche un albero di Natale può aiutare, soprattutto se si esce da un periodo molto faticoso :) lo guardo e mi mette allegria, non posso farne a meno.

      Elimina