martedì 10 giugno 2014

Cose Così

Fonte: feelbetterbirmingham.wordpress.com

La domenica appena trascorsa mi è piaciuta così tanto che vorrei mettere la retromarcia e ripercorrerla di nuovo, tutta.
Fred ed io siamo usciti da una settimana molto stressante, in cui pur vivendo sotto lo stesso tetto ci siamo visti poco e nulla. La giornata di riposo di ieri è stata un vero toccasana.
Ci siamo alzati un po' più tardi del solito e siamo usciti a fare qualche spesuccia improrogabile. Per lo sgarro domenicale alla dieta ci siamo concessi un pranzetto in un grazioso ristorante cinese dove mi è stato persino regalato un braccialetto blu.
Nel pomeriggio ci siamo rilassati. Lui sul letto, io in balcone, bene in ombra che qui fa un caldo bestiale.
E la sera, senza che lo avessimo programmato, ce ne siamo andati a Ostia per una puntatina al cinema. La cittadina sul mare pullulava di vita. C'erano localini aperti ovunque e tanti giovani si riversavano sulle strade. 
Si, non abbiamo fatto chissà cosa, però era esattamente quello che ci voleva. Abbiamo fatto i piccioncini quanto basta, abbiamo parlato molto, fatto programmi a breve e lungo termine.

Ieri ho ricevuto un lungo sms dalla mia ex datrice di lavoro. Mi ha aggiornato un po' sulle sue bimbe, sui clienti, su persone che entrambe conosciamo. Poi mi ha scritto che il 31 maggio scorso è stato un anno che avevo smesso di lavorare da loro.
Leggerlo lì mi ha fatto un certo effetto perché io non ci avevo pensato. So che l'anno scorso, nella giornata di ieri, stavo facendo un rinfresco per salutare parenti ed amici prima di trasferirmi. Ricordo tutto nei minimi dettagli e ovviamente ricordo anche quell'ultimo giorno di lavoro. Di quando tanti clienti sono passati a salutarmi, di quando lei si è messa a piangere appena chiusa la porta, delle fotocopie che ha fatto per me, della foto che in cui eravamo tutti e 3 insieme e che loro hanno appeso in negozio.
Ricordo tutto con un sorriso, ma senza eccessiva nostalgia. Leggerlo però mi ha dato da pensare che per loro potrebbe essere diverso. Che forse un po' di nostalgia la provano. In fondo, le uniche date che ricordiamo sono quelle che riteniamo importanti.

7 commenti:

  1. Sono queste le cose che ti fanno stare bene in coppia. Godersi quelle serate semplici, ma che ti fanno stare bene.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Concordo. Io poi sono una grande amante della semplicità.

      Elimina
  2. il lungomare di Ostia mi è piaciuto sempre tantissimo, a dispetto di un mare non certo esaltante. sono le piccole cose che rendono le persone contente e soddisfatte

    RispondiElimina
  3. avete passato una bella giornata rilassante, è proprio quello che ci vuole. Riguardo il lavoro è già passato un anno??? Pazzesco, mi sembrava davvero di averlo letto poco tempo fa, incredibile quanto volino i giorni. Alla fine mancano davvero solo le persone che restano nel cuore e tu sei rimasta nel loro ^_^

    RispondiElimina
  4. @Francesco io ho sempre amato Ostia. Vero che non c'è un mare esaltante, ma la vita lì palpita in qualunque periodo dell'anno. Sono sempre felice di tornarci.

    @Dony pazzesco, esatto :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ecco, hai dato una giusta definizione di Ostia !

      Elimina
  5. amo anch'io le domeniche pigre...e non mi smebra vero che è già passato un anno!

    RispondiElimina