mercoledì 4 gennaio 2012

Istinto Materno?

Fonte: oasidelpensiero.it

Essere donna e avere un istinto materno sono sinonimi, parole intercambiabili?
No, io non lo credo. Io sono una donna di 26 anni, quindi in quell'età in cui decenni fa le donne avevano già uno o due pargoli ai quali pensare ed età in cui anche oggi tante donne coronano il proprio sogno di avere un figlio. 
Sogno che io al momento non condivido. Lo comprendo, lo capisco, ma non lo faccio mio.
Sarà che sono cambiati i tempi, sarà che mi sento ancora figlia e quindi lontana dal diventare madre. L'orologio corre ed io non me ne curo.
Sembra un sacrilegio dirlo, soprattutto se si pensa a quante donne desiderano un figlio senza poterlo avere...ma io questo desiderio proprio non lo vivo. Se c'è, è seppellito così a fondo dentro di me da non averlo mai neppure scorto.

Da bambina, ogni anno, chiedevo a Babbo Natale un bambolotto calvo di cui prendermi cura. Forse gli davo semplicemente le carezze che sognavo di ricevere. Non che non ne abbia ricevute, ma davvero mi resta difficile ricordarle. La mia è una famiglia in cui l'amore fra i vari membri si dimostra nei fatti di ogni giorno e molto meno nelle parole o nei gesti affettuosi. Stento a ricordare l'ultima volta in cui i miei mi hanno abbracciata oppure io ho abbracciato loro. Ah si, quando ci siamo scambiati i regali di Natale. Ma è stato un attimo e come tutti gli attimi è volato via.

Dicevo. Ogni anno da bambina chiedevo a Babbo Natale un bambolotto calvo di cui prendermi cura. Poi, passata l'età per le bambole ho sognato ed ottenuto un animale domestico. E anche lì me ne sono presa cura in modo viscerale, come se quei gatti fossero stati prolungamenti del mio essere. Ma no, anche lì non era istinto materno. Anche lì era solo un gran bisogno d'affetto che volevo colmare. 
Poi è passata anche questa fase. A 20 anni ho conosciuto il mio amore e la mia voglia di tenerezze è stata colmata in pieno. E mentre questo avveniva, moriva del tutto quella briciola di istinto materno che potevo pensare di avere...ma che, in realtà, non c'è mai stato.

Io non credo all'istinto materno innato in tutte le donne. Non credo che le donne debbano vivere solo per dare alla luce un figlio. Io credo che ognuna di noi sia diversa dalle altre e che non esistano missioni da compiere. Io amo le mamme. Stimo profondamente quelle donne che sanno prendersi cura dei propri figli tenendo sulle proprie spalle un lavoro così complicato. Ammiro quelle donne che sanno togliere del tempo a se stesse per dedicarlo ad altri esseri umani.
Io non so se saprei riuscirci. Mi sento una persona egoista e forse anche un pò fiera di esserlo. Non sono fatta per correre dietro ai dei bambini urlanti né a preparargli le pappine.

O forse si, sono fatta per tutte queste cose e non lo so o non me ne rendo conto. Quello che volevo dire prima di scrivere questa interminabile pergamena era che è sbagliato dare per scontato che ogni donna nasca con il desiderio di procreare. Non è così. Non siamo solo macchine sforna-bambini, siamo anche molto molto altro. In ogni caso, evviva le mamme sforna-bambini perché sono loro che muovono il mondo.
Io non so se lo muoverò mai e in tal caso spero solo che le persone intorno a me mi lascino il diritto di scegliere se farlo oppure no. Sembra scontato ma non lo è. Da quando ero bambina mi si dice "...quando avrai un figlio...". Ma non è scritto da nessuna parte che io debba averlo. E se mai accadrà, spero che sia per una mia decisione e che non siano loro o gli eventi stessi a scegliere per me.


14 commenti:

  1. ma infatti,mica è di default!ci sono certe madri che andrebbero appese!
    Tranquilla,non sei la sola:-)

    RispondiElimina
  2. condivido appieno il tuo pensiero e parla una che e' madre eh...
    io un figlio l ho fatto tardi fino a qualche anno fa non ci pensavo minimamente...
    sono andata aconvivere tardi e non me ne vergogno c'e' sempre tempo per tutto...

    RispondiElimina
  3. e poi hai 26 anni ! fai in tempo a cambiare idea....

    RispondiElimina
  4. si le cose possono cambiare ...
    ma una cosa non ti homai chiesto il tuo ragazzo e' d accordo con te nel senso che condivide le tue idee?=?

    RispondiElimina
  5. Nel tuo ragionamento c'è una verità fondamentale,non siete venute al mondo per far nascere figli,è una scelta che dovrai ponderare bene,essendo molto giovane hai un limite di tempo sufficiente per meditare,insieme al tuo compagno,naturalmente,qualcosina ci mettiamo anche noi,soprattutto nella crescita e nell'educazione dei figli.

    Sui mutui postati su Freedom non posso che condividere la tua analisi,sperando che cambi nettamente il trend.

    Ciao

    RispondiElimina
  6. Io sono come te! Mi fanno tenerezza i bambini, e stimo le madri che vivono per loro ma io non sento l'istinto materno e ho anche io 26 anni.. tutti dicono che cambierò idea, ma non sono daccordo: io nel mio futuro non ci vedo un bimbo da accudire, per cui vivere, che viene prima di tutto e che ha bisogno di me.. forse sono 1pò egoista, ma non mi ci vedo proprio ne sento il bisogno. L'idea non mi sfiora nemmeno e ho anche trovato una persona che la pensa come me.. non sono fatta per averne e non credo che sia una cosa brutta e innaturale. Penso che se non ci si sente in grado di avere figli è meglio non averne e non averli ugualmente e poi non prendersene cura e non crescerli come si dovrebbe!! Ci sono madri che non lo dovrebbero essere e che lo sono solo di nome ma non nei fatti.. X me è normale cosi! =)

    RispondiElimina
  7. @Annina ai figli lui per ora non pensa mai anche se a volte ci capita di parlarne ed entrambi diciamo "quando avremo un figlio...", ma è più un gioco che un pensiero reale. Sul domani non mi pronuncio, ma i nostri desideri in comune al momento sono altri.

    @Demetra che bello conoscere una coetanea che la pensa come me :-)

    RispondiElimina
  8. condividete la stessa opinione questo e' l importante...
    gli altri possono dire cio' che vogliono possono dirti anche che sta per scadere il tempo che si diventa vecchi e queste stupidaggine tu vai avanti per la tua strada voi sapete quando arrivera' il vostro turno e se ci sara' un figlio..insomma non c'e' scritto da nessuna parte che si deve per forza fare bambini..
    come ho gia' scritto c'e' tempo per tutto magari domani ti svegli e chissa0...
    io faccio il tifo sempre per la tua felicita'..

    RispondiElimina
  9. Grazie Annina, lo so che lo dici con il cuore, ormai ci conosciamo da anni. Un abbraccio.

    RispondiElimina
  10. Ma certo che non è così, il problema secondo me è che ci ficcano in testa fin da piccole che siamo nate apposta per sfornare bambini, che la maternità è bella-naturale-perfetta...ma in realtà non è così o almeno non per tutte. Io sono rimasta incinta per sbaglio quando avevo esattamente la tua età e mi è preso un colpo, non volevo, altro che istinto materno. Nano ha 7 anni e ho imparato ad amarlo piano piano, non ero certo di quelle che a 20 anni già sogna il pupo o se ne innamora appena glielo mettono in braccio...quindi non ti dico i sensi di colpa, il sentirmi inadeguata, sbagliata, una madre di me**a. Solo col tempo e parlando con tante donne ho capito che è una cosa comune, normale, che l'istinto materno è diverso per tutte...poi tu sei talmente giovane che hai tutto il tempo a disposizione... ;-)

    RispondiElimina
  11. @Skinny grazie, questo commento mi serviva proprio :-)

    RispondiElimina
  12. Sei stata coraggiosa a scrivere un post così, di solito attirano commenti cattivi da persone che giudicano ssenza conoscere quindi sei sicuramente una tosta ;-)
    Carissima come hanno detto prima di me la cosa principale è che tu e il tuo amore la pensiate nello stesso modo e che tutto sia sempre chiaro, anche alla mia amica orka "rompono le scatole" sul fatto che non vuole figli e giustamente si incavola quando gli dicono "poi magari cambi idea" certo se cambi idea è perchè sei cambiata tu e no ncerto perchè l'orologio corre (nel tuo caso sei così giovane!)o perchè si fa così.

    RispondiElimina
  13. Ciao Dama; probabilmente è un po' fuori luogo questo mio commento data la mia età. 21 anni non sono tanti, ma sono abbastanza per rendersi conto di quali sono le mie priorità nella vita, cosa voglio fare e cosa non voglio fare. Mi ha colpita leggere per caso questo tuo post, che incredibilmente mi si addice così tanto. Con le mie amiche e colleghe di Uni è successo più volte di intraprendere questo discorso e puntualmente sono stata additata come "essere insensibile" e mi sentivo quasi in colpa quando mi dicevano " ma come, non puoi non desiderare un bambino!". Nella mia testa mi rispondevo "mah, sarà...". Questo mio infinitamente piccolo desiderio di maternità contrasta fortemente con la figura materna per eccellenza che è la mia mamma. Mia mamma è la MAMMA DELLE MAMME, ha saputo annullare ogni sua ambizione (tranne appunto quella di avere una grande famiglia) per proteggerci e amarci con tutta se stessa. Se penso ad avere un bambino, prima di "oh ma che carino, che tenero" mi viene in mente "questo coso piange, rompe e infrangerà tutti i miei obiettivi". E' orribile da dire, sembra quasi che avere un figlio sia la peggiore delle sfighe, quando per molte è l'ambizione di una vita. Probabilmente crescendo, e rincorrendo i miei obiettivi (lavoro, carriera, soddisfazione personale) arriverò ad un momento in cui desidererò avere anche io un bimbo, ma per adesso è lontano anni luce.

    Mi conforta cmq sapere che non sono l'unica "anormale".

    Un saluto

    Elisa

    RispondiElimina
  14. @Elisa non è affatto fuori luogo il tuo commento, anzi mi ha fatto un gran piacere leggerlo. Credo che il tuo (anzi nostro) desiderio di non maternità sia legittimo quanto quello opposto. Può darsi che il tempo ci porti a pensarla diversamente, siamo ancora giovani. Ma anche se non lo facesse, non c'è nulla di insensibile in noi. Semplicemente, si può essere donna in tanti modi, anche discostandosi dall'esperienza della maternità. Un abbraccio.

    RispondiElimina