venerdì 10 marzo 2017

Foto

In quest'era digitale in cui si fotografa tutto, dal cibo che si mangia alla merce che si è appena acquistata, mi sono resa conto di avere pochissime foto di me. Di noi. Anche dei miei familiari, di mio fratello, dei miei genitori. Pochissime con il mio compagno. Nessuna con la mia amica del cuore.


Fotografo fiori ed oggetti ma è così raro che decida di fotografare ciò a cui tengo davvero, che nel mio telefono praticamente non ce ne sono. 
Se uno sconosciuto si mettesse a sbirciare nella mia galleria penserebbe che sono quelle le cose di cui davvero mi importa, le cose a cui tengo. E avrebbe ragione nel definirle cose.
Ma le persone, gli affetti, quella sensazione di calore che ti pervade quando sei con qualcuno a cui vuoi bene...Ecco, quella cosa meravigliosa lì non la fotografo mai.
E allora si perdono i sorrisi, le lacrime, la gioia, i bei momenti. Finiscono tra i ricordi che non possono essere trasmessi, di cui non si conserverà una traccia materiale. 

E chissà perché mi ritrovo sempre a sentirmi gelosa di quella porzione di vita, la più autentica. Più desiderosa di viverla che di mostrarla. 

16 commenti:

  1. Strano

    Eppure sei cosi giovane

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che vuol dire?
      I giovani dovrebbero essere tutti uguali?

      Elimina
  2. Perché sei così, riservata,un po'schiva,gelosa perfino dei tuoi sorrisi così come di tutti i tuoi momenti di intimitá. Ognuno è fatto come è fatto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Un po' schiva è un eufemismo.
      Io sono MOLTO schiva.

      Elimina
    2. Sì, l'avevo capito. ..ho detto un po"perché temevo si essere scortese...anche se non è mica un difetto. È una caratteristica. Ognuno è come è. ..

      Elimina
    3. Si, non è una caratteristica che odio di me, anzi :)
      In molti casi mi ha aiutato ad autoconservarmi :D

      Elimina
  3. Ed è bene che sia così. ..Altrimenti sai che noia se fossimo tutti uguali!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Certo, è ovvio.
      Spero solo di non pentirmene un giorno. Desiderare di avere tra le mani una foto e non averla.

      Elimina
    2. Se posso ti consiglierei di farne almeno qualcuna,specie con i tuoi cari...Il tempo passa troppo in fretta e i bei momenti vanno conservati in qualche modo, per poi poterli rivedere e stringere al cuore...

      Elimina
    3. E' quello che dovrei fare, razionalmente lo capisco. Solo che non ci penso mai.

      Elimina
  4. io invece, non mi faccio mancare proprio niente... inclusi i selfie con le persone che nella mia vita, davvero contano...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Fai bene. A me credo manchi proprio "l'indole" del selfie.

      Elimina
  5. Io di foto mie ne ho pochissime. Infatti per la laurea triennale ho assoldato mia sorella perché volevo finalmente dei ricordi per bene. Col mio fidanzato ne ho parecchie, invece. E' una abitudine che ci portiamo da sempre. Ma nella galleria la fanno da padroni le foto dei miei nipotini: ne sono pienaaa.
    Comunque altro che selfie, non so tu ma io esco sempre malissimo in foto :-D

    L'importante non è la foto in sé, alla fine, ma il ricordo che si porta dietro. Se quello c'è a prescindere, non fa differenza :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Già il fatto di farne con le persone che contano è bello ed importante. Io non ci penso mai, non sono davvero il tipo purtroppo.

      Elimina
  6. Mi hai dato uno spunto,devo recuperare le vecchie foto e digitalizzarle,in questo modo riesco a darle una nuova vita.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non male come idea, sono contenta di avertici fatto pensare :)

      Elimina