lunedì 29 giugno 2015

La Siesta

La Siesta di Julio Llort Guindula

Dopo aver trascorso la mattinata in giro ce ne siamo tornati a casa, che non erano neppure le due e mezzo del pomeriggio. Il tempo di sistemare la spesa e impostato la lavatrice ed ero già sul letto. 
Avevo passato due nottate strane, un po' per via delle zanzare di prima sera, un po' per la stanchezza accumulata che a volte non fa dormire bene.
E così avevo sonno, un sonno che non è tardato a raggiungermi non appena appoggiata la testa sul cuscino.
La siesta è durata solo un'ora ma è stata un'ora delle più felici. Dalla finestra arrivava una brezza leggera di ristoro. Le lenzuola pulite e fresche, si avvertiva ancora quel profumo di bucato che lieve distende i nervi. Più tardi è cominciato un gran caldo ma in quei momenti si stava così bene che meglio non avrei potuto.

7 commenti:

  1. il gran caldo non lo reggo più

    Francesco non connesso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E deve ancora arrivare, si prevede dal 1°luglio una vera e propria ondata d'afa.

      Elimina
  2. Hai fatto benissimo.
    Il pisolo pomeridiano é l'ideale per ritemprarsi

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ci voleva, mi piacerebbe poterlo fare più spesso.

      Elimina
  3. Da me l'afa è simpaticamente arrivata da una settimana ormai..tutti a fare la siesta **_**

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io la farei volentieri ogni giorno ma il pomeriggio lavoro.

      Elimina