domenica 10 gennaio 2016

Piccoli Stralci

Fonte: cavalieridellaluce.net


La prima settimana di lavoro dopo la pausa natalizia è andata. Abbiamo ripreso da dove avevamo lasciato, senza tutto quello sfasamento che a volte accompagna le ferie. Forse perché i giorni liberi non sono stati poi molti oppure perché ci siamo rilassati davvero, tutto è andato liscio come l'olio, quantomeno a livello "umorale".
Niente musi lunghi da ripresa, solo un sorprendente stoicismo. Della serie "bisogna ripartire? E ripartiamo!".

Oggi è stata una calda giornata. Sole a picco e venti gradi nelle ore centrali. Dopo pranzo siamo usciti a fare un giro perché non si poteva restare in casa quando fuori sembrava impazzare la primavera. Abbiamo camminato mano nella mano, riso un po', fatto la spesa, chiacchierato di tante cose e in fondo anche di niente. 

Ho terminato di rileggere e correggere la mia ultima -solo il senso temporale, spero- storia. E ogni volta mi parte un pezzo di cuore perché a quei personaggi che prendono vita sotto i miei occhi io tengo davvero, come se fossero delle piccole creature a cui voler bene. Mi affeziono a certi lati del loro carattere o ad alcune delle frasi che pronunciano, o a delle piccole manie molto umane che fanno di loro qualcosa di tangibile, quasi reale.
E ogni volta mi chiedo se tutti questi scritti avranno un senso prima o poi. Se riusciranno a vedere la luce, se riuscirò a togliergli il velo e a farli leggere a qualcuno. 

9 commenti:

  1. insomma, vi tocca solo sposarvi !

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Fraaanz :D
      Sono già bellissimi così

      Elimina
    2. @Francesco credi che il matrimonio aggiunga sul serio qualcosa alle unioni? non saprei, forse è davvero così. Oppure no, non lo è per niente.

      @Pippa grazie :)

      Elimina
    3. lei è bellissima, lo so.

      lui lo ignoro :-)

      Elimina
    4. Troppo buono, decisamente ;)

      Elimina
  2. Ma di lavoro fai la scrittrice?

    E' un post molto bello, fresco, frizzante, leggero.
    Pieno in fondo anche di tenerezza, se lo si legge tra le righe, nella parte in cui descrivi le chiacchierate complici con il tuo fidanzato. Fatte di parole che si possono spendere solo con la persona che ti completa davvero e non con uno qualsiasi.
    Bellissimo, spero di leggerne altri così se non di più positivi.
    Un abbraccio, mia cara :-*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oh no, il mio lavoro è nel commercio. Ma scrivere è il mio sogno da che sono bambina e sarei la persona più felice del mondo se un giorno riuscissi a vivere di questo.

      Un abbraccio anche a te, grazie.

      Elimina
  3. sono pronta a leggere i tuoi racconti.... <3

    RispondiElimina