martedì 1 agosto 2017

6 Mesi a Camminare

Esattamente sei mesi fa iniziavo a camminare. 
Uscii di casa con il freddo pungente del primo febbraio. Indossavo le mie scarpe nuove, un giubbino blu, una tutina rossa. Camminai solo per mezz'ora con le mani gelide che si riscaldarono pian piano, con il naso che sembrava staccarsi per il gelo del primo mattino, con la sensazione che forse il giorno dopo non ce l'avrei fatta né quelli dopo ancora. 
Eppure ce l'ho fatta. Il giorno dopo tornai su quelle strade. E così i giorni successivi. 

All'inizio fu tutto tremendamente difficile, a cominciare dal fatto che dovevo abbandonare il tepore del mio piumone ed affrontare la nebbia, il vento ed il gelo che imperversavano fuori. Non sono mancati gli ostacoli, qualche infortunio, gli sguardi e la curiosità della gente che non capiva chi me lo facesse fare.
Fonte: rivistainforma. it

Eppure pian piano io mi sentivo più forte. Pian piano iniziavo ad apprezzare la fatica che mi raggiungeva i polpacci, poi le cosce e infine i glutei. Pian piano iniziai a sentire quanto tutto questo mi stesse facendo bene, quanto di me ci stessi mettendo.
Cominciai ad apprezzare l'effetto benefico ed energizzante dell'adrenalina, la sensazione di potere che avevo sulla fatica, sul fiato, sul mio corpo per intero. 
Iniziò a piacermi sul serio, come ti può piacere qualcosa che non hai mai preso in considerazione ma di cui poi ti innamori anima e corpo, come a diventare una cosa sola. 

La musica nelle orecchie, la sensazione dei miei piedi sull'asfalto, il vento che mi accarezza la pelle, il mare che mi fa compagnia. La testa che si svuota e che si riempie di cose, simultaneamente. Ora cammino anche un'ora e quaranta minuti e certe volte vorrei non dover smettere mai, continuare ad oltranza. Nonostante il sudore, nonostante le cose da fare che mi attendono a casa, nonostante faccia un caldo asfissiante già alle sei e mezzo del mattino.

E vogliamo poi parlare dei benefici fisici?
  • Mi sento più attiva, più piena di energie, con le pile che si ricaricano faticando;
  • Le gambe si sono assottigliate, tonificate, modellate. Ok, non sono ancora perfette: ma sono migliori di 6 mesi fa.
  • Ho perso un po' di peso ed ho nuovi muscoli sodi dove prima non ne sentivo;
  • Ne ha beneficiato la circolazione sanguigna: io che soffrivo sempre di gambe stanche in estate, quest'anno sto decisamente meglio.
  • Allo specchio mi piaccio di più;
  • Mi sono abbronzata un po', pur proteggendomi sempre dal sole.
Oggi sono sei mesi che cammino ed io auguro a me stessa di non smettere mai. Di non perdere mai questa abitudine che è diventata passione e dipendenza. 

14 commenti:

  1. Risposte
    1. Oh, non fare come mio cognato che me lo dice da almeno 4 mesi :D
      Però no, non credo lo farò. Mi piace troppo camminare.

      Elimina
    2. ti piacerà pure correre, fidati

      Elimina
  2. Non posso che approvare! Ormai da qualche anno ho fatto dello sport e della danza il mio stile di vita...A contatto con la Natura regala una dimensione di libertà immensa. Con il tuo corpo instauri un nuovo dialogo...uno stile di vita che mi appartiene e di cui ormai non potrei più fare a meno.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' bellissimo, concordo con te. Dopo un po' non ne puoi più fare a meno.

      Elimina
  3. Brava bellezza. Ci vuole tenacia e tu ne hai :)

    RispondiElimina
  4. Camminare è bellissimo e secondo me non è nemmeno necessario correre! Qui mi manca molto e piace molto anche a me. Purtroppo dove vivo sono costretto a fare sempre le stesse strade e non posso farle per lunghi tratti perché in alcuni punti rischio che mi investano.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Pier,
      il fatto di avere il posto per camminare mi ha molto agevolato. Dove vivevo prima sarebbe stato impensabile, tremo al sol pensiero.

      Elimina
    2. Ricordo ad esempio a Milano che camminavo per ore! Ok, molto traffico, ma almeno ero sempre su un marciapiedi. Qui mancano in alcuni tratti D: Comunque continua così :D

      Elimina
    3. Grazie Pier :)
      Io spero tu riesca a superare questo "scoglio" dei marciapiedi mancanti.

      Elimina
  5. Sono contenta per te, è vero che l'attività fisica ti rende più pimpante ma io non riesco proprio neanche ad immaginare di farlo con questo caldo :-D
    Di fatti non mi mancano assolutamente le camminate verso l'università, poi ora con 40 gradi all'ombra sei pazza xD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. si, sono pazza sicuramente :D
      Stamattina quando sono tornata ero un bagno di sudore, una cosa indecente. Però mi piace grazie a Dio...e mi fa bene :)
      Kiss.

      Elimina