martedì 30 giugno 2015

Vecchie Conoscenze

Ogni tanto mi capita di sognare persone che hanno fatto parte della mia "vita passata". Quella in cui ero ancora a casa dai miei, lontana da qui, nel paese in cui sono nata e cresciuta.
Questa notte ho sognato un uomo, uno di quelli che potremmo tranquillamente definire conosciuto da tutti. Il mio paese natio conta poco più di seimila anime e non è difficile essere noto ai più. Lo ero anche io, fin quando ho vissuto e lavorato lì. 

Fonte: aliyyosh.com

Quest'uomo non si è mai sposato. Quando l'ho conosciuto aveva quarantaquattro anni, venti più di me all'epoca dei fatti. E' un uomo piacente ed ho sempre pensato che amasse farsi notare. Prima ancora che iniziassimo a parlare aveva per me un interesse di qualche tipo, lo notavo da come mi osservava quando mi passava vicino. Mi intimidiva a tal punto che dovevo volgere lo sguardo altrove oppure abbassarlo. Ci conoscemmo solo quando cambiai lavoro, trasferendomi presso un'attività diversa, che, seppur a pochi metri dall'altra, raccoglieva un numero di gente assai più ampio e variegato. 
Si insinuò nella mia vita a poco a poco e conoscendolo mi resi conto che non aveva quella superficialità di cui lo avevo ingiustamente tacciato. Tuttavia non sono mai riuscita a guardarlo negli occhi per un tempo troppo lungo. Forse perché in lui non ho mai smesso di notare quell'interesse né la voglia di restare solo con me.

Ho sognato di rincontrarlo, di vederlo seduto e di sorridergli. Era notte, forse ci trovavamo ad una festa di paese o qualcosa del genere. Fra di noi tanta altra gente.
A volte mi è capitato di pensare a cosa stia facendo, se ha finalmente trovato l'amore. Quest'anno compierà 50 anni eppure sembra ancora un ragazzo un po' cresciuto. Credo che questa sua caratteristica un po' affascini e un po' tenga lontane le donne. 
Penso spesso anche a suo padre, uno dei miei amici-clienti, uno di quelli capaci di regalarti il sorriso anche nelle giornate più buie. Ricordo che una volta per scongiurare la sfiga portò un sacchetto di sale e lo sparse dappertutto, ancora mi viene da ridere se ci penso.
Ad agosto tornerò per qualche giorno in casa mia, mi piacerebbe rivederli. 

7 commenti:

  1. insomma, non ti spaventa più ! :-)

    RispondiElimina
  2. @Francesco non nei sogni almeno :D

    @Mary si. Questa notte, ad esempio, ho sognato la mia classe al completo...

    RispondiElimina
  3. Ahahah si che cose strane. Io non sono mai quasi mai. Eventi rarissimi.

    RispondiElimina
  4. quando sogno mi sveglio sempre stanca...

    RispondiElimina