giovedì 10 aprile 2014

Sognare ad Occhi Aperti

E' presto per parlare di vacanze, soprattutto perché le ferie non inizieranno prima del 15 agosto. 
Ma complici alcune foto viste qui e lì, e i racconti di un viaggio thailandese, mi è tornata la voglia di partire. Vedere nuovi luoghi, abbracciare diverse culture, scattare foto a più non posso, godermi la musicalità di una lingua diversa.

Sono anni che Fred ed io non abbiamo la possibilità di uscire un po', di viaggiare. E chissà se quest'anno ce ne sarà modo. I viaggi costano ed io non sono neanche il tipo che risparmia su tutto il resto in vista di quei pochi giorni di quiete. O che si mette a sbirciare gli annunci in attesa del last minute più conveniente.
Il nostro primo pensiero è sempre quello di pagare il mutuo ogni mese, le bollette, le spese imprescindibili. Solo dopo si può pensare a tutto il resto.

E quest'anno è stato un economicamente complicato. La maternità di una dipendente durata un anno (e non ancora finita), lo stipendio per chi ha dovuto sostituirla. Le spese ingenti di affitto, commercialista ed utenze, i lavori di ristrutturazione.

E così, non mi resta che sognare ad occhi aperti. E poi tapparseli, quegli occhi, fingendo che nella vita esistano sul serio solo lavoro ed impegni. Che tutto il resto deve aspettare, chissà ancora per quanto.

Ibiza
Cuba
Messico
Londra
Mar Rosso
Thailandia
Grecia
Giappone


6 commenti:

  1. ah come ti capisco...sognaaaare

    RispondiElimina
  2. ti capisco bene e sogno insieme a te. Io per altri motivi...bambine troppo piccole per fare viaggi lunghi, lavoro di mio marito che rende impossibile qualsiasi cosa organizzata e dentista sempre per lui che ci sta costando un occhio della testa. Io non vado in vacanza dal viaggio di nozze, quest'anno sono 7 anni (ovviamente non conto le piccole "gite" dai miei suoceri perché non le considero vere vacanze).

    RispondiElimina
  3. sognare per sognare.... ti posso suggerire il Messico, che a distanza di 10 anni ricordo come la più bella vacanza della mia vita

    RispondiElimina
  4. Purtroppo i sacrifici fanno parte della vita, ti capisco perché anche io sogno, soprattutto più spazio e tempo per me, e naturalmente non posso comprare né progettare tutto quello che vorrei, anzi...devo risparmiare in tante cose.
    Ma noi comunque siamo fortunate.Il periodo è bruttissimo, a volte ho passato notti insonni a piangere dopo aver appreso certe notizie di gente sfrattata e che ha perso tutto e si è suicidata...Mi hanno dato una tristezza enorme...
    Tornando a cose meno tristi, come si dice, il tempo è denaro...e io, che in tanti anni non sono più riuscita a scrivere sul blog causa mia figlia Terremotina, penso finalmente di aver trovato la forma giusta che mi consenta quantomeno di aggiornare...niente più recensioni, che richiedono troppa concentrazione ed elaborazione, ma qualcosa di diverso....
    ciao bella, buon fine settimana e vedrai che prima o poi farai la vacanza dei tuoi sogni!)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si, noi siamo fortunate. Queste persone che hai nominato meritano tutta la nostra comprensione, sperando che riescano a risollevarsi il prima possibile. E' snervante sapere che viviamo in una situazione così difficile...e non se ne esce, io non vedo migliorare le cose.

      Se continuerai a scrivere sul blog fammelo sapere e sarò felice di seguirti come prima. Baci.

      Elimina
  5. ho già riaperto da qualche giorno, cara!:)solo in una forma un po' diversa!ma mi trovi sempre cliccando sul link del profilo nel commento!un bacio, buona domenica!:)

    RispondiElimina