mercoledì 11 aprile 2012

Un Granello di Me

Fonte: èunavitachetiaspetto.myblog.it

Vivo una vita sospesa. Tra il luogo in cui vivo ed ho sempre vissuto...e quello in cui vorrei essere e forse un giorno sarò. Non ho mai amato così tanto il mio piccolo paese come ora che conosco praticamente tutti. Eppure...eppure lo lascerei volentieri, perché così è la vita ed è bello poter poggiare su radici solide ma è anche importante sapersi trapiantare altrove. 

E' tutto molto complicato. Tra le paure legate all'economia di un passo così importante, ci sono anche quelle di dover cambiare vita, abitudini, conoscenze. 
Io non ho schiere di amici su cui fare affidamento. Molti li ho persi per la strada durante gli anni bui, altri si sono trasferiti e non li vedo più. Qualcuno è ancora qui e sono gli unici che mi mancherebbero. 
La mia famiglia invece si, lascerei a loro un pezzo di cuore. Ho i miei genitori amatissimi, ho un fratello con cui litigo sempre ma col quale crescendo le cose stanno nettamente migliorando. Ho un gatto morbidoso a cui fare le coccole alla sera. Una camera da letto che ho avuto tardi ma di cui ho potuto assaporare ogni pezzo, mettendoci ogni giorno un granello di me. Un bel panorama di fronte alla finestra. Un clima tutto sommato gradevole.
Dei ricordi non voglio parlare, quelli li potrei portare con me ovunque, pur senza foto da guardare ogni giorno. 

Ma è cosi. Sento davvero l'esigenza di spiccare il volo, di iniziare la mia vita "da adulta". Lontana dalle solite meravigliose certezze e con l'intento di crearmene di nuove, tutte mie, tutte nostre.
La crisi economica ci ha già rallentati molto eppure penso che questo lungo periodo di rodaggio ci abbia anche fatto bene. Le cose tanto desiderate son quelle che vengono meglio, quelle in cui ci si spende di più. Insieme stiamo crescendo, per tanti versi siam già cresciuti. Pian piano, negli anni, abbiamo fatto di tutto per costruirci la nostra porzione di felicità. E direi che ce la meritiamo per i tanti ostacoli affrontati e per il sentimento che ci unisce.

Questo progetto vedrà mai la luce? l'attesa sembra interminabile. Dovremo prenderlo come un periodo di formazione.

15 commenti:

  1. sei pronta per la convivenza (anzi, siete pronti) ma mancano i soldi. dalla tua (vostra) c'è che sei (siete) molto giovani.....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Siamo giovani ma non ragazzini caro Francesco. Io ho 26 anni e a luglio ne compio 27. Lui due in più.

      Elimina
  2. abbi solo un pò di pazienza e vedrai che si realizzeranno tutti i tuoi sogni

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, lo spero davvero. La pazienza c'è...e c'è da anni.

      Elimina
  3. Per quel poco che so di te, penso che non siete ragazzi da grandi esigenze se non quella di stare insieme. A volte bisogna tuffarsi come dal trampolino alto con il naso tappato e ad occhi chiusi, quando pensavo al secondo bambino facevo un sacco di conti sulle spese poi ho visto una ragazza più giovane di me e senza un lavoro stabile dare un figlio al suo nuovo compagno pur avendo lei già due ragazzine grandi....mi sono detta beh se ce la fanno loro possiamo farlo anche noi e ci siamo buttati ed è stata la decisione più bella che potessimo prendere.
    A volte serve un pizzico di follia.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' un bellissimo consiglio, grazie mille Agri.

      Elimina
  4. Vai dove ti porta il cuore,se le reciproche residenze non coincidono e se non si decide per una terza opportunità,uno di voi deve spostarsi.

    Si è più coraggiosi da giovani nel fare certi passi,dopo spostare un'intera famiglia è sempre possibile ma assai più complicato.

    Auguri

    RispondiElimina
  5. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  6. io e te abbiamo qualcosa in comune ho vissuto le tue paure le tue incertezze io ho spiccato il volo tardi ma ce l ho fatta ora passo lo scettro a te stella..
    un giorno leggero il tuo blog e ascoltero' un amica alle prese con cucina pulizie fronelli e compagni rompiscatole e chissa qualche pargolino per casa...arriverai cara ...io ci sono arrivata e' bello avere una famiglia credimi ma una cosa per volta

    RispondiElimina
  7. Sono arrivata qui per caso.. mi sento di commentare perchè ho vissuto da poco una situazione probabilmente simile alla tua. Non sai quanto fossi impaurita e spaesata all'inizio.. però.. Però ne è valsa davvero la pena!!
    Ti lascio una frase non mia, che mi fa sempre pensare a quel momento

    "Se vuoi fare un passo avanti devi perdere l'equilibrio per un attimo."

    (Massimo Gramellini-L'ultima riga delle favole)

    A presto,
    C.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' una frase bellissima e il tuo punto di vista mi è prezioso. Ti ringrazio davvero.

      Elimina
  8. ... pensa da persona libera e sarai libera... pensa da persona non libera e costruirai tu stessa la tua prigione... così ho sentito dire... buona fortuna...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Probabilmente è davvero così.
      Grazie!

      Elimina
  9. spicca il volo Dama!... e vedrai: i sacrifici, le difficoltà i conti a fine mese si aggiusteranno grazie all'amore che vi unisce e alla gioia di aver dato vita ad una famiglia tutta vostra! è un grande passo, ma è soprattutto un bellissimo momento!
    :)
    emme

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' un bellissimo incoraggiamento, grazie mille.

      Elimina