venerdì 20 gennaio 2017

Segni

Fonte: kaloi. it


Sono piena di ferite, ovunque guardi.
Le mani sono un campo di battaglia, perché i geloni sono arrivati il 10 gennaio e la pelle è diventata ancor più sensibile di quanto non fosse già. Tagli, escoriazioni, zone gonfie ed arrossate, cerotti qui e lì.
E sul corpo ho lividi, botte, brutture varie. Se mi avessero detto che avrei vissuto anche da adulta con la pelle di quando ero solo una bambina, non ci avrei creduto. Mi sarebbe sembrato impossibile, stupido, ai limiti del verosimile. E invece eccomi qui, a 31 anni, troppo distratta e troppo poco delicata con me stessa da saper evitare situazioni come questa.
Un bitorzolo sul mento, un grosso livido sul braccio, uno sta scomparendo sulla coscia. Non so calcolare gli spazi, penso sempre a qualcosa di diverso che non sia l'azione che sto compiendo. E allora sbatto, mi faccio male, impreco. E per i giorni a venire mi porto addosso il marchio della mia stupidità.
Forse imparerò...un giorno.

16 commenti:

  1. Sara aspetta, i geloni sono una cosa (e credevo stessi meglio in realta) e le botte un'altra giusto?

    RispondiElimina
  2. Si si, due cose diverse. Ma che messe insieme mi fanno sentire un catorcio.
    I geloni sono tornati il 10 gennaio e faccio schifo :(

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Fra :) passeranno pure loro. Dovrà arrivare prima o poi la primavera.

      Elimina
  3. Anch'io sono un po' imbranata. Il must è lo spigolo della scrivania nell'esterno coscia. Un male porca eva. Sono solidale

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ah, immagino il dolore :D
      E' che gli spigoli ti si conficcano proprio nella carne...

      Elimina
  4. Anche io mi ritrovo lividi senza capire come... ma non è che mi muova moltissimo quindi boh. :D
    Finché non ci si fa male, dicono fortifichi!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Speriamo allora di diventare forti sul serio!

      Elimina
  5. Ciao Dama, col nuovo lavoro non riesco più a essere presente come un tempo purtroppo. Mi spiace per questi acciacchi, però consolati che nell'essere maldestra non sei sola. Io faccio figuracce ovunque..prendo dentro mobili, porte etc e rovescio le cose!;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Fransis!! Che gioia rileggerti!! non sai quanto. Come stai? spero tutto bene a parte le tante ore di lavoro.

      Elimina
    2. Tutto bene:) ho davvero poco tempo per me..sono continuamente alla rincorsa delle cose. Però sono convinta che ad un certo punto tornerò ad essere al passo:) :-*:-* terremoto/ neve come va?

      Elimina
    3. Immagino non sia facile. Io quando ho troppo poco tempo per me stessa inizio a sclerare di brutto :D

      Terremoto i miei l'hanno sentito anche la scorsa settimana ma fortunatamente neve non ne ha ancora fatta. La fortuna di vivere in collina ;) speriamo bene. Un grande abbraccio e grazie per essere passata.

      Elimina
  6. Io pensavo di essere un fighetto a 57 anni, sempre pronto a rimproverare gli altri per la loro sbadataggine... e sono sei mesi che combatto ancora con una frattura all'omero per una sciocca caduta. Da vecchietto. A ognuno il suo.. ahah

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ecco, allora capita davvero a tutti :D
      Mi spiace ovviamente per la tua frattura. Ti auguro buona guarigione.

      Elimina
    2. ... non è mai troppo tardi per imparare a fare meno gli sbruffoncelli.. ahahah grazie per gli auguri... spero di risolvere quest'anno... ;)

      Elimina
    3. Un grosso in bocca al lupo, tengo le dita incrociate. Baci.

      Elimina