mercoledì 13 settembre 2017

Come I Pescatori

Sono diventata come quei pescatori che non possono fare a meno del mare anche quando mancano le condizioni per poter pescare.
Se ne stanno lì di fronte, la mattina presto, vestiti di tutto punto. Osservano le loro barche che riposano sulla spiaggia, guardano le onde. Quasi non si parlano, si scambiano solo poche parole. 
Mi piacerebbe sapere a cosa pensano, se sono contenti di potersi riposare ogni tanto o se quando sono a terra stanno ancora sognando di essere in mare. 
E' un lavoro duro il loro, un lavoro che gli segna la pelle, il corpo, che li rende più simili a delle rocce indurite che a degli esseri umani. 

Fonte: spreafotografia. it

Sono diventata come quei pescatori che tutte le mattine, con la pioggia o col sole, non possono fare a meno di mettere piede sulla spiaggia.
Tutto il tragitto che mi porta al mare non lo sento neppure, come se le gambe viaggiassero da sole. Il mio respiro coperto dalla musica, dal palpitare veloce del mio cuore.
Poi arrivo lì e capisco che tutto ha avuto un senso. La sveglia presto, l'aria pungente sulle braccia nude, i capelli da mortificare dentro una coda alta, gli sguardi indiscreti della gente. 
Ne vale la pena, sempre. 
Perché quelli sono gli unici momenti in cui mi sento davvero libera. Gli unici in cui mi sembri di lasciar cadere tutto e ricongiungermi interamente con me stessa e le mie sensazioni più vere.


"Una volta che avrete conosciuto il volo, 
camminerete sulla terra guardando il cielo, 
perché è là che siete stati, 
ed è là che vorrete tornare."
Leonardo da Vinci. 

12 commenti:

  1. La descrizione di quando vai alla spiaggia è bellissima. Mi sembra di vederti. Nessuno è libero se teme le opinioni degli altri.


    "Tutto il tragitto che mi porta al mare non lo sento neppure, come se le gambe viaggiassero da sole. Il mio respiro coperto dalla musica, dal palpitare veloce del mio cuore.
    Poi arrivo lì e capisco che tutto ha avuto un senso. La sveglia presto, l'aria pungente sulle braccia nude, i capelli da mortificare dentro una coda alta, gli sguardi indiscreti della gente". 

    Una perla


    Conosco bene i marinai. Sono persone molto dure, ma generose. A volte da ragazzo mi facevano salire sul motopeschereccio per mangiare con loro un brodetto di pesce cotto con l'acqua del mare.
     

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io non mangio pesce e credo non salirei su una di quelle barche neanche se me lo chiedessero per favore :D
      Però il loro mondo mi affascina e mi incanta.

      Elimina
  2. hai visto che succede a fare movimento?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questo per me è quello che succede se il movimento lo fai all'aria aperta.
      L'avevo sempre fatto, al chiuso, e non mi era mai piaciuto così. Mai mi ero sentita in questo modo qui.

      Elimina
  3. Mi hai ricordato Il pescatore di De Andrè....

    Abbraccio
    P.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bella canzone, quella.
      Un abbraccio Pippa.

      Elimina
  4. Io ricordo ancora come mi mancò l'aria quando mi trasferii dal posto dove ero (una splendida città in riva al mare) in una città del continente, in mezzo all'Europa. Mi sembrava di soffocare, dovevo smettere di pensare che avevo lasciato il mare, altrimenti mi sentivo mancare l'aria, in gabbia.

    Ci si abitua però.
    Soprattutto quando si finisce in un altro luogo, ancora lontano dal mare, ma vivi su un'altura e quando esci e ti guardi intorno hai orizzonti amplissimi...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ecco, io soffocherei certamente se dovessi smettere di vedere il mare quasi ogni giorno.
      E dire che vengo da una collinetta che dal mare dista km e km. Eppure è così: quando lo conosci intimamente, non ne esci più.
      Dev'esser bella anche la tua altura ;)

      Elimina
  5. Aver trovato il tuo angolo di libertà è davvero una conquista. Un abbraccio :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per la serie: meglio tardi che mai :)
      Una conquista, hai ragione. Baci Pier.

      Elimina
  6. Eh, ma quanto bella sei con la coda alta, il respiro affannoso e quegli occhi all'orizzonte?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Appena partita sono carina, quando torno tutta sudata un po' meno :D

      Elimina