sabato 30 maggio 2015

Prospettive

Manco da questo blog da più di una settimana, eppure non è che in questi undici giorni di cose da raccontare non ce ne fossero. Semplicemente non mi sono soffermata a pensarci né ho sentito la voglia e l'esigenza di metterne qualcosa in nero su bianco.
Tutto è passato velocemente, anche i pensieri sono stati inzuppati nel mare di cose da fare così da risultare poi illeggibili. 

Fonte: conchiglia.us

Un paio di sere fa ho perso anche una persona cara, una donna cui ho voluto molto bene da bambina, ma che poi, per forza di cose, nel tempo ho un po' perso. Il mio pensiero va soprattutto a suo marito, che dopo 59 anni di matrimonio ora si sente completamente perso, in balìa di una solitudine sorda e cieca cui non sa come sfuggire.
Non dev'esser facile dire addio alla persona con cui hai vissuto per così tanto tempo. Ad un certo punto credo che non si sappia neanche più dove inizia l'uno e dove finisce l'altro. Poi la separazione, il doversi lasciare perché è così che va la vita. E' un po' come quando ti staccano un braccio, una gamba, un pezzo di cuore. Vivi come menomato, hai bisogno di quella parte di te ma sai di non poterla recuperare. L'ineluttabilità di tutto questo mi spaventa e posso immaginare il sentimento paralizzante che ora l'attraversa.
Spero che in questo dolore lui riesca a trovare anche la forza di andare avanti, nonostante tutto. In fondo è stato anche molto fortunato perché poter restare con chi si ama per un tempo così lungo è cosa che capita a pochi.

Tornando ad argomenti più leggeri, non farò il ponte. Ma in fondo non è qualcosa che possa mancarmi, di ponti nella mia vita credo di averne fatti pochissimi, già ai tempi della scuola non si avevano molte opportunità per godere di qualche giorno di vacanza in più.
Lavoro fino a questa sera regolarmente ma poi avrò la felicità di avere mio fratello in casa mia fino al 2 giugno. E sebbene lunedì lavorerò, l'idea di un martedì di festa mi piace già. Stiamo già organizzando tutto con amici e cugini per fare qualcosa tutti insieme.


10 commenti:

  1. Che poi lunedì con l'Italia ferma non penso farete tanti scontrini!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Probabilmente no ma trovandoci in zona di mare magari qualcuno passerà lo stesso :) staremo a vedere.

      Elimina
  2. comprendo il pensiero per il signore che ha subito questa perdita....
    cerca di goderti il prossimo martedì :*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi voglio godere anche la giornata di oggi :) un abbraccio e buon ponte Mary.

      Elimina
  3. Ciao Dama, mi dispiace molto per questo signore di cui hai parlato, l'idea che qualcuno affianco a me giorno e notte possa andarsene e lasciarmi da sola mi terrorizza. Non ho mai perso un familiare, neanche un nonno (pur avendoli molto malati), non comprendo cosa significa essere sposati da così tanti anni, ma penso che un dolore così forte adesso non sarei capace di reggerlo. Ti giuro, è forse la mia paura più grande.
    A parte ciò ti auguro un buon lavoro allora. Pure io, in questi giorni lavorrò, anche il 2 Giugno!
    Voglio pure ringraziarti per i bei commenti che lasci sul mio spazio. Sei tanto gentile. Grazie di cuore.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te Ilaria. Buon lavoro e un abbraccio.

      Elimina
  4. Mi dispiace tanto Sara... per questa donna e per suo marito. Per chi crede le persone amate semplicemente non se ne vanno per sempre, perché un giorno ci ritroveremo di nuovo insieme a loro. Anche per chi non crede in realtà i propri cari non se ne vanno per sempre, perchè il loro ricordo e l'affetto che si prova per loro li mantiene vivi. I primi tempi il ricordo è straziante e lacerante, poi diventa una sorta di dolce compagnia,perché sappiamo che li abbiamo amati e ci hanno amati. Mi auguro che questo signore non resti del tutto solo, spero che abbia qualche parente o amico che non lo abbandoni al dolore e alla solitudine. Un forte abbraccio!:)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ha due figli ma svolgono entrambi dei lavori di grande responsabilità e sono spesso fuori per lavoro. Di sicuro per quanto possibile gli staranno vicini :) un abbraccio anche a te.

      Elimina
  5. Pover'uomo, a me è capitato di vedere una situazione del genere al contrario, dopo tanti anni insieme, è morto lui ed è rimasta lei, erano i proprietari della tabaccheria dove lavoravo, e lei è stata una maestra per me, ha esattamente 60 anni più di me ora, ma ammetto che non so se è ancora via, perlomeno l'ultima volta che ho parlato con la nuora sotto Natale, mi ha detto che stava bene, tanti acciacchi e si muove più poco ma stava bene, poi non ho più incontrato nessuno. Ammetto che ogni tanto ci penso, era anche lei un'altra nonna per me e quindi mi dispiacerebbe molto se nel frattempo fosse morta e non mi avessero fatto sapere nulla.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Prova a telefonarle, credo che lei ne sarebbe contenta :)

      Elimina