giovedì 7 aprile 2016

Piccole Grandi Delusioni

Una bugia innocente, di quelle che non contano niente, che non dovrebbero avere alcun peso.
Eppure quel tarlo rimane, ti scava dentro a poco a poco. Non puoi fare a meno di pensare: era proprio necessario? Ce n'era davvero bisogno?
E se ti mente per una stronzata simile, chi può dire che non lo faccia anche in altre situazioni?
Certi momenti servono a ricordarsi che fidarsi ciecamente è sempre sbagliato. Che nessuno è perfetto, che non esistono acque davvero cristalline.

Fonte: lannagaia.com
E poi ti senti delusa, spiazzata, piena di dubbi. Ci si mettono anni a farsi una reputazione ma possono bastare pochi istanti a vederla crepare. 
E quell'aria di sufficienza poi, quando t'ha guardato mentre lo scoprivi. Vorrei sul serio smettere di pensarci eppure la mente continua a ritrovarsi lì. Non riesco a ritrovare l'equilibrio, a sentirmi tranquilla...non riesco ad evitare che mi faccia male. 
Forse perché sono abituata a raccontargli anche le stronzate, gli errori, i pensieri sbagliati, malati, quelli che non hanno senso. Forse perché non ho bisogno di mentire su nulla. Anche a costo di sentirmi meno figa, meno interessante, più umana. Con lui non indosso filtri, non fingo, sono totalmente me stessa nel bene e nel male. 
Forse per tutte queste ragioni mi fa sanguinare il cuore. Perché è una stronzata e non c'era bisogno di mentire. Ed ora, più di tutto, mi piacerebbe capire la ragione per cui ha sentito di doverlo fare.

Ma non riesco a chiederglielo perché sarebbe una forzatura.
Non dovrebbe essere lui a sedersi qui vicino, prendermi le mani, e semplicemente dirmelo? Non dovrebbe partire da lui la voglia di chiarirsi, di farmi capire?
Non dovrebbe essere sua l'intenzione di curare questo piccolo grande dolore che mi sta crescendo dentro? Per una stronzata poi. Per una stronzata. 

25 commenti:

  1. La presentazione generale della storia mi rattrista perchè mi fa pensare solo ad una persona (e penso che tu abbia capito chi), ma magari posso anche sbagliarmi!
    Ovviamente non faccio domande, non lancio giudizi affrettati, non voglio che tu ti addentri in dettagli (altrimenti lo avresti già fatto).
    Mi dispiace moltissimo leggere questa vena di rammarico e di delusione...
    Qualunque cosa sia e chiunque sia, ti mando un forte abbraccio e se ne hai bisogno sono quì :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Martina, sei sempre molto dolce. Una persona discreta in grado di camminare delicata come una piuma, senza mai essere invadente, senza criticare, senza fare male. Grazie davvero. Ovviamente hai capito di chi parlo.

      Elimina
  2. tutti si può sbagliare. l'importante è riconoscerlo e rimediare, evitando che riaccada. ti auguro che si sistemi tutto, anche se sistemare è una parola riduttiva.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Mary. Non lo so, al momento sento solo questo grande senso di rammarico e di delusione che non mi permette neppure di parlare. Se lo facessi ora mi metterei a piangere.

      Elimina
  3. chi è senza peccato scagli la prima pietra

    per cui perdonalo anche se non sta tornando sull'argomento come vorresti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Assolutamente. Prima però le cose vanno chiarite.

      Elimina
    2. però non farla troppo lunga e sii indulgente, mi raccomando

      Elimina
    3. Solidarietà maschile o interista? :D
      Comunque tranquillo, non ho mai picchiato nessuno. Ci siamo chiariti in modo assolutamente naturale, senza lanciare piatti. Grazie ;)

      Elimina
  4. In un rapporto a due non si lasciano mai le cose non chiarite, MAI. Siediti tu accanto a lui e chiedigli perché...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ho fatto così infatti, ieri sera.
      Ed ho scoperto che le cose non erano come le avevo capito. Ho tirato un bel sospiro di sollievo, non tanto perché fossero chissà cosa, quanto piuttosto perché non mi piace l'idea che debba mentirmi per stronzate simili.
      Grazie di essere passata :)

      Elimina
  5. Cara Dama, nessuno decide quali siano le bugie che feriscono di più e quelle che feriscono di meno. Esse sono cucite su di noi e sulle nostre relazioni,a cui solo noi possiamo dare un senso, partendo dal nostro vissuto.
    Ti abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai ragione, non esiste un modo univoco per classificare ciò che ci può fare male. Anche le sciocchezze, a volte, sembrano avere un gran peso.
      Ti abbraccio anche io.

      Elimina
  6. Non aspettare che sia lui a sedersi e chiarire..magari per lui il caso è già archiviato..come stronzata appunto. Non proiettare quello che faresti tu nei panni degli altri, è il modo più facile per rimanere delusi e, forse, si fa anche un torto alle altre persone..aspettarsi che siano e facciano come noi significa dimenticarsi che loro possono essere solo se stesse!
    Ci possono essere mille motivi per cui uno tralascia o mente su una cosa, può essere che l'intento iniziale fosse comunque positivo (può non bastare, ma è comunque una motivazione).
    In ogni caso se hai bisogno di parlarne fallo..perché fare finta di niente mentre ti rode il fegato dentro fa solo male, anche tanto. :-*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille Fransis, abbiamo chiarito ieri sera. Ho capito di esser stata vittima di un fraintendimento e di aver creduto allo scherzo di un'altra persona. Però è vero tutto ciò che hai scritto: non possiamo appoggiare sugli altri le nostre convinzioni pensando debbano essere anche le loro.

      Elimina
  7. Credo proprio di aver capito anche io di chi parli...
    Il mio consiglio, se proprio ci può essere un consiglio, è di fargli capire quanto tu sia rimasta ferita, parlandogli senza aggredirlo, ma sinceramente. Perché deve sapere che quella che per lui magari era una cosa senza importanza ti ha fatto molto male. E questo deve saperlo.
    Perché, soprattutto quando un rapporto è importante, non devono esserci ferite trascurate e problemi irrisolti...
    Ovviamente non subito, parlagli solo quando ti sentirai in grado di affrontare l'argomento.
    Mi dispiace tanto, ti abbraccio forte forte.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' così che ho fatto, gli ho parlato a cuore aperto senza attaccarlo, quando mi sentivo pronta per farlo. Ed ho capito che non era successo niente, che avevo frainteso, che quello sguardo superficiale non era quello di chi fosse stato colto in fallo ma di chi non comprende come si possa credere a tutto. Per la serie, son stata fessa.
      Ti abbraccio anche io e grazie.

      Elimina
  8. Mi è rimasta impressa una frase dal film "Perfetti sconosciuti", sulla quale sto cercando di lavorare molto e che parla del saper disinnescare quando si verificano conflitti, discussioni, incomprensioni. Fare un passo indietro, tenere da parte i mille perché, il "come mi aspetterei che le cose vadano", "cosa vorrei sentirmi dire", mettere in un angolino il proprio orgoglio e fare il primo passo. A volte per fare questo primo passo, bisogna prima rintanarsi in un cantuccio e riflettere, lasciare che le cose si raffreddino un attimo e non partire in quarta. Leggo dagli alti commenti che tutto si è risolto positivamente e ne sono contenta. I tuoi dubbi sono anche e spesso i miei, mi chiedo tante volte perché, da certi miei comportamenti, non siano consequenziali altrettanti comportamenti da parte di chi mi circonda. Ho imparato però a mie spese che a volte noi donne ci facciamo troppe ed inutili domande, quando parlare a cuore aperto e con calma, come hai fatto tu, è la via migliore.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille :)
      Hai ragione, io devo sempre rintanarmi un po' prima di procedere con un chiarimento. Devo far macerare i sentimenti che provo, ascoltarli, capirli. Solo dopo posso agire...prima no, non me la sento mai.
      Il film non l'ho visto ma spero di farlo prima o poi perché mi incuriosisce. Sono stata al cinema domenica ma ho preferito optare per un film che mi facesse ridere (Il mio grasso grosso matrimonio 2). Baci.

      Elimina
  9. Ciao dama, sono passata di nuovo per vedere se c'erano aggiornamenti e ho capito che la cosa si è risolta per il meglio. Sono felice per te :*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lo confermo, sei davvero dolce. Grazie grazie di cuore.

      Elimina
  10. Menomale che è tutto risolto:)

    RispondiElimina
  11. Sono soddisfatto del chiarimento,meglio così.

    Buon referendum domenica!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Ivo, buon referendum anche a te :)

      Elimina