lunedì 2 aprile 2012

Un Uomo di Mare

Fonte: sclerosi.org

Quando scoprii che quello che in seguito sarebbe diventato il mio fidanzato viveva al mare, provai uno stupore infinito. Ma come?! dunque esiste gente che ha la fortuna di vedere il mare ogni giorno? chiaramente si, ma per me erano persone lontane, sconosciute, con le quali non avevo mai avuto a che fare.
Io che il mare avevo la possibilità di vederlo per 5 giorni l'anno, ho sempre un pò ritenuto che fosse luogo di esclusivo appannaggio vacanziero.
Vado lì, mi godo tutto il godibile e me ne torno - a malincuore - a casa mia.

E invece no. Lui al mare c'era nato, aprendo la finestra l'aveva sempre trovato lì.
Ricordo che questo particolare mi regalò un' enorme spinta di curiosità. Credo di avergli fatto un sacco di domande su questo aspetto della sua vita che lui riteneva banalissimo. 
Il giorno che mi portò a casa sua era una domenica di dicembre. Il paese, che pure non è chissà quale bellezza, mi parve stupendo. C'era il sole e c'era il vento. Per la prima volta, a 20 anni, guardavo il mare in inverno. E capii che non esisteva spettacolo naturale più bello. 

9 commenti:

  1. sai che non avevo mai pensato alla grande fortuna che anche io ho avuto di abitare in un posto di mare? Per anni sono stata fuori all'università, dove il mare non c'era e non vedevo l'ora di tornare. Riuscirei a vivere anche non vedendolo tutti i giorni, però mi mancherebbe immensamente.

    RispondiElimina
  2. ...io il mare ce l'ho nel cuore!
    :)
    emme

    RispondiElimina
  3. Anch'io che vivo in pianura quando capito al mare o in montagna (adesso più spesso) mi riempio gli occhi a guardare questi panorami così diversi dal mio, forse è questo loro ormai sono abituati e non si rendono conto della bellezza che vedono ogni giorno

    RispondiElimina
  4. è un uomo fortunato, solo che tanti che vivono al mare non lo sanno

    RispondiElimina
  5. Una particolarità che condividono in molti considerate le sterminate coste italiane e le isole.
    Penso che vivendo al mare,si instauri una certa filosofia di immensità,anche se forse non è da tutti i giorni pensare e riflettere profondamente su questo tema,considerata l'abitudine di esserci.

    Sulle censure web

    Il web su questo aspetto da molto fastidio,qualche potente e alcuni politici penso che lo malediranno spesso.

    ciao

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bé certo, fa più comodo un popolo di abbrutiti e sottomessi...

      Elimina
  6. Ti auguro una buona festività,riposati e sii soddisfatta come hai già descritto.

    La risposta sugli ultimi scandali leghisti!

    Solo chi segue l'egoismo imperante dei nostri tempi,può dare credito a questa gente,penso pure che continuerà ancora,nonostante tutto.

    Ciao

    RispondiElimina
  7. Il mare è qualcosa di meraviglioso, di affascinante. profondo come l'animo umano, a volte inquieto e agitato come noi, persino sconvolto, disperato a volte calmo, bisognoso di pace, prolifico, abitato da mille creature...
    Ho scoperto ora questo tuo altro blog, molto interessante, e me lo leggerò con calma...
    Ti faccio tantissimi auguri di buona Pasqua!Un bacio, cara!:)
    Irene

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Irene benvenuta. Grazie per le tue parole e un augurio di Buona Pasqua anche a te e alla piccola Nenè. Baci.

      Elimina