domenica 9 novembre 2014

Festeggiamenti d'Autunno

Fonte: lacucinaitaliana.it

Oggi finalmente abbiamo festeggiato la laurea del fratello con i parenti. Eravamo in 18, una bella tavolata nella taverna gentilmente offerta da mia cugina. 
Io mi sono dedicata agli antipasti ed il risultato è stato piuttosto buono, sia visivamente che dal punto di vista del gusto. A dire il vero non ho mangiato molto. Più degli altri giorni, sicuramente, ma neanche la metà di quanto avrei potuto. Mia madre come al solito se l'è presa, ma visto il gran daffare non ha avuto neanche il tempo di farmi quella bella strigliata che aveva in gola. Può darsi che mi tocchi domattina, al telefono. 
La verità è che mi son sentita piena e sazia già da subito e mangiare di più avrebbe significato stare male. La strigliata me la prenderò senza colpo ferire, che farla sfogare un po' mi pare anche giusto. Oggi ha fatto da mangiare per tutte quelle persone con un gran mal di testa e immagino che stasera per riprendersi dovrà andare a letto presto, stanca ma felice.

L'allegria non è mancata e non sono mancanti momenti emozionanti, come quando finalmente ho potuto stringere tra le braccia il mio nipotino. Che non è più -ino neanche lui, a dire il vero. E' in terza media e anche se il corpo e la voce sono ancora quelli del mio cucciolo, in fondo mi rendo conto che sta crescendo e che tra qualche tempo non gradirà più queste attenzioni puerili.
La sorella piccola è una peperina e quando mi vede dopo tanto tempo corre ad abbracciarmi con quell'espressione gaia ad appagata che solo i bambini riescono ad avere. Spero che non debba accorgersi mai che preferisco il fratello, fosse anche solo perché nacque in un periodo della mia vita in cui avevo bisogno di lui ed ha un carattere più simile a me di chiunque altro in famiglia.

Ce ne siamo stati al sole per un po'. In alcuni momenti sembrava quasi far caldo, poi si è alzato il vento ed è tornato ad essere autunno. Come sempre mi sono riempita gli occhi di quelle meraviglie naturali della campagna che ogni volta mi affascinano, come se fosse la prima volta. 
E invece no, invece per una vita intera ho guardato ed amato quegli scenari e mi sembra di non averne mai abbastanza. 

9 commenti:

  1. Ora come non mai leggere di questi momenti mi fa felice. Un fratello (nel mio caso sorella) è un legame che ti dà una forza indescrivibile.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vero. E io credo di averlo scoperto tardi.
      Ma è sempre meglio tardi che mai. Forse c'era bisogno che crescessimo, che diventassimo entrambi adulti, che più di 100 km ci separassero. E non siamo mai stati così vicini.

      Elimina
  2. Che meraviglia queste feste di famiglia! Tuo fratello ha distribuito anche i confetti rossi?
    E le mamme lo sai che borbottano, ma poi gli passa 😊

    RispondiElimina
  3. innanzi tutto ricomplimenti al fratello

    ma anche alla mamma che si è data un gran da fare

    e tu hai fatto bene a mangiare ciò che ti sentivi. ne parlerò poi nel mio blog e capirai il perchè....

    RispondiElimina
  4. @Emmegi si, confetti rossi e bianchi, alla fine della festa :)

    @Francesco aspetto di leggere, ora mi hai anche messo curiosità.

    RispondiElimina
  5. l'intimità di tali sentimenti... le uniche cose importanti della vita

    RispondiElimina
  6. che belle queste feste in famiglia, scaldano il cuore ^_^

    RispondiElimina
  7. @Mary verissimo, confermo.

    @Dony si, sul serio :)

    RispondiElimina
  8. I festeggiamenti in famiglia, se la famiglia è unita scaldano il cuore.

    RispondiElimina