lunedì 9 ottobre 2017

Nutrire l'Amore

Fonte: favim. com


Nato sotto auspici non molto confortanti, questo weekend è stato invece il migliore da un sacco di tempo a questa parte.
E oggi, nonostante il tempo sia grigio e mesto, vado a lavorare serena, con un sorriso sulla bocca e  uno sul cuore. 

Avevo bisogno di lui, del mio uomo. 
Avevo bisogno che ci rinchiudessimo in una bolla e ci dedicassimo completamente a noi due, alle nostre sensazioni, al nostro benessere di coppia. 
Ne aveva bisogno anche lui, che mi ha preso per mano e mi ha portato ad assaggiare nuovi sapori, nuove delizie, nuovi desideri ed emozioni. 
Mi sono sentita sopraffatta da tanta bellezza ed ho capito cosa voglia dire coltivarsi. 

Non c'è pianta che possa crescere e generare fiori colorati che non sia stata prima doverosamente innaffiata. Bisogna essere giardinieri di noi stessi e della nostra storia. Pronti ad intervenire alle prime avvisaglie di siccità o di maltempo. Pronti a dedicarci tutte le energie che meritiamo.


“L’amore è come una pianta preziosa. Non puoi solo accettare di riceverla e lasciarla appoggiata sulla credenza o fare finta che sopravvivrà da sola. Dovrai continuare ad innaffiarla. Dovrai davvero prendertene cura e nutrirla”
 (John Lennon)

23 commenti:

  1. Un conto corrente è fatto di depositi e prelievi.
    Quando si effettuano più prelievi che depositi il conto,
    cioè l'amore, va in rosso.
    Innaffia tutti i giorni.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi piace questo parallelismo con il conto corrente. Bisogna versare, non solo prendere né dimenticarsene.
      Voglio assolutamente innaffiare ogni giorno.

      Elimina
  2. Quanta tenerezza in questo post! Sono perfettamente d'accordo, amore ha bisogno di amore.

    RispondiElimina
  3. Soprattutto, chiedi. Senza paura di stancare.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Voglio chiedere e dare, in egual misura.

      Elimina
    2. Questo è alla base di tutto. Ma avevo come l'impressione che tu fossi reticente a chiedere.

      Elimina
    3. E' quello di cui mi ha sempre rimproverata mio padre, per cui può darsi che tu abbia capito molto più di quanto spesso mi capisca da sola :)

      Elimina
  4. Hai detto una cosa molto giusta; bisogna essere giardinieri. Bisogna essere consapevoli e VOLERE amarsi ancora, muoversi per raggiungere quell'obiettivo.
    Sono contenta per voi. Ti abbraccio :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'amore va costruito e poi mantenuto in buona salute. Ci vuole una manutenzione costante.
      Grazie Paola, ti abbraccio anche io.

      Elimina
  5. brava Sara, sii giardiniera :-)

    RispondiElimina
  6. hai detto delle cose giustissime :-) sono una nuova iscritta. Ti aspetto da me

    RispondiElimina
  7. Post dolcissimo e profondo, a volte mi chiedo davvero se valga la pena spendersi per gli altri e curare tutti questi vasi. A volte mi chiedo se sia normale sentirsi svuotati anziché riempiti. Un bacio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beh, io non mi spendo per lui come se da tutto questo non me ne venisse niente.
      Ci spendiamo per noi, che è diverso :)
      I rapporti sono un dare ed avere, così deve essere.

      Elimina
  8. Il guaio delle bolle è che prima o poi bisogna uscirne
    Ma dentro ci si sta divinamente

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non si può vivere in una bolla, ma ci si possono creare dei momenti ad hoc per farlo.

      Elimina
  9. Mi piace la metafora della pianta, mi è sempre piaciuta. In questo periodo della mia vita, la applico su di me, perché in passato ho lasciato che molte foglie cadessero e molti rami diventassero secchi, senza intervenire tempestivamente.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Può essere applicata anche su se stessi. In fondo l'amore che ci dobbiamo, dev'essere anch'esso nutrito.
      Baci.

      Elimina
  10. L'amore va proprio coltivato, come dici tu, attraverso parole, gesti, condivisioni, dialogo, rispetto, e, soprattutto, ascolto, non solo quello delle orecchie ma quello del cuore e mente, mente e cuore.
    sinforosa

    RispondiElimina