lunedì 30 aprile 2018

In Mezzo Alla Nebbia

Se oggi avessi la meravigliosa possibilità di fare ponte come buona parte degli italiani, probabilmente lo trascorrerei buttata sul letto come uno straccio vecchio.
La cervicale mi sta mandando al manicomio e la sola idea di dover fingere di essere perfettamente in forma per un intero pomeriggio lavorativo mi rende ancor meno gioiosa di quanto fossi già.

Ieri ho trascorso una bellissima domenica mattina, semplice ma allegra. Poi è tornato questo dolore e ho trascorso buona parte del pomeriggio a scaldarmi in balcone come una lucertola. Ad un certo punto è arrivato mio fratello ma il mio benessere fisico era già così compromesso che temo di non aver scambiato più di cinque parole in tutto. 
Anche stamattina non ho dato il meglio di me, ma come avrei potuto? in questi momenti avrei solo voglia di stare al buio e non vedere nessuno. 

Fonte: ilmeteo. it
Domani mattina esco a camminare in tuta, anche a costo di crepare di caldo. Devo tenere il collo coperto, che tanto anche i farmaci non fanno granché effetto e vivere annebbiata come se avessi fumato una canna marcia non mi va. 
Poi tornerò a casa, farò la doccia, inizierò a cucinare. Si prospetta un buon pranzetto in terrazzo, poche persone ma buone. 

22 commenti:

  1. I farmaci sono altamente tossici. Trazioni e fisioterapia.
    Buon appetito per domani.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Moriremo tutti, farmaci o meno.
      Non ho vizi ma quando sto male mi curo.
      Buon appetito anche a te per oggi.

      Elimina
  2. Terribile il mal di cervicale. Ogni tanto (sporadicamente) ne soffro anche io e dà veramente fastidio. Spero passi tutto presto! La nebbia e l'umidità certo non aiutano...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Fastidioso a dir poco.
      La nebbia in questo caso era solo metaforica, nel senso che mi sento annebbiata quando soffro di cervicale. La testa va completamente in tilt :D

      Elimina
  3. Un abbraccio... spero che i dolori alla cervicale passino prestissimo!
    E un augurio di passare una splendida giornata domani...

    Nuvola

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Nuvola, non sono ancora passati e penso dureranno qualche giorno.
      Buon primo maggio anche a te. Baci.

      Elimina
    2. Anche a te... e spero passi presto.
      Anche io penso che i farmaci, se servono, vanno usati.
      Inutile patire e aspettare che passi, quando i dolori sono forti. Meglio un buon farmaco mirato.
      Spero passi...

      Nuvola

      Elimina
    3. Più che altro non penso abbia senso fare i martiri, che già la vita è abbastanza dura. Poi lavoro al pubblico, non posso neanche andare in negozio in condizioni pessime.
      Grazie, col cerotto quantomeno sento meno dolore :) Baci.

      Elimina
  4. quando occorre, l'antinfiammatorio è la sola soluzione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Assolutamente d'accordo.
      I farmaci esistono, usiamoli.

      Elimina
    2. Come curare quindi l’artrosi cervicale?
      Non è detto però che, avendo una condizione di artrosi cervicale, si debba rimanere così. Infatti il trattamento migliore per questo genere di disturbo è proprio la FISIOTERAPIA: attraverso l’affidamento ad un fisioterapista esperto in disturbi muscolo-scheletrici. Questo perchè per questo genere di disturbi solamente attraverso la terapia manuale è possibile ristabilire un corretto movimento a livello articolare e permettere, attraverso una serie di meccanismi neurofisiologici, di ridurre lo spasmo nel quale i muscoli sono entrati.
      La muscolatura infatti nei pazienti che soffrono di questa condizione saranno molto tesi, dolenti e rendono i movimenti molto rigidi e difficoltosi; esistono infatti numerosi esercizi e tecniche che possono essere applicate nei pazienti.
      Trogloditi!

      Elimina
    3. Trogloditi?
      Mi sa che stai esagerando Gus.

      Elimina
    4. Esperienze personali. Tempo fa ero soggetto a problemi di artrosi scapolo-omerale. Dolori fortissimi con il braccio che non riuscivo nemmeno a mettere la mano nella tasca dei pantaloni.
      Il mio medico prescrisse un'iniezione di Voltare. Ebbene dopa 7-8 minuti il farmaco mi ha procurato una fibrillazione ventricolare, In patica avevo 300 pulsazioni al minuto ma il cuore non pompava sangue.
      Di corsa all'Ospedale dove mi hanno salvato la vita.
      Qualcuno mi suggerì la fisioterapia, ultrasuoni e tens. Dieci giorni e ero guarito. L'importante è che non mi sono più ammalato.
      Ciao Sara.

      Elimina
    5. Ho capito Gus ma io ho 30 anni. Secondo te nel mio caso si può parlare di artrosi? grazie al cielo no. Oltretutto col medico ci ho parlato anche io e so benissimo che le mie cervicali sono dovute ad infiammazioni che mi vengono con gli sbalzi di temperatura.
      Ovviamente mi dispiace per la pessima esperienza che hai avuto, per fortuna alla fine è andato tutto bene. Buona giornata.

      Elimina
  5. Potresti chiedere al tuo medico un pare re sui cerotti medicati per la cervicale. mia mamma ne trae giovamento. Certo non è bene imbottirsi di farmaci ma per le emergenze quando ci vuole...ci vuole. In media stat vrtus.chiedi consiglio al medico a riguardo. Un abbraccio Sara.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Irene, ne ho uno su anche adesso di cerotto :D stanotte non avrei potuto dormire se non lo avessi messo.
      Un abbraccio.

      Elimina
  6. Per fortuna non ne sono affetto, ma posso immaginare e spero ti passi presto! Un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille Pier. Un abbraccio anche a te.

      Elimina
  7. Mi spiace, sono situazioni antipatiche e che creano sofferenza. Spero che tu stia meglio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Capita, non ne voglio fare un dramma ;) c'è sicuramente di peggio. Buona giornata!

      Elimina
  8. Ti leggo da un po' ma non commento :)
    Mi intrufolo oggi solo per dire che anche io sono dell'idea che i farmaci servono e vanno usati quando ce n'è motivo. Tra l'altro il cerotto medicato lo uso anche io quando la spalla mi fa vedere le stelle.
    Non so se può essere utile nel tuo caso, ma tempo fa mi consigliarono impacchi di sale grosso bollente per sciogliere i muscoli doloranti e dar quindi sollievo all'articolazione. A me servono tanto, ma immagino che nel caso di una infiammazione sia controproducente...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Alahambra, ti ringrazio di leggermi e ancor più per aver commentato, oggi.
      Conosco il rimedio del sale, ma a dire il vero non ho mai provato personalmente. I cerotti, invece, sono una benedizione. Un abbraccio e grazie.

      Elimina