lunedì 27 marzo 2017

Marzo Pazzo

Era iniziata come una bella giornata. C'era il sole, gli uccellini che cinguettavano, la prospettiva di un'ora di luce in più di cui poter godere nel pomeriggio. Tutto sommato, le prospettive per un lunedì meno sgradevole del solito c'erano tutte.

Fonte: scrivere. info
Poi sono arrivati i tuoni, i lampi, le prime gocce di una pioggia divenuta presto scrosciante.
E l'umore è andato a finire sotto le scarpe, come sempre in questi casi. Mi sono ricordata improvvisamente che è lunedì, che ho una settimana intera e piena zeppa di cose da fare dinanzi a me, sei giorni di lavoro e di momenti pregni ed intrisi di rotture di scatole.
Poi il portone condominiale che sbatte pesantemente...di nuovo. La voglia di uscire fuori, sbraitare addosso a queste persone che se ne fregano di un bene comune ma che poi stanno tanto attenti ai propri, a quegli spazi non condivisi che hanno acquistato da soli. Come se si trattasse di due mondi differenti, di due dimensioni lontanissime seppur così vicine. 
Credo davvero che una persona la si possa giudicare anche da queste piccole cose. Dal modo in cui tratta le cose che appartengono anche ad altri. Dal tono di voce che usa in casa propria pur sapendo che al di là di queste sottili mura ci sono altre persone. In altre parole: dal modo in cui sta al mondo sapendo di non essere i soli.

12 commenti:

  1. i soldi di tutti sono soldi di nessuno.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non per me.
      Ho grande considerazione delle cose, in generale. Sia le mie che quelle di altri. Mi è stato insegnato così.

      Elimina
  2. Stessa situazione qui: iniziata bella giornata, ora tutto nuvolo. Per fortuna vivo in una casa di proprietà singola, perché vedo come i "signori" che abitano di fronte a me che quel cancello lo sbattono in malo modo. Diciamo che sono cafoni anche in altro (vedi volantini promozionali lasciati nella buca fin quando non cascano), ma boh, non so come si faccia ad essere così.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oggi per fortuna è tornato il sole :)
      E anche io non capisco come si possa essere così incuranti...bah.

      Elimina
  3. Io mi comporto sempre con educazione e rispetto nella gestione delle cose comuni..E cerco con la.massima serietà di trasmettere questi valori anche a mia figlia.Purtroppo le persone incivili e maleducate superano di gran lunga di numero le altre...ma proprio di tanto. ..Siamo circondati da maleducati

    RispondiElimina
  4. Dama, non ne parliamo...!io una maleducata, cafona, arrogante e menefreghista ce l'ho in casa -dove convivo per studio-. È insopportabile e la cosa peggiore è che siamo tutte ragazze (io che ho 23 anni sono la più grande), potremmo davvero divertirci (come infatti accade con le altre mie 3 coinquiline) e goderci al massimo questa esperienza comunque bella ed invece lei preferisce essere la persona ignobile che è pur di non sforzarsi minimamente come richiederebbe una convivenza almeno accettabile. Ti dico solo che siamo arrivate a non salutarci neanche -.-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi spiace Paola, una situazione così la vivrei davvero molto male anche io. Odio la cafonaggine che spesso sfocia in vera e propria inciviltà.

      Elimina
    2. In realtà ti dirò che, per ora, la cosa è esilarante più che altro. Sarà perché, appunto, siamo in 4 a pensarla allo stesso modo ed alla fine ci ritroviamo a ridere della maleducazione dell'altra. Lunedì sicuramente ci sarà il grande scontro xD

      Elimina
    3. Oggi è lunedì per cui: in bocca al lupo :D
      e che vinca il migliore!

      Elimina
  5. Ahaha lascia stare, è scappata domenica xD Non ha salutato nessuno ed è andata via lasciandoci la traccia -insieme alla sua famiglia- della sua maleducazione per l'ultima volta. Manco la soddisfazione ci ha lasciato xD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma almeno si è tolta dai piedi :D non male.

      Elimina