giovedì 4 ottobre 2012

Mi Ricordo Colline Verdi...

Fonte: Google

...E all'improvviso ho alzato la testa dal libro ed ho capito che ero seduta su un angolo di paradiso. Una di quelle epifanie che capitano una volta l'anno e che ti fanno scorrere gioia pura nelle vene.

Le colline verdeggianti, il sole del tardo pomeriggio che le faceva risplendere, l'acqua pulita e fresca, i funghi nati durante la notte, il micio bianco che saltellava sull'erba, gli alberi rigogliosi che sembrano toccarsi. Il silenzio.

Ho sorriso e ho compreso che tutto questo dovrò fotografarlo e portarlo via con me, quando andrò via. E che sono stata immensamente fortunata, perché ogni giorno della mia vita ho avuto questo spettacolo davanti agli occhi eppure non me ne sono stancata mai. 

5 commenti:

  1. Destarsi e scoprire la bellezza stupefacente di luoghi noti.
    Ecco, interessante questo fenomeno di presa di coscienza della bellezza qui e ora.
    Vivo in posti simili e capita anche a me, di tanto in tanto, di RI-accorgermi di quanto siano belli.
    La fantasmagoria estetica di Gaia che si manifesta.
    E' una delle gioie della vita.

    RispondiElimina
  2. @Francesco la persona sotto di te, senza neanche conoscermi l'ha capito...e tu che mi leggi da anni niente? :D bé, ero a casa mia.

    @UnUomo è una fortuna vivere in posti così.

    RispondiElimina
  3. Ma una fortuna, un ben di dio, un diletto pazzeschi.
    Quando passo per parti di città così degradate e degradanti ormai in parti sempre più estese, mi rendo conto di quale fortuna viva.
    La qualità dell'ambiente in cui vivi è la qualità e la determina della TUA vita.
    Proprio bello il paesaggio immortalato dalla foto sopra.

    RispondiElimina
  4. Tornato qui ma non ho mica capito dove è casa tua (a parte che è in un bel posto :)

    RispondiElimina