mercoledì 23 gennaio 2013

Convulsioni

Erano le 7:50.
C'era solo il tempo di dare la colazione al gatto e poi partire per il lavoro.
Scendo in giardino e lo chiamo. Non c'è. Strano perché prima ancora di sentirmi arrivare Teo ogni mattina miagola a più non posso reclamando il suo pasto. Lo chiamo ancora. Mi risponde faticosamente con un grido, quasi umano. Esco e lo vedo sotto la pianta di mandarino, colto da spasimi di dolore.
Con mio padre traffichiamo un po' per aprire la porta di accesso alla protezione invernale delle due piante d'agrumi. Lui è lì. In un angolo del muso, fin sotto il collo, una melma grigiastra che gli era uscita dalla bocca. Inizio ad urlare come una pazza, senza riuscire a smettere.
Teo è colto da terribili convulsioni. Lo vedo agitarsi come in preda alla follia. Ad un certo punto si accascia al suolo con gli occhi spalancati. E' morto. Mi dico che dev'essere morto, probabilmente avvelenato.

Continuo a piangere violentemente, scossa da un tremito infernale che tanto somiglia ad una crisi isterica. Un pianto tremendo senza lacrime, come se il turbamento fosse eccessivo anche per esse.
Vederlo soffrire così e non poter fare nulla per alleviare quel dolore che sembrava sconvolgerlo dall'interno mi ha stremata.

Poi, improvvisamente, Teo rialza la testa. E' inerte ma vivo. Sembra stare meglio. Il tempo è tiranno e devo scappare al lavoro, non c'è nessuno che possa andarci al posto mio.
Mia madre si ritira in casa per preparargli un po' di latte caldo. Al mio ritorno l'avremmo portato dal veterinario. E invece Teo è scomparso. Introvabile. Pur senza reggersi in piedi è andato a rintanarsi chissà dove...forse a morire in solitudine.

Non posso fare a meno di pensare che abbia mangiato un boccone avvelenato, nel giardino di qualcun altro.

Questo era lui il 18 dicembre 2012. Scoppiava di salute e si godeva un po' di sole.



Chiunque sia stato ad avvelenarlo, se davvero è quel che è accaduto...sappia che lo odio e che se potessi, gli renderei il favore.

16 commenti:

  1. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  2. E' commovente :(
    Pensare che lo abbiano avvelenato, è una cosa orribile!!!
    Ma come fa ad esistere certa gente??? Mi rendo conto, ogni giorno che passa, che i nostri amici animali non farebbero MAI le assurdità (e non le chiamo bestialità) che facciamo noi umani...
    Un abbraccio

    RispondiElimina
  3. Povero micio! Mi dispiace tanto e spero che chiunque abbia fatto una cosa del genere provi prima o poi la sua stessa identica sofferenza...

    RispondiElimina
  4. mi dispiace molto. io non sono mai stato un grande amante degli animali, ma la mia fidanzata ha due gatti meraviglioso e me ne sono innamorato anche io..... era anziano o giovane?

    RispondiElimina
  5. Mi spiace immensamente. Leggere questo post mi ha fatto venire i brividi. Amo gli animali e i gatti in particolare e so quanto ci possono dare e quanto riempiono la nostra vita.
    E sì, se è stato avvelenato non posso augurare al colpevole nulla di buono. Poi immagino lo strazio nel vederlo stare male.. che brutta cosa.

    RispondiElimina
  6. Oddio, povero micino, che brutta fine! Mi domando perché ci sia gente che se la prende con questi poveri animalini indifesi... Chissà che male può mai fare un gatto! Mi spiace tantissimo... E per quel che vale, anch'io auguro tutto il peggio a chi gli possa aver fatto una cosa simile.

    RispondiElimina
  7. mamma mia che brutta cosa tesoro...ç_ç
    mi piange il cuore sapere che ci siano persone al mondo che hanno tanto odio.
    mi fanno schifo gli spueterei in faccia solo perche' sono educata altrimenti beh non farmi parlare.
    ti vi bi...

    RispondiElimina
  8. @Elektra riflettendoci non so neppure se l'abbiano fatto apposta. Magari del veleno per topi lasciato incustodito nei terreni vicini? non so...

    @Francesco giovane. Teo ha un anno e mezzo.

    @Marzia è stato un momento terribile...quando poi sono andata a lavoro stavo male...ce l'ho continuamente davanti agli occhi e faccio di tutto per evitare di pensarci :(

    Grazie a tutti. Buona serata.

    RispondiElimina
  9. carissima mi spiace tanto, avevo letto l'incipit sul read e non pensavo che ci fosse una continuazione così tremenda alla convulsioni iniziali....non siete riusciti a trovarlo?
    mi spiace tatno

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No Agri non si trova...né morto né vivo. Abbiamo cercato ovunque, persino sotto i cespugli.

      Elimina
  10. Mi spiace tantissimo, davvero... Povero Teo... E mi spiace tanto anche per te: è bruttissimo perdere un amico anche se di pelo
    Un abbraccio
    emme

    RispondiElimina
  11. Queste anime d'animali diventano un pezzo di cuore.
    E così c'è gioia ma anche doloro con essi.
    LaDama Bianca, mi dispiace molto, conosco un po' quel dolore che fa così male.
    L'anima di Teo farà un altro giro. Pensalo sereno, ora.

    RispondiElimina
  12. Mi spiace,davvero un quadro allucinante,mi spiace,se si è allontanato senza tornare l'ipotesi che sia andato a morire in qualche angolo è molto probabile.

    Se è stato avvelenato di proposito c'è un criminale nelle vostre vicinanze,state attenti in futuro.

    La risposta da Freedom al tuo commento

    Difatti si tengono ben alla larga,qualche mese fa anche dalle parti degli Emirati arabi hanno risposto all'invito del bocconiano più illustre che qui non ci vengono.

    Troppa corruzione,detto da loro poi...

    Ciao

    RispondiElimina
  13. Grazie a tutti.
    Non so se sia stato avvelenato accidentalmente o con cognizione di causa. Al momento sono più propensa per la prima ipotesi.
    In ogni caso...mi manca molto.

    RispondiElimina
  14. secondo me erano convulsioni... Il gatto ha perso la memoria e si é perso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Perso la memoria? può succedere davvero?

      Elimina